Situazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Situazione

Messaggio  Rudolf_Gunsche il Sab Mar 04, 2017 5:00 pm

Ciao a tutti,
ho deciso di iscrivermi a questo forum per confrontare la mia situazione con chi ne vive una simile. Solitamente non ho mai scritto gli affari miei in giro per internet e farlo è già di per se una cosa molto insolita per me.
Ho 27, sono uno studente universitario e ho, o avevo, una vita tutto sommato normale. Ora sto attraversando un momento terribile, che tanto momento non è visto che va avanti da parecchi mesi. Credo di essere affetto da un qualche tipo di disturbo bipolare. Ora vi racconto come è iniziato tutto.
Lo scorso anno (2015/2016) vivevo a Berlino, avevo un buon lavoro, studiavo e avevo una vita normale, sentivo solo la mancanza di una cosa: una compagna. Dopo una relazione fallimentare che mi aveva quasi distrutto (lei voleva la coppia aperta a distanza visto che stava in Italia), conosco una ragazza, che abita nella città sede della mia università italiana. La cosa naturalmente avviene via facebook, parliamo, parliamo, ci piacciamo, ci telefoniamo. Sembra tutto perfetto eccetto una cosa: lei si sta rivedendo con il suo ex. Io decido comunque id provarci e decidiamo di vederci per qualche giorno a febbraio 2016, lei aveva casa senza genitori (ha 31 anni premetto). Passiamo dei giorni stupendi sebbene varie volte lei fece delle obiezioni un po assurde relativamente ad una possibile relazione (sei più piccolo, i miei avrebbero difficoltà ad accettarti, hai delle amiche e io non credo all'amicizia tra uomo e donna). Quando torno in Germania lei mi fa capire che se avessi voluto una relazione sarei dovuto stare in italia, perché cosi lei non vedeva alcun futuro. Passo dei giorni terribili (vivere a Berlino era il sogno della mia vita) e alla fine decido di tornare in Italia. Mi licenzio dal lavoro e torno nel mese di marzo per dare un esame e organizzare il trasloco. Durante il mese di marzo vado una settimana ospite di una mia amica per poter vedere questa ragazza, stiamo insieme, non tanto quanto avrei voluto per il problema genitori, ma stiamo insieme. Io mi innamoro, lei no. Mi dice molte volte che non vuole che torni in italia per lei, io me ne infischio e continuo con l'idea di tornare. Torno in Italia, riprendo una stanza nella mia città universitaria, vicino a lei, ma lei continua a non tagliare con l'ex ragazzo, continua a fare obiezioni sui genitori, sul fatto che sono più piccolo e che studio ecc e continuiamo a vederci nella "clandestinità". Poi iniziano i problemi, relativamente alla mia vita sociale, su facebook metto like anche a foto di donne e questo a lei da fastidio, all'università mentre aspetto per un esame mi metto a parlare con delle ragazze (corso di laurea femminile al 99%) e questo causa una discussione infinita. Lei dice di non fidarsi di me poiché in passato ha avuto una relazione disastrosa con un tipo che a detta di lei aveva alcuni comportamenti simili ai miei. La cosa non sembra andare, io sono triste, arrabbiato e pentito di essere andato via dalla germania, cerco un piano B. Trovo una laurea magistrale a doppio titolo italo tedesco che mi consentirebbe di tornare in Germania, si svolge in una città diversa da dove sono ora e da dove è lei. Inizio a pensarci. Nel mentre è già luglio, io sto scrivendo la tesi di laurea, lei in una delle nostre tante conversazioni telefoniche mi dice che sente la mancanza del ragazzo. Io sono completamente allibito, decido di trasferirmi. Ci vediamo la sera prima, stiamo insieme, io piango, sono triste, ho paura di aver fatto una stronzata. Non vorrei più partire. Il giorno dopo parto in lacrime. Sono triste nella nuova città, lei mi manca, continuiamo a sentirci ma lei è fredda, mi dice che da quando le avevo detto che volevo partire ha iniziato a staccarsi, dice di non fidarsi di me perche ho aggiunto su facebook anche delle ragazze mentre cercavo casa (gente con cui cercare casa insieme), non si fida, dice che ho fatto tutto io. Ora la situazione è questa. Lei non ne vuole più sapere di me, non mi risponde al telefono, mi ha bloccato su whatsapp, non risponde agli sms. Io cerco di non essere pressante ma mi manca da morire. Non riesco più ad esser felice. Ho pensato di provare ad uscire con altre ragazze, ma qui è uscito fuori un problema collegato. Ora non riesco più a relazionarmi ad una donna. E' più forte di me, non riesco ad approcciare con una donna. Non sono più felice nonostante la mia vita mi dia sufficienti motivi per esserlo, mi sono laureato, la mia carriera universitaria procede ottimamente, i prof mi stimano, i miei amici nella mia città natale mi vogliono bene. L'utlima volta che ho bevuto sono finito a piangere pensando a lei mentre i miei amici mi riportavano a casa. Varie volte penso al suicidio ma ho paura del dolore e quando sono in giro cerco cose strane, ferramenta che vedono corde, anche se in casa non avrei posto dove appendermi. Non ho più il porto d'armi e non ho più armi, ho pensato al gas ma il mio salotto è grande, non ho i contatti nel mondo della droga per reperire degli psicofarmaci. Non so come fare. Sento di aver bisogno di aiuto ma non posso permettermi uno psicologo e l'unica cosa che mi hanno saputo dire è stata di rivolgermi al centro di salute mentale locale. Il consultorio mi ha scaricato perche sono troppo grande. Scusate se ho scritto un po di getto, forse senza senso, volevo sfogarmi. Se avete consigli scrivetemi, magari vi lascio la mia mail.

Rudolf_Gunsche

Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 04.03.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione

Messaggio  corolla il Dom Mar 05, 2017 7:45 pm

Perché intanto non provi a parlarne con il tuo medico di base?

corolla

Numero di messaggi : 80
Data d'iscrizione : 08.06.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione

Messaggio  Rudolf_Gunsche il Dom Mar 05, 2017 7:46 pm

corolla ha scritto:Perché intanto non provi a parlarne con il tuo medico di base?
Qui non ho ancora un medico di base. A giugno vado via e non sono stato a scegliere il medico. Ho preso solo la residenza.

Rudolf_Gunsche

Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 04.03.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione

Messaggio  merla il Dom Mar 05, 2017 8:39 pm

Allora senti davvero il centro di salute mentale (che in ogni caso è il servizio a cui probabilmente ti avrebbe rinviato il medico della mutua).
Sono ad accesso diretto in genere, quindi non ti serve l'impegnativa del medico e, al massimo, potresti dover pagare il ticket.
Chiami, fissi un appuntamento e poi sarà chi ti vede per la prima volta (medico o psicologo, non lo so) a spiegarti la procedura per fare dei colloqui con degli psicologi.
avatar
merla

Numero di messaggi : 2096
Data d'iscrizione : 09.01.08
Età : 41
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum