Purtroppo, eccomi.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Purtroppo, eccomi.

Messaggio  चाय il Mar Apr 12, 2016 5:37 pm

Ciao a tutti, sono un ragazzo di 22 anni della provincia di Milano. Scrivo qui perchè è l'unico posto su cui mi sono convinto a farlo dopo circa un anno. Sono praticamente impossibilitato nel fare qualsiasi cosa, anche andare dallo psichiatra. Sono riuscito ad andare dalla psicologa solo dopo aver avuto una crisi e aver supplicato la mia ex ragazza di darmi qualche contatto e contattarla lei per me. Ma la psicologa è stata altamente inutile per me. Da circa tre anni non combino un bel niente, mi trascino avanti. Credo che questa situazione però sia molto più vecchia di questi tre anni. Ho la separazione dei miei genitori alle spalle, quando avevo 14 anni. Non parlo più in modo normale con i miei genitori, fratelli e parenti. Quando sono in casa loro vorrei che non ci fossero, mi sento a disagio. Le uniche persone con cui parlo apertamente sono alcuni dei miei amici, circa 3 o 4. Non riesco più a conoscere bene le persone, ci parlo, anche a lungo, ma le mie relazioni con le persone si basano più su domande che faccio a loro e ascoltare le risposte, non mi stupisce niente, sono freddo. Le ultime ragazze per cui provavo qualcosa non hanno accettato di uscire con me. Ora sono senza meta, senza voglia di fare quelle poche cose che quasi mi interessano. Credo di iniziare a soffrire di incubi e disturbi nel sonno. Ogni giorno mi prometto di fare qualcosa il giorno dopo, ma il sonno mi cancella tutto, mi sembra quasi di avere una memoria a corto termine; se sono a casa a disperarmi, esco con un amico e quando torno non ci penso più, è un palliativo, magari senza amici riuscirei a raggiungere quella disperazione che mi farebbe muovere e cercare un aiuto più serio. Vorrei essere spensierato, prima della separazione dei miei genitori, e prima di tre/quattro anni fa, stavo più o meno bene. Tuttora sento in me una grande forza, delle grandi possibilità; sento che se mi sbloccassi potrei fare tutto quello che ora nella mia mente sono solo sogni irrealizzabili. Questa è l'unica cosa che mi porta avanti credo, una antica autostima per quello che ero e forse potrei ancora essere. Sono aperto a commenti, e a chiunque abbia anche voglia di scambiare due parole su questo o su qualsiasi altra cosa, anche in chat per scrivere più tranquillamente. Sto anche cercando di muovermi e provare ad andare da uno psichiatra, ma credo costino tanto. Diciamo che dovrei investire sulla mia salute, qualche soldo da parte lo ho, ma non vorrei buttare i miei soldi, se qualcuno conosce un dottore bravo o convezioni e cose simili mi faccia sapere.
Un abbraccio ai fratelli sofferenti.
चाय

चाय

Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 14.12.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Purtroppo, eccomi.

Messaggio  Bad Trip il Mer Apr 13, 2016 10:19 pm

Trovo interessante la parte in cui dici di parlare apertamente coi tuoi amici. Che ti dicono? Io li ho evitati per anni in quanto mi vergognavo di essere depresso, e lo ero a tal punto di fregarmene degli amici, finsi anche di andare in un paese estero per evitare le solite domande: che fine hai fatto? lol.

Psicoterapia, psichiatri, etc. io li prenderei in considerazione solo come ultima spiaggia e solo se altamente qualificati. Questi giocano col cervello della gente troppo facilmente.

Poi sinceramente non mi sembri così nella cacchina da doverti affidare a loro, ok che non fai un cazzo da 3 anni, ma si vede che puoi permettertelo.... ti mantengono. Non sei un'ameba che non riesce ad alzarsi dal letto.

Un lavoro lo hai mai cercato?
avatar
Bad Trip

Numero di messaggi : 63
Data d'iscrizione : 30.09.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Purtroppo, eccomi.

Messaggio  चाय il Mer Apr 13, 2016 11:52 pm

Bad Trip ha scritto:Trovo interessante la parte in cui dici di parlare apertamente coi tuoi amici. Che ti dicono? Io li ho evitati per anni in quanto mi vergognavo di essere depresso, e lo ero a tal punto di fregarmene degli amici, finsi anche di andare in un paese estero per evitare le solite domande: che fine hai fatto? lol.

Psicoterapia, psichiatri, etc. io li prenderei in considerazione solo come ultima spiaggia e solo se altamente qualificati. Questi giocano col cervello della gente troppo facilmente.

Poi sinceramente non mi sembri così nella cacchina da doverti affidare a loro, ok che non fai un cazzo da 3 anni, ma si vede che puoi permettertelo.... ti mantengono. Non sei un'ameba che non riesce ad alzarsi dal letto.

Un lavoro lo hai mai cercato?

Per parlare apertamente con i miei amici intendevo che sono le uniche persone con cui parlo normalmente, con le altre, tipo i miei genitori, sento un profondo disagio. Non faccio nuove conoscenze da almeno 5 anni. Con le nuove persone che conosco mi limito solo a fare domande e ascoltare le risposte, non riesco ad aprirmi nemmeno un po'. Attualmente lavoro, da quasi un anno. Ho iniziato perché la paga era davvero buona per il lavoro che dovevo fare, ora è diminuita ma ho intenzione di lasciare a breve. Da quando ho iniziato ho avuto meno tempo per pensare a questa vita, ma anche meno tempo per decidere cosa fare, mi sono annoiato sempre di più e faccio sempre meno cose. Sono pure part time. Andando avanti così finirei per accettare definitivamente la mia situazione e non cercare di migliorarla, capire che non sono fatto per studiare e mollare tutto. Invece come hai letto mi sento dentro che potrei farcela e spaccare. Non ti sembro nella cacchina, magari fosse così. Tre anni di assoluto niente, mentre i miei amici si laureano, si fidanzano e hanno relazioni serie, trovano un vero lavoro. Mi sembra di star perdendo la mia vita nel momento migliore. Riesco ad alzarmi dal letto si, ma per mettermi di fronte al pc. Passo la maggior parte del tempo davanti al pc quando non sono al lavoro. Io credo di essere arrivato all'ultima spiaggia. Ho provato lo psicologo, niente di che, andavo lì mi sfogavo e parlavo come facevo qui e poi tornavo a casa. 60€ a botta. Avevo iniziato una specie di terapia dove muoveva il dito e mi diceva cose, ma a me sembravano tutte cazzate, ho letto su internet che sono studi scientifici veri ma non mi hanno fatto nulla. Posso permettermi fino a un certo punto. I miei genitori mi mantengono ma prima o poi smetteranno e io ovviamente a stare con loro sono a disagio. Mi sembra un circolo vizioso. Aspetto il miracolo al momento, svegliarmi domani e capire che qualcosa è la mia passione e vivere per quello e non dare più importanza al resto.

चाय

Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 14.12.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Purtroppo, eccomi.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum