Mi è sfuggita di mano

Andare in basso

Mi è sfuggita di mano

Messaggio  PieroTrieste il Lun Feb 26, 2018 1:36 pm

Ciao, sono Piero ho 21 anni.
Ho sempre avuto un carattere cupo e a tratti schivo, ma che non mi ha mai dato problemi, anzi. Ma da quasi tre anni ho la consapevolezza di avere il nostro problema, dopo un po' ho smesso di uscire e fare una vita normale, d' un tratto ho smesso di rispondere ai miei amici senza dare alcuna spiegazione e mi sono isolato senza rendermene conto fino in fondo...
Ad oggi le cose non sono migliorate e mi sento sempre più Svuotato, l' unica persona con cui pensavo di poter parlare è mia madre, l' altro giorno ci ho provato ma ha iniziato ad inveirmi contro, dicendomi di essere la sua maledizione. Non sono mai andato da uno psicologo perché credo non abbia niente da dirmi che io non sappia già. Se siete stati seguiti magari ditemi cosa sono soliti dire.
Scrivendo qui credo di star cercando persone che abbiano qualcosa di interessante da comunicarmi. Questo stato d'animo ti lascia da solo, tra te e te, e spesso penso che mi manchi "qualcuno" che mi capisca.
Invece voi come vi sentite? E cosa credete vi manchi per stare più sereni, qual è il vostro pensiero sovversivo?
Che non vi sfugga di mano, In bocca al lupo a noi!


PieroTrieste

Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 25.02.18
Età : 21
Località : Trieste

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Ciao Piero!

Messaggio  Gio1986 il Lun Feb 26, 2018 5:12 pm

Ciao Piero! Io ho seguito un percorso di psicanalisi più o meno alla tua età. Ora ho 31 anni. Il mio problema era simile: avevo problemi a socializzare con la gente, stavo perdendo gli amici, non riuscivo ad integrarmi nell'università e in definitiva mi sentivo inadeguato. Le sedute psicoterapiche non sono un rito magico bensì un confronto tra te e lo psicologo, il quale cerca di capire quali sono i blocchi che la persona presenta e anzi cerca di farcela arrivare da sola; perchè in fondo la psicanalisi altro non è che la presa di coscienza dei propri problemi e delle migliori soluzioni da intraprendere, spesso filtrate dallo psicologo. Tu dici di sapere qual è il tuo problema ma fidati, spesso noi pensiamo di sapere cosa ci attanaglia ma magari questo qualcosa è solo la conseguenza di un problema più ampio, il vero problema da risolvere. Ti consiglio, se ne senti la necessità, di trovare un bravo psicoterapeuta. La tua età è importantissima per il passaggio dall'adolescenza all'età adulta e quindi non buttare via anni preziosi. Spero di esserti stato d'aiuto

Gio1986

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 29.01.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi è sfuggita di mano

Messaggio  Salvo il Ven Giu 08, 2018 10:22 pm

Ciao Piero, io sono uno che ti può dare tanti consigli perché ci sono passato pure io , non ho alcun amico e un po ci soffro ; comunque cerco di andare avanti . Tu di dove sei ? Se ti va di parlare contattami pure .

Salvo

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 08.06.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi è sfuggita di mano

Messaggio  mazzonrocky il Lun Giu 11, 2018 4:29 pm

Ciao Piero, io sono vecchissimo, e cmq alla tua età ci sono passato anch'io, e non c'erano forum a cui scrivere. Ne parlavo con il mio cane, e guidavo come un pazzo a fari spenti nella notte. Sono sopravvissuto. sono stato davvero fortunato. Non c'era nessuno, a cui chiedere aiuto. Se adesso sono frequentatore di questo forum, è perchè di strascichi ne sono rimasti....ma, ripeto, sono stato fortunato, ho vissuto, sto vivendo.  La mia scelta è stata quella di mettermi alla prova, di rischiare...non sempre, ma spesso. In altri periodi invece chiusura totale in me stesso, rifiuto di vedere altre persone, totale senso di inadeguatezza, in casa a farmi seghe, aumento del senso di inadeguatezza.
Di te ovviamente non so nulla... Anch'io credevo di sapere tutto di me. Sapevo, per lo meno, che il mio senso di inadeguatezza dipendeva da una sessuofobia che mio padre, poverino, mi aveva provocato.  Ma saperlo non bastava, non basta. E sicuramente ci sono un sacco di altri aspetti, della personalità, dei rapporti con i genitori, che necessariamente ti sfuggono, perchè il tuo punto di vista è per forza di cose limitato. Quindi, la psicoterapia.....utilissima, purchè tu decida di AGIRE in qualche modo su di te, senza sperare che lo/la psicoterapeuta ti risolva i problemi con un tocco magico. Dovrai parlare di cose per te difficili, dovrai scoprirti...non è facile. Molti a questo punto si ritirano per paura, per vergogna, raccontandosi la bugia che non serve a niente. Ne conosco, di persone così. Ma si cresce, ed è bello crescere.
Tua mamma (tuo padre non lo nomini....): i genitori non nascono imparati, hanno un sacco di problemi, commettono un errore dietro l'altro, in buona fede, o con superficialità.  Quando anche tu sarai genitore, ricordatelo. Riguardo ai forum e a internet in genere: io non l'avevo, ai miei tempi, ma forse è stato un bene. Probabilmente sarei rimasto tutto il giorno al computer (anzi sicuramente), non avrei neppure imparato a nuotare, a parlare lingue, a guidare, a sciare, a fare kayak, a correre....tutti "palliativi" che mi sono cercato, e che mi hanno salvato la vita, tutte cose che ancora amo. Sarebbe bello che tutti avessimo/avessimo avuto genitori intelligenti, maturi, illuminati, aperti, protettivi (non iperprotettivi....dovrebbero essere la classica rete che ti salva la vita se sbagli e cadi). Non è così. Dobbiamo imparare quasi tutto da soli. Così almeno è stato per me...
Le stesse cose le direi a Salvo.
Se vuoi raccontare qualcosa di più....

mazzonrocky

Numero di messaggi : 198
Data d'iscrizione : 18.09.13

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Mi è sfuggita di mano

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum