Angoscia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Angoscia

Messaggio  Stef il Sab Gen 26, 2008 7:02 pm

Oggi pomeriggio sono stato a letto come stamattina: solo a pranzo la pausa, poi, senza nemmeno mangiare la frutta, di nuovo a letto.
Quello che ha dominato la giornata di oggi è stata l'angoscia per il cambiamento di lavoro che deve avvenire.
Poi non vedo un futuro, la depressione non passa mai, con tutte le cure, i medicinali (otto), il neuropsichiatra, la psicologa, il dietologo che è anche ricercatore in neuroscienze. Non vado avanti, ho il terrore di quest'estate: che farò? Stavolta starò solo completamente.
Ma perché si deve stare così male, perché si deve essere così fragili?
Un tempo non era così, o la vita è sempre stata problematica? Ricordo bei tempi, almeno prima si alternava l'infelicità alla felicità seppur breve. Oggi è tutto in tono minore, il mondo è in fase calante, c'è poco da rallegrarsi.
avatar
Stef

Numero di messaggi : 1007
Data d'iscrizione : 13.01.08
Età : 63
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ciao

Messaggio  Depressissimo il Sab Nov 14, 2015 3:34 pm

leggo che dici scrivi
<< Ricordo bei tempi, almeno prima si alternava l'infelicità alla felicità seppur breve. >>
be'
se ti puo' ''' consolare''
per me' questa alternanza tra felicita'=fette dolci e infelicita'=fette amare
NON SI E' MAI te lo posso giurare su tutto quello che vuoi CHE PUBBLICAMENTE TI GIURO
NON SI E' MAI VERIFICATA

CIAO MITICO .

Depressissimo

Numero di messaggi : 50
Data d'iscrizione : 10.11.15
Località : mondo

Vedi il profilo dell'utente http://regoledisumane.jimdo.com/autobiografia-autore-sito/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum