Gelosia del cane

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Gelosia del cane

Messaggio  mazzonrocky il Ven Nov 11, 2016 11:25 am

E' un argomento quasi risibile, lo so. Ma ho bisogno di parlarne con qualcuno di esterno alle amicizie e alla famiglia, ho bisogno di pareri senza coinvolgere nessun altro, per non creare tensioni, critiche, non cercare appoggio a me, che si tradurrebbe in allontanamento dall'altra.
Mia moglie è iperstressata da iperlavoro, ed è reduce da importante intervento oncologico di alcuni anni fa, ora risolto, ma tracce ne ha lasciate.
Io sono in psicoterapia da tre anni, perchè non riuscivo più a scaricare la mia tensione e la rabbia e rischiavo di diventare pericoloso.
La prossima seduta dovrebbe essere l'ultima, e in effetti non credo che potrei continuare a trarne giovamento. Ho regalato a mia moglie, insieme alle mie figlie, una cucciola che per lei era importantissimo, per tante ragioni che non sto a raccontare. Questa cucciola che ha ora 7 mesi è innamorata pazza di me e io di lei, Ovvio, sta più tempo con me e io la faccio divertire. Per la prima volta, sto anche educando un mio cane, li ho sempre lasciati selvaggi. Per me è bellissimo. Mia moglie non fa altro che crticarmi, con modi insopportabili, per ogni cosa che faccio, in particolare con il cane. E' la classica storia della vecchia coppia, non più a rischio separazione perchè i legami sono troppo stretti ed indissolubili, nella quale si vive "da cani", per gelosie. ripicche, vecchie questioni sempre in sospeso, anche se eri convinto di aver chiarito tutto. La cosa è vermanete insopportabile, e ancora, dopo tre anni di psicoterapia e con tutta la buona fede e la volontà possibile, ho istinti di spaccare tutto, e mi trattiene solo la consapevolezza che non otterrei niente. Dico la verità: non cè una via di uscita, so di non avere speranze. Sono in trappola. La trappola l'ha costruita, involontariamente, mia moglie, e si è chiusa dentro con me, è anche lei in trappola e non si diverte per niente. Le ho davvero provate tutte, ma tutte tutte. Non mi ucciderò, non la ucciderò, non la picchierò, non farò mai male a nessuno....ma vivo male. La gioia che mi da la cagnolina è incredibile. Sono felice davvero, quando le vedo insieme lei e mia moglie, che si fanno le feste. Sono felice a vederle felici. Ma mia moglie è gelosissima. Faccio in modo che il cane stia più a lungo con lei, anche se io me la porterei dappertutto, lavoro o no. Ma l'amore è amore. E parto dell'amore tra me e il cane. Con mia moglie....siamo diventati due vecchi scorbutici. io non mi sono mai sentito vecchio, mai....ma devo accettarlo? Ovviamente il sesso è un ricordo. la salute (di lei) è scarsa, il tempo manca, il suo interesse manca da tanto tempo, e il mio anche sta scomparendo..lasciando il posto al dolore per le ingiustizie che mi sembra di dover patire. Ho pensato persino che lei potesse avere qualche forma di demenza, per l'assurdità degli argomenti che porta e per come li porta. Ma è una imprenditrice, e fa bene il suo lavoro, anche se litiga con molti. Quindi non è demente. Mi odia, perchè sta invecchiando, perchè le cose non vanno come sarebbe bello andassero? Ma perchè prendersela con me? Le ho detto mille volte, anche piangendo, che non sono il duro che a molti sembro, che ho bisogno di aiuto e comprensione anch'io. Ma sembra che nessuno mi creda, io sembro uno forte.
Scusate, storie banali di persone che stanno invecchiando.
Io non ho niente in contrario a diventare nonno, a rinunciare per sempre alle speranze di incontri con belle ragazze, al divertimento sfrenato che non ho mai avuto, al farmi i cavoli miei, ma non voglio vivere nell'astio.

mazzonrocky

Numero di messaggi : 171
Data d'iscrizione : 18.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gelosia del cane

Messaggio  merla il Ven Nov 11, 2016 12:26 pm

Ti scrivo solo cosa mi è venuto in mente; probabilmente non c'entra un tubo, ma te la butto lì.

Quando io iniziato a ragionare di finire la psicoterapia, ho contestualmente ripreso a gestire maluccio parecchi dei miei scleri e a essere destabilizzata davanti a problemi anche di piccola entità (magari qualitativamente simili, ma piccoli rispetto alle cose già risolte) o davanti a cambiamenti che, guardati con un po' di distacco sono positivi.
Tuttora quando la rivedo, per follow up (o per rassicurazione mia, non si è ancora capito), sostanzialmente il colloquio finisce con lei che mi dice "Mi sembri un fiore. Fidiamoci del sistema!".

Magari, oltre al cane, c'è anche l'aspetto di chiudere un pezzo di strada in cui, teoricamente, avevi un sostegno e iniziare un pezzo di strada in cui questo sosteno non c'è più. In altre parole, magari si chiama naturalissima e normalissima ... "strizza". Very Happy

Se ho un pochino ragione, pensa solo che in realtà la psicoterapia l'hai fatta tu, con il tuo impegno e i tuoi sforzi. La terapia era solo un modo per accompagnarti nella direzione in cui hai scelto di andare tu.

Congratulazioni. È un bel traguardo!
avatar
merla

Numero di messaggi : 2127
Data d'iscrizione : 09.01.08
Età : 42
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum