agosto, depressione, suggerimenti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  komet il Lun Ago 08, 2016 6:48 pm

salve,
soffro di depressione cronica( che credo significhi che duri da molto tempo) e verso la fine di luglio mi sono recato a un professore di psichiatria(di quelli cari) per chiedere un consulto. siccome soffrivo( e non è che mi sia passato) di una fissa corporea chiamiamola dismorfofobia visto che ne ho avuti altri di questi episodi alla fine mi confermò la cura che stavo facendo, secondo me senza risultati: fevarin 200 mg, lorazepam 2,5 mg al bisogno e olanzapina 5 mg la sera. mi sono subito accorto che continuavo a stare male. per l' ingrassamento, sono più che in sovrappeso ho smesso l' olazapina. poi incaz*ato perchè l' umore era a terra e sempre per motivi di peso sono sceso a 50 mg fevarin. il lorazepam non mi fa più effetto. ne ho presi anche 3 insieme ma niente. a questo punto, siamo ad agosto e dottori non se ne trovano. il professore non c'è, al csm appuntamento a settembre mi sembra che l' unico posto dove posso rivolgermi è l' ospedale. a casa non ho l' appoggio di nessuno anzi sono un peso. se chiedo di accompagnarmi mi rispondono vacci da solo. chiedo i vostri suggerimenti. cioè se avete esperienza di pronto soccorso, mi fanno una pernacchia e mi mandano a casa. devo rivolgermi ad altre strutture( convenzionate)? devo andare al mio medico. tutto da solo ovviamente.

komet

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 06.08.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  merla il Lun Ago 08, 2016 7:19 pm

Il fatto è che al pronto soccorso non hanno gli strumenti per darti una cura strutturale ma in sé al massimo possono darti qualcosa in emergenza. Tipo il lorazepam, magari un po' più forte; o magari non darti niente. Magari ti fissano una visita psichiatrica a breve termine (se lo psichiatra c'è), ma cmq un medico che non ti ha in cura difficilmente può darti in emergenza una cura più leggera, semmai il contrario per tamponare l'emergenza e poi ti rimanda al csm, di solito, o cmq al tuo medico di riferimento.

Oltretutto, può essere, che il lorazepam effetto lo faccia, solo che tu in questo momento hai dismesso un farmaco forte e ridotto a un quarto la dose dell'altro farmaco, che magari avevi preso per un po' di tempo ( se hai avuto il tempo di ingrassare) e interrompere le cose bruscamente bene non fa; agita, crea insonnia, ecc. ecc. Insomma, il mancato di effetto di un farmaco potrebbe dipendere direttamente dal fatto di  avere interrotto gli altri.

Spassionatamente, e senza alcun giudizio, secondo me a questo punto ti conviene fino a fine mese riprendere la cura come ti è stata data, piuttosto che restare allo sbaraglio per tre settimane. Potresti prendere ancora un chilo o due, ma forse è meglio che star male per settimane e poi a settembre andare al csm o privatamente qualcuno che ti segua e ti imposti seriamente una dismissione dai farmaci. Piuttosto anche cercarti qualcuno del filone antipsichiatrico se sei assolutamente convinto di smettere con i farmaci; ma c'è bisogno di essere seguiti e farlo con senso, interromperli bruscamente fa solo stare peggio.

Io ci ho messo 6 mesi a togliere gradatamente l'antidepressivo; e prima ci avevo messo mesi a levarmi il sonnifero e mesi a levarmi l'ansiolitico. Per toglierli definitivamente. Tutti gli altri tentativi di dismetterli, un po' più veloci (e meno bruschi dei tuoi cmq) mi hanno sempre portato ad avere delle ricadute e a dover prendere più farmaci o farmaci più forti la volta successiva.
avatar
merla

Numero di messaggi : 2104
Data d'iscrizione : 09.01.08
Età : 41
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  komet il Lun Ago 08, 2016 7:44 pm

ciao merla. tu mi suggerisci di riprendere il tutto. comunque per inciso io avvisai il medico che l' olanzapina non la stavo piu prendendo( per il peso) e lui mi rispose che avrei dovuto avvisarlo ma che tutto sommato di lasciarla da parte e continuare con il fevarin a 200 mg e il lorazepam a 2,5. ma io questa cura la facevo già da almeno due mesi e non funzionava. a parte che secondo me anche il fevarin mi fa ingrassare perchè rallenta il metabolismo( ne è prova la stitichezza) a che serve proseguire a prendere sostanze inutili. funzione del fevarin qual'è ? non è che lo prendo ed è finita la dismorfofobia. vogliamo parlare dell' umore? be niente neanche su quel fronte. capitolo lorazepam: io mi sono assuefatto dopo anni. non provo più niente. prima mi faceva dimenticare tutto, diventavo addirittura brillante, divertente ora è solo un ricordo del passato. sinceramente a pensarci neanche questa finzione mi piace tanto. io vorrei pure fare l' ennesimo tentativo psicoterapeutico ma è tutto a settembre. cmq volendo riprendere( inutilmente) sto fevarin a quanto mi consigli di salire? cioè mi sparo subito 200 o come devo fare da stasera?

komet

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 06.08.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  komet il Lun Ago 08, 2016 7:46 pm

ah volevo aggiungere che il pronto soccorso sarebbe il tramite per andare in psichiatria. funziona cosi almeno credo. non ti puoi presentare senza passare dal pronto soccorso.

komet

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 06.08.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  merla il Lun Ago 08, 2016 9:37 pm

Allora, ammesso e non concesso che dove vivi tu sia più o meno come nelle realtà che conosco io, lo psichiatra non è neanche detto che sia di turno al pronto soccorso. Per cui in genere possono darti qualcosa che ti calmi se hai una crisi d'ansia in questo momento, che se non è il lorazepam, è magari un farmaci leggermente diverso. Poi può essere che ti fissino un appuntamento con uno psichiatra o che magari riesci a parlare con qualcuno, ma non vuol dire che ti prendano in carico perché di solito sono i csm di zona che ti prendono in carico.
Allora può anche essere che un medico che ti vede domani si prenda la resposanbilità di cambiarti la cura; tuttavia, se non prevede di seguirti a lungo termine perché il sistema è strutturato diversamente è più probabile (e più ragionevole) che ti rimandi a una struttura che ti può seguire a lungo termine.

Per il resto, ovviamente, io che dosaggio di farmaci tu possa/debba/sarebbe opportuno prendere stasera non posso saperlo; mi viene, solo per buon senso, di consigliarti di seguire la cura che ti è stata data, anche solo antidepressivo e ansiolitico se il medico era d'accordo, finché non trovi qualcuno che ti segua. Per il resto, che io sappia, gli antidepressivi hanno un tempo medio per fare effetto di qualche settimana; forse questo il medico doveva spiegartelo dall'inizio e spiegarti che c'è cmq la possibilità che dopo qualche settimana siano da ritarare.
Vedi tu come ti senti; la mia esperienza è che quando ho dimezzato gli antidepressivi di colpo per poi levarli qualche settimana dopo, ho sempre avuto una ricaduta, in genere peggiore,ho sempre avuto bisogno di dosaggi più alti o di cambiare medicina perché quella medicina lì non mi faceva più effetto. Quindi io posticiperei la questione a settembre, quando avrai modo di ragionare con il tuo medico o al csm o con un altro, di una cura di lungo termine.

Però, per non farti aspettative irrealistiche: io capisco che tu non stai bene adesso e un po' di ansia a leggerti arriva. Però un problema psichico non si risolve in due mesi. Sono cure lunghe, sia farmacologiche, ancor più lunghe psicoterapiche. Quindi sì, è vero che c'è da aspettare settembre, ma se anche ci fosse adesso sia il medico, sia lo psicoterapeuta, magari potrebbe tranquillizzarti un attimo per l'ansia o la preoccupazione, però in realtà non cambia così tanto. Non è un colloquio con lo psicologo che ti fa passare l'ansia o che risolve nel giro di un mese. Mi spiace che tu stia male adesso, però a concentrarti sul breve termine rischio poi di avere delle aspettative un po' troppo alte quando ti affidi a una o all'altra cura. Sono cose lente.
avatar
merla

Numero di messaggi : 2104
Data d'iscrizione : 09.01.08
Età : 41
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  komet il Lun Ago 08, 2016 10:03 pm

merla altro che ansia, molto peggio... non so come funziona da te, ma io sono già passato dal pronto soccorso della mia città tempo fa per un intossicazione da serenase. volevano ricoverarmi( pensando ad un tentato suicidio, cosa non vera).riuscii a convincerli che non era il mio intento. può anche essere che mi liquidino al pronto soccorso ma sinceramente spererei che davanti ad idee suicidiarie mi facessero parlare con uno psichiatra( o un tirocinante) nel padiglione di psichiatria e ridiscutere la terapia. cosa devo aspettarmi dopo mesi di nulla ancora da questa di terapia? e non parlo di 200 mg di fevarin ne dovrebbero bastare 100 per la depressione. questo psichiatra mi spinge sempre su questo farmaco, e anche quella del csm. sembra una congiura. sono ossessivo, ok prendo 200 mg di fevarin ma mi vuoi alzare l' umore? sono costretto a farmi il giro delle chiese( psichiatri) perchè mi danno sempre sto cacchio di fevarin.....io stasera ne ho preso 100 ma se devo aspettare un mese per vedere un miglioramento meglio che mi armo di coraggio e vado al pronto soccorso perchè settembre è un miraggio.aggiungo che io al csm non ci andrò più. e neanche dal grande e strapagato professore


Ultima modifica di komet il Lun Ago 08, 2016 10:17 pm, modificato 1 volta

komet

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 06.08.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  merla il Lun Ago 08, 2016 11:05 pm

Se in qualche modo ti tranquillizza, prova ad andare. Può essere che tu riesca a parlare con qualcuno e magari questo sul momento ti dà serenità che è già una buona cosa.

Però in realtà adesso la cosa che io credo ti farebbe meglio, è cercare di spostare la tua mente un po' lontano dalla questione del medico, dello psicologo e delle cure. L'ossessione è proprio dove sei adesso, e andare di fretta dal medico, o al csm, o dallo psicoterapeuta con fretta e urgenza è a sua volta ossessione; magari anche perché è agosto, non ci sono medici e servizi e hai paura di non trovare l'aiuto che ti serve.

Invece. dovresti spostare i pensieri su altro, dare il modo alla tua mente di tranquillizzarsi, anche per valutare le opzioni e il tipo di terapia più adatta, con cui ti trovi meglio. È difficile, ma se ti sforzi di concentrarti per breve tempo (non capita niente se non decidi stasera se andare o non andare al pronto soccorso; il pronto soccorso non si sposta) su altro: un film, un po' di musica, una passeggiata, quello che vuoi; la tua mente pian piano riuscirà a calmarsi e pian piano potrebbe scegliere con calma qual è la cosa migliore da fare.
Se invece continui a stare su queste domande, a chiedere 50, 100, 200 mg?, a ragionare se andare o non andare all'ospedale, la tua mente non ha modo di riposare e quindi neanche di ragionare con calma sulla scelta migliore per te.

Lo so che è difficile e mi dispiace che tu stia così; provaci però.
Buona notte
avatar
merla

Numero di messaggi : 2104
Data d'iscrizione : 09.01.08
Età : 41
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  hoenir il Mar Ago 09, 2016 5:47 pm

Ciao komet... se vuoi un cambiamento radicale della terapia purtoppo devi rivolgerti a uno psichiatra privato. Al csm seguono protocolli standard e oltretutto sei obbligato ad andare in quello di residenza. Al pronto soccorso ti danno come dice merla farmaci di emergenza ma non cambiano cura. Puoi optare per un ricovero in repartino... se te la senti. Potresti trovare uno psichiatra che ti canbia terapia ma "fuori" dall'ospedale dovrai sempre far riferimento al tuo cms. Quindi se vuoi un cambiamento radicale va fatto nel privato purtroppo e considerando che nel tempo dovrai potertelo permettere. Scusa se scrivo cose che sembrano dure ma è la mia esperienza. Ora ad agosto come dice merla aspetterei e poi cercherei informazioni in giro (associazioni web amici di amici) per rivolgerti a uno psichiatra privato. Non è detto che al primo tentativo trovi quello giusto. Nella mia esperienza ho trovato il dottore che ha osato cambiare terapia dopo un paio di giri a vuoto. Ma l'ansia pur comprensibile quando si sta così male è però cattiva consigliera.

hoenir

Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 05.07.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  merla il Mar Ago 09, 2016 6:44 pm

Solo per precisare, con tutte le eccezioni del caso: non "si opta" per il ricovero in repartino, è una decisione che spetta allo psichiatra che eventualmente visita.
A me, purtroppo, è capitato sia di andare io personalmente,sia di accompagnare (o addirittura di "ritrovare"..) in pronto soccorso amiche, madre, fidanzato, in condizioni ovviamente non belle: il repartino è stato preso in considerazione (e attuato) soltanto in due episodi molto gravi (e cmq dopo almeno una notte in barella in corridoio, sedati), quando la persona in questione era sostanzialmente in stato confusionale; la terapia è stata sostanzialmente sedativi e al repartino è seguito un ricovero di qualche settimana in clinica psichiatrica (dove sostanzialmente è proseguita la cura a botte di sedativi). Per poi essere rimandati, appunto, al csm o al sert di riferimento.

Questo, senza voler sminuire l'ansia di nessuno (si sta male, lo so benissimo e mi dispiace), solo per dare anche le dimensioni giuste alla questione: un ricovero in repartino (ma anche in clinica psichiatrica) è una brutta esperienza, che finché si può evitare è meglio evitare, è un'esperienza in cui non si sceglie, ci si trova in un contesto istituzionalizzato, insieme a persone che stanno male, con forti limitazioni delle libertà personali (non si va a spasso per il repartino a fare amicizia con gli altri pazienti né si scende a comprarsi il giornale, le visite dei parenti sono molto limitate, non è un ricovero in ortopedia, per esempio).
È una soluzione di emergenza, secondo me neanche delle migliori, e certamente non è un modo per cambiare cura farmacologica. Dal punto di vista farmacologico l'opzione del repartino (e per quanto ho visto anche delle cliniche) è unicamente la sedazione.

Quindi, insomma, scusa hoenir se mi sono scaldata un attimo, ma è un'opzione che non valuterei tanto alla leggera.
A parte quello io ho un'esperienza diversa: un protocollo sensato per dismettere i farmaci me lo aveva stilato proprio lo psichiatra del csm (che al tempo stesso mi aveva paventato anche la possibile opzione di una cura "a vita", tuttavia parlandoci chiaramente e con calma avevamo convenuto tempi e modi ragionevoli della dismissione). Poi lui s'è ammalato di cuore e non ha potuto seguirmi in realtà, ma, pur essendo seguita da altri, io poi avevo smesso i farmaci secondo il suo protocollo. Proprio lui mi aveva chiarito che smettendo e riprendendo i farmaci di propria iniziativa e troppo in fretta si rischiava (come succedeva a me) di annullare gli effetti positivi di una o dell'altra molecola.
Cmq, per dire, persone ragionevoli e disponibili esistono anche nel pubblico; poi ovvio se si scelgono cure non standard (ma con non standard intendo per esempio omeopatiche) allora spesso ci si deve rivolgere al privato, psichiatri o magari anche psicologhi disponibili a andare ai limiti della deontologia. Però lì diventa una scelta di campo relativa all'approccio da seguire, altrimenti si torna sempre allo stesso punto.
avatar
merla

Numero di messaggi : 2104
Data d'iscrizione : 09.01.08
Età : 41
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  komet il Mar Ago 09, 2016 7:14 pm

ciao hoenir e merla. in effetti la mia intenzione è rivolgermi al privato per la psicoterapia che è sicuramente impossibile al csm e la dottoressa che mi ha in cura al csm è la prima che me lo ha detto. per i farmaci mi pare pure che non ci siamo. comunque sono rimasto abbastanza sbigottito anche dal professore privato cui mi sono rivolto. non tanto per il costo( 150 euro) ma soprattutto per la durata( 30 minuti ), la terapia( non cambiata di una virgola) e per il dopo visita consistente in un aggiornamento telefonico di 5 minuti dopo una settimana( cosa che non mi riesce affatto) per poi rimandare tutto a settembre( e te pareva) per fare una eventuale psicoterapia con qualche suo tirocinante in ospedale sotto la sua supervisione. nel frattempo ho ripreso con il fevarin a 200 ma oggi ho sognato che piangevo e mi disperavo. ho passato la mia maggior parte del tempo a letto. grazie per il sostegno. mi sembra di essere in una situazione senza uscita.

komet

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 06.08.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  hoenir il Mar Ago 09, 2016 7:18 pm

Mi sembra che ognuno di noi sia portavoce di esperienze molto diverse. Il ricovero è stato volontario e "sponsorizzato" dalla psichiatra del csm che ha preso accordi con la psichiatra dell'ospedale ma forse è stato più facile perchè in famiglia ci sono due bimbi piccoli. Non ho trovato il repartino terribile ma un posto umano con umani che soffrivano. Visite in orari stabiliti ma il paziente poteva uscire. Eccetto i tso che è vero sono la maggior parte.
mi dispiace ma non credo nel pubblico perchè come ho già scritto in un topic per i malati mentali c'è l'obbligo della struttura di riferimento sulla base della residenza e nella mia esperienza non ho ricevuto la cura adeguata. E non lo dico per i miei mesi di sofferenza mia ma per la sofferenza che ho causato ai miei figli.
Non volevo farti scaldare merla. Secondo me siamo monadi ognuno di noi ha la SUA esperienza. Purtoppo le terapie le psicoterapie e le risorse interiori personali che ci hanno aiutato a venir fuori non sono replicabili.
Non ho mai mutato o sospeso terapie di mia iniziativa. Mi sono fidata dei medici come per qualunque malattia.
Mi rammarico di non aver potuto prendere appuntamento con altri medici del ssn perché sembra non sia possibile. Ringrazio di lavorare e di aver trovato uno psichiatra che mi ha tirato fuori al momento da una crisi maggiore che stava devastando tutto.
Non posso che augurare a tutti noi di trovare/mantenere il nostro equilibrio ma non ho il consiglio giusto.

hoenir

Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 05.07.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  hoenir il Mar Ago 09, 2016 7:18 pm

Mi sembra che ognuno di noi sia portavoce di esperienze molto diverse. Il ricovero è stato volontario e "sponsorizzato" dalla psichiatra del csm che ha preso accordi con la psichiatra dell'ospedale ma forse è stato più facile perchè in famiglia ci sono due bimbi piccoli. Non ho trovato il repartino terribile ma un posto umano con umani che soffrivano. Visite in orari stabiliti ma il paziente poteva uscire. Eccetto i tso che è vero sono la maggior parte.
mi dispiace ma non credo nel pubblico perchè come ho già scritto in un topic per i malati mentali c'è l'obbligo della struttura di riferimento sulla base della residenza e nella mia esperienza non ho ricevuto la cura adeguata. E non lo dico per i miei mesi di sofferenza mia ma per la sofferenza che ho causato ai miei figli.
Non volevo farti scaldare merla. Secondo me siamo monadi ognuno di noi ha la SUA esperienza. Purtoppo le terapie le psicoterapie e le risorse interiori personali che ci hanno aiutato a venir fuori non sono replicabili.
Non ho mai mutato o sospeso terapie di mia iniziativa. Mi sono fidata dei medici come per qualunque malattia.
Mi rammarico di non aver potuto prendere appuntamento con altri medici del ssn perché sembra non sia possibile. Ringrazio di lavorare e di aver trovato uno psichiatra che mi ha tirato fuori al momento da una crisi maggiore che stava devastando tutto.
Non posso che augurare a tutti noi di trovare/mantenere il nostro equilibrio ma non ho il consiglio giusto.

hoenir

Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 05.07.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  merla il Mar Ago 09, 2016 7:53 pm

Sì però si tratta di esperienze diverse.
Posso capire che in determinate situazioni il ricovero possa essere una soluzione tampone per alleviare una situazione faticosa. Per dare una sorta di polmone a determinate situazioni familiari. Anche il mio compagno aveva chiesto e ottenuto un ricovero volontario (senza passare dal repartino però) in un contesto simile, perché in casa non si viveva più.
Però appunto sono soluzioni di emergenza, per tamponare il contesto e prendere fiato, non sono soluzione consigliabili per impostare una cura.
Tra l'altro lo dice la tua stessa esperienza, csm, repartino, ma poi per impostare la cura hai dovuto ricorrere al privato.
Io davvero, qui non voglio demonizzare né i servizi, né tantomeno la psichiatria, perché cmq servono e, tra l'altro, sia nel caso di mia madre, sia nel caso del mio compagno, i loro ricoveri hanno fatto molto comodo a me, perché io ho preso appunto fiato.
Ma in entrambi i casi gli effetti sul paziente del ricovero in sé in termini di cura e terapia (e il mio compagno si era veramente illuso di svoltare con questo ricovero) sono stati irrilevanti, salvo essere sedati (che non è stata una cosa positiva in entrambi i casi), rimandati agli stessi servizi che li avevano in cura prima o a cui avrebbero dovuto rivolgersi prima. Dopo aver speso tre settimane di vita ricoverati (e un ricovero è sgradevole in sé, credo che sia palese).

Quindi, mi spiace se sono secca, ma non mi sembra un consiglio opportuno da dare a una persona che sta ragionando sulla propria terapia. Mi sembra solo foriero di un'esperienza sgradevole, non necessaria e probabilmente di un'altra delusione.
avatar
merla

Numero di messaggi : 2104
Data d'iscrizione : 09.01.08
Età : 41
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  komet il Mar Ago 09, 2016 8:02 pm

merla, se potessi sedarmi autonomamente sarebbe prendere fiato anche per me per questo mese. insomma staccare un po da tutto, anche se non è la soluzione, mi darebbe fiato. anche tu mi hai consigliato vedi un film, ascolta la musica ma mi sembra inutile e il pensiero è sempre rivolto a me stesso alla mia infelicità e mia non serenità pure. forse la mia ossessione sono me stesso. non riesco a staccare. ieri notte sono stato ossessionato dal pensiero del fallimento visto che ho 39 anni, senza lavoro nè affetti importanti e sento come la corsa al tempo. sono stato cosi forse anche un ora a pensare, girarmi nel letto e cercare di tranquillizzarmi. aggiungo che ho volontariamente fatto il vuoto intorno a me. gli amici escono ma io no non me la sento.

komet

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 06.08.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  merla il Mar Ago 09, 2016 8:32 pm

komet, però, e non vorrei sembrare troppo aggressiva.
Ma l'olanzapina in sé seda, altroché, e tu hai smesso di prenderla; magari anche giustamente perché in sé non rappresentava una soluzione, e su questo posso anche essere anche d'accordo.

Però tutte le soluzioni, hanno degli effetti collaterali, se vuoi stare senza (o con pochi) farmaci, inevitabilmente ti troverai costretto a giocartela faticosamente con le tue difficoltà senza il supporto del farmaco; se invece vuoi stare più tranquillo, almeno sul breve termine e tentare magari anche con un approccio psicoterapico ma senza tout court rinunciare al supporto dei farmaci, purtroppo devi mettere in conto gli effetti collaterali.

La scelta è tua; e andrà bene la scelta che farai. Ma se prima ti fai dare i farmaci, poi te li togli o li riduci, poi li aumenti, e vai in crisi, come ieri o come ora, ti fai solo più del male perché corri dietro alla tua ansia. A questo punto aggiungere anche il fattore del pronto soccorso, del repartino, della clinica o altro, non è che ti aiuta. Aggiungi elementi che ti creano confusione e ti creano altra ansia.
Non è facile non pensarci, lo capisco davvero. Però se ci pensi, e di conseguenza agisci, rischi di complicarti ancora la situazione, perché fai tutto e il contrario di tutto e ti complichi soltanto tutto di più.
avatar
merla

Numero di messaggi : 2104
Data d'iscrizione : 09.01.08
Età : 41
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  komet il Mar Ago 09, 2016 9:04 pm

merla io ho il problema del peso. e non parliamo di 5 kg. ma di 18 kg in più. ho anche questo problema che non è solo estetico ma anche di salute. l' olanzapina fa ingrassare di brutto. non è che non si noti. già i commenti divertiti di amici sono umilianti perchè mi dicono che gambe hai messo su oppure ma che ti è successo e io non posso dire sapete prendo uno psicofarmaco che mi fa ingrassare per alimentare altro pettegolezzzo. questo farmaco fa prendere altro che 1 kg o 2 al mese, anche 2 la settimana. e anche l' antidepressivo non aiuta. io non riesco a scendere di peso. questo mi rattrista ulteriormente perchè mi ricordo di quando un estate fa ero magro. non posso fare altro che prendere i 200 mg di fevarin( già sono stitico da oggi causa fevarin). d' altronde questa è la terapia concordata sia dal professore che dal csm.

komet

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 06.08.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  merla il Mer Ago 10, 2016 7:44 am

Sì, ma non ti stavo consigliando di riprendere l'olanzapina.

Ti stavo solo facendo notare che, e succede a tutti, la tua ansia ti impedisce di fare una scelta, transitoria, tra diverse possibilità, ognuna con vantaggi e svantaggi: se prendi un farmaco più forte, quasi certamente avrai maggiori effetti collaterali fisici (ingrassare, stitichezza, variazioni dell'appetito incluse), se prendi meno farmaci, avrai meno effetti collaterali, ma dovrai sopportare un po' più di agitazione, se non prendi farmaci e affronti il problema in un altro modo (per esempio con la psicoterapia) non avrai effetti collaterali, ma dovrai anche sopportare uno stato di malessere più elevato. Ci sono magari anche altre opzioni/approcci, ma ognuno con vantaggi e svantaggi e la scelta può essere soltanto tua; il fatto di andare al csm, privatamente, pronto soccorso o repartino in realtà non cambia nulla tra le opzioni disponibili, perché se esistesse una soluzione indolore e priva di effetti collaterali al malessere psichico, non ci sarebbe neanche questo forum. E il fatto di ragionarci 5/6 giorni prima di ferragosto è un po' la riprova che l'ansia ti sta prendendo la mano.

Detto questo: tieniti l'opzione pronto soccorso come extrema ratio, come una sorta di pensiero tranquillizzante per i momenti di maggiore ansia, tipo "mal che vada, vado all'ospedale", ma per il resto cerca di depotenziare l'ansia e di non darle troppo retta. Brutta, sgradevole, si sta male ma è solo ansia e l'urgenza non c'è, è la stessa ansia che ti fa percepire l'urgenza di far qualcosa. Però è anche l'emozione che ti fa prendere un giorno 50 mg, un giorno 100 mg e un giorno 200 mg, e se c'è una cosa totalmente indiscutibile è che variare il dosaggio di una cura così solo sull'onda dell'emotività fa male. Quindi insomma, magari ansia e urgenza sono cattive consigliere e a non dar loro retta, ti fai del bene.

Ciao
avatar
merla

Numero di messaggi : 2104
Data d'iscrizione : 09.01.08
Età : 41
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  komet il Mer Ago 10, 2016 10:55 am

ieri nel letto con gli occhi aperti per 2, 3 ore non so, nel buio( mentre mia sorella dormiva nella stessa stanza), non ho potuto fare altro che rimuginare su me stesso, su quanto sia infelice, depresso, fallito, su quanto i miei genitori sono stati assenti e a quanto vorrei farla finita. ho preso altri 50 mg di fevarin. quindi in totale 250.

komet

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 06.08.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: agosto, depressione, suggerimenti

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum