Confessare un passato da depresso è un tabù?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Confessare un passato da depresso è un tabù?

Messaggio  Philippe il Ven Set 18, 2015 7:03 pm

Ciao a tutti.
Ho sofferto di depressione negli anni successivi alla fine del liceo. Mentre i miei coetanei studiavano, viaggiavano, facevano scelte importanti ed esperienza del mondo (in una parola: diventavano adulti), io vivevo in un isolamento quasi fisico e nel totale oblio di me stesso.

Uscirne non è stato semplice come aprire la porta della mia cameretta. Al contrario, è costato una brutale presa di coscienza e un anno di acute sofferenze, durante il quale ho potuto contare sul sostegno della mia famiglia e di un paio di amici, oltre al supporto di una professionista.

Non so se oggi, a due anni di distanza, posso dirmi “guarito”, ma riesco guardare alla persona che sono stato con sufficiente distacco e, soprattutto, ho ricominciato a vivere, a fare progetti, a stare in mezzo agli altri.
Ed è qui che nasce il problema.

Molti, moltissimi, praticamente tutti prima o poi mi chiedono: cosa hai fatto in questi anni?
È una domanda inevitabile, ingenua, più che legittima, e la risposta a dire il vero è altrettanto facile. Ma impossibile da proferire.
Si potrebbe obiettare che è una mia paranoia, che la risposta spaventa più me che gli altri, e magari è pure vero, ma sfiderei chiunque a confessarlo senza il timore di essere giudicato e allontanato.

Non voglio paragonare situazioni che non c’entrano, ma lo farò comunque: a volte ho l’impressione che, se dovessi confessare d’aver avuto un tumore, non rischierei di incorrere nella stessa diffidenza, anzi, forse susciterei persino compassione. Perché nella percezione comune il male fisico ci ricorda – o ci fa illudere – di essere in salvo, fortunati; mentre la depressione è da qualche parte dentro di noi, anche se ignoriamo dove, è un piccolo anfratto buio come quel buio che ci terrorizzava da piccoli, dove temiamo di sprofondare, e genera molta più paura.

Ovvio che nessuno confesserebbe con leggerezza al primo con cui si trova a chiacchierare un episodio imbarazzante e ridicolo, figuriamoci un dolore vissuto, di qualsivoglia natura o entità. Ma la depressione rimane fra questi il più inconfessabile, se non a chi, come te, ha conosciuto la stessa sofferenza. Una cicatrice che bisogna nascondere per sempre.

Chiedo a voi: qualcuno vive o ha vissuto un’esperienza simile? Secondo voi come ci si comporta?

Philippe

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 18.09.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Confessare un passato da depresso è un tabù?

Messaggio  newnew il Ven Set 18, 2015 7:38 pm

il mio periodo di buio (cose tipo 15 ore di computer al dí) dopo la scuola è stato di soli sei mesi, quindi non ero nella tua stessa situazione.

io ignorerei la domanda, o la evaderei con qualche battuta (ero in missione segreta, mi hanno rapito gli alieni, ecc...), o inventerei qualcosa di plausibile (lavoricchiavo, studiavo, cercavo lavoro). ciao

newnew

Numero di messaggi : 196
Data d'iscrizione : 04.05.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Confessare un passato da depresso è un tabù?

Messaggio  giuliopiacente il Ven Set 18, 2015 8:57 pm

La cosa inportante e che sei uscito da questa malattia poi 2 anni in una intera vita non e molto tempo dove devi dare spiegazioni concrete a persone nuove che conosci adesso poi puoi sempre dire che ai fatto gite e ora ti organizzi il tuo futuro .

giuliopiacente

Numero di messaggi : 20
Data d'iscrizione : 27.07.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Confessare un passato da depresso è un tabù?

Messaggio  Marta31 il Dom Set 20, 2015 12:34 pm

Io soffro tutt'ora di depressione. E probabilmente quest'anno non tornerò all'università. Penso a quale risposta fare alle persone che me lo chiederanno. Anch'io ho paura a dire la verità perché sicuramente non sarò capita, verrò guardata male. Purtroppo la depressione è difficile da gestire anche per questo: non viene riconosciuta come malattia, non viene capita. A molti sembra che sia un "capriccio", una "scelta" o peggio, un modo per attirare l'attenzione

Marta31

Numero di messaggi : 22
Data d'iscrizione : 25.08.15
Età : 22

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Confessare un passato da depresso è un tabù?

Messaggio  newnew il Dom Set 20, 2015 7:03 pm

In un mondo in cui tutti fingono di essere perfetti, speciali, e magnifici, conviene fingere di essere perfetti, speciali, magnifici.

Oppure ci si può chiamare fuori dal confronto, ma ogni scelta ha conseguenze positive e negative. Effetti ricercati ed effetti collaterali.

E' una lotta continua tra la propria individualità che si ribella all'omologazione e la propria socialità che rifugge l'emarginazione. Rima non voluta.

newnew

Numero di messaggi : 196
Data d'iscrizione : 04.05.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Confessare un passato da depresso è un tabù?

Messaggio  Nadienj il Mar Set 22, 2015 2:34 pm

Philippe ti capisco benissimo capita anche a me ogni volta si accenni al fatto dei miei 3anni buttati via. Il brutto è che sta ricapitando. Ma sii fiero di te stesso perché ti stai ricostruendo la tua vita a quella domanda se non te la senti evitala in qualche modo. E rispondi con sincerità quando sei a tuo agio.

Nadienj

Numero di messaggi : 25
Data d'iscrizione : 22.09.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Confessare un passato da depresso è un tabù?

Messaggio  Ganimede50 il Sab Set 26, 2015 4:54 pm

Io anni ne ho buttati 5 alla fine delle superiori. Adesso sto cercando di recuperare, ma è praticamente impossibile. Eccome se mi ci vedo nella tua situazione. Sempre voglia di risolverla ritirandomi in una baita in montagna con 4 capre!!!!

Ganimede50

Numero di messaggi : 47
Data d'iscrizione : 14.02.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Confessare un passato da depresso è un tabù?

Messaggio  Pollock95 il Sab Set 26, 2015 10:57 pm

Io ho sofferto e soffro tuttora di depressione... Usare questo temine così a vanvera mi sembra tuttavia poco opportuno. Credo sia troppo generico perché, come dici te, ci sono talmente tante sfumature che noi stessi non conosciamo. Io ho parlato della mio stato a solo una persona e poi a voi, anzi dovrei dire al mondo intero visto che siamo sul web. Ma non riesco a trovare dei riscontri positivi. Come dici te parlarne è difficile, una malattia derebbe compassione e simpatia, la depressione emarginazione e solitudine.

Pollock95

Numero di messaggi : 27
Data d'iscrizione : 26.09.15
Età : 21
Località : Padova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Confessare un passato da depresso è un tabù?

Messaggio  Bad Trip il Mer Set 30, 2015 6:26 pm

Abbiamo background e situazione simile.

Gli anni di depressione ed isolamento, una volta tornato in "real life", gli ho fatti diventare agli occhi dei miei amici/conoscenti anni in cui ero a lavorare all'estero, nel mio paese d'origine. (Sul momento mi era sembrata la cosa più sensatamente verosimile da fargli bere).

La verità è che non frega un cazzo a nessuno di quello che hai fatto, ma anche dire sono stato 2-3 anni sopra un divano suona troppo fuori-di-cervello.

In ogni caso sta balla mi segue come un'ombra,  ed appena esce fuori il discorso, per non imbruttirmi, mi autoconvinco che anche i miei interlocutori nascondono i loro scheletri nell'armadio, e finisce lì.
avatar
Bad Trip

Numero di messaggi : 63
Data d'iscrizione : 30.09.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Confessare un passato da depresso è un tabù?

Messaggio  jeanluc il Sab Ott 03, 2015 5:02 pm

Nell'abbattere questo "tabù" giochiamo un ruolo fondamentale, fintanto che ci inventeremo scuse per non dire la verità sarà difficile che nel sentire comune la depressione diventi una patologia accettata e compresa come le altre.

Credo serva un buon compromesso: io generalmente lo dico senza giri di parole alle persone che per cultura e sensibilità possono capire di cosa sto parlando, sarebbe inutile dirlo a qualcuno che non ha idea di cosa sia la depressione.

Aiuta sicuramente a prendere le distanze da quel momento, ma anche a capire che un problema come la depressione sarà sempre parte di noi, farà sempre parte della nostra storia personale, e che forse proprio nei momenti di benessere sta a noi cercare un ambiente favorevole che renda più difficile un'eventuale recidiva.
avatar
jeanluc

Numero di messaggi : 109
Data d'iscrizione : 24.12.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Confessare un passato da depresso è un tabù?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum