evoluzioni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

evoluzioni

Messaggio  newnew il Mer Feb 03, 2016 9:19 pm

sono stato una settimana un po' giù.
poi una settimana ho avuto la febbre.

ho disattivato l'account facebook per questi motivi:
* sono stufo della dinamica per cui arriva un intermediario e dice tipo "ecco, ti vendo i tuoi amici, dammi la tua anima in cambio". f*ck. basta intermediari.
* troppi conoscenti che non vedrò mai più in vita mia e raccontano i fatti propri e si aspettano auguri ecc... ma chi ca*** siete via.
* mi sentivo troppo disponibile. fanc*lo chi vuole sapere cosa combino che si faccia sentire. gli altri (penso ad alcune persone specifiche) che ignorino e fantastichino. troppo comodo avermi a portata di click.
* ero limitato in ciò che potevo comunicare. perché ho cuginetti, ho colleghi, clienti. non potevo postare tante cose che mi passano per la testa. però lasciando passare solo le cose "neutre" apparivo troppo... buono troppo "compliant"... io non sono nemmeno così io sono un Diavolo molto intelligente e molto pigro, quindi non faccio niente di male ma non sono un cogli**e come potrei sembrare a sorridere su tutte quelle foto del ca***, fanc*lo basta foto con sorrisi, il sorriso in se è emblema della compiacenza e della sottomissione, del voler piacere, del volere compiacere

ho disattivato twitter per lo stesso motivo: basta intermediari inutili. farò a meno dei comunicati della BCE.

quindi, queste due risoluzioni sono orientate e ridurre il ricorso a intermediari, a ridurre la compiacenza, il fare cose per piacere ad altri.

ho pensato che anche i libri spesso si propongono come intermediari parassiti. ho un'idea, arrivo un libro che mi ispira, e cerca di rifilarmi le idee di qualcun altro, le ideazioni di un altro. oddio non è che non leggerò più libri però anche li con calma e tenendo le distanze, e cercando di evitare che un prodotto preconfezionato e stampato in massa sradichi sul nascere la possibilità della nascita e della coltura di idee e pensieri originali.

quindi, oltre a ridurre il ricorso agli intermediari, oltre a rifuggire e moderare l'impulso alla compiacenza, anche una rinnovata diffidenza a cercare le risposte nella letteratura e nella cultura e nella pseudocultura.

contemplare il vuoto effettivamente a lungo andare è noioso, però è un raro momento di libertà dagli intermediari, dai vampiri d'attenzione, dagli impulsi della compiacenza.

rimane comunque noioso. ho guardato un po' di tv, cosa che non facevo da un po'.





ho ragionato anche su quello che non ho, sui miei grandi problemi.

non credendo più all'amore romantico "da stereotipo", l'unico senso che potrebbe avere per me, una relazione, sarebbe di mettere su famiglia.

ma io maltollero la mia di esistenza, e da tanto tempo. sarebbe davvero str*nzo, da parte mia, verso di me, e verso l'ipotetica nuova creatura, ridare il via a un nuovo ciclo di sofferenza.

io che maledico la mia vita da tanto tempo, come potrei mai generarne un'altra? generare un altro allergico, un altro depresso, un altro schiavo. perché mai dovrei? ci sono geni sicuramente migliori dei miei la' fuori. ci sono condizioni economiche migliori delle mie. e siamo troppi su questo mondo. dovremmo essere 10 milioni al massimo, in tutto il mondo. non servono altri esseri umani.

quindi anche l'ultimo mio cruccio si dissolve.


a cosa mi dedicherò?

mi dedicherò a non farmi fagocitare dalla macchina. a non farmi fagocitare dalla società, dalla civiltà.


non abbandonerò la famiglia e gli affetti per trasferirmi in un posto freddo dove avrei solo il mio lavoro. sarebbe un privarmi di tutto e sprofondare ancora di più nella schiavitù. non lo farò.


non mi brucierò la vista mettendomi a studiare per prendere una laurea o altri titoli mentre lavoro. la salute è il mio bene più importante, non i titoli, la salute è un bene tangibile, diretto, esiste da se, i titoli varrebbero solo in relazione ad altri soggetti ed entità. la salute ha un valore intrinseco, solido, materiale, i titoli hanno un valore per la maggior parte simbolico, devono essere riconosciuti da altri.


quindi:
* rifuggo gli intermediari parassiti che ti rivendono le tue cose a caro prezzo
* rifuggo l'impulso a compiacere
* rifuggo l'imposizione del pensiero altrui
* rifuggo le pressioni sociali a legarmi a sempre più catene
* rifuggo gli status symbol, l'omologazione, il conformismo
* rifuggo i vampiri di attenzioni, di energie, di pensieri e di investimenti
* cerco di lavorare e faticare il meno possibile, la libertà è nell'ozio


l'ozio come via di fuga dallo sfruttamento e dalla subordinazione.

la noia è l'ultimo problema rimasto da affrontare.

newnew

Numero di messaggi : 196
Data d'iscrizione : 04.05.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: evoluzioni

Messaggio  Pavely II il Gio Feb 04, 2016 10:01 am

C'è solo una cosa che non mi torna.

§

Secondo la mia opinione, la ragione non può nulla contro i sentimenti.

Non si può scegliere cioè di amare volendolo.

Della serie: io odio la pasta troppo cotta. Non ci sono santi: mi servi la pasta scotta, la lascio li. Non puoi farmela amare, anche se tu usassi ogni tipo di razionalità o di argomentazione, io rimarrei, sempre, della mia opinione.

Non si può amare a comando. Non si può, neanche, arrabbiarsi a comando o non si può odiare a comando.

§

Quando una persona reputa possibile farlo, allora, diventa un attore.

Solo gli attori amano, odiano, si arrabbiano, sono ansiosi, felici, gioiosi a comando.

Ma sono attori.

Se pensi di poter scegliere di amare o di poter razionalmente gestire il fatto di avere una famiglia o dei figli, vorrei dirti che stai recitando.

Oddio... non c'è nulla di male.

Però, stai recitando.

Tu, sulle assi di un palcoscenico, ci puoi passare la vita.

Pure: c'è un mondo là fuori.

§

Le emozioni vere non le puoi recitare: sono loro che ti governano e lo fanno per la semplice ragione che sei un semplice, fo§§utissimo, meraviglioso essere umano.

Sei un essere umano.

Se un caos di emozioni da cui scaturisce la razionalità.

La ragione, voglio dirti, è n e c e s s a r i a proprio perché occorre mettere "ordine" nel caos del cuore.

Ma nei fatti la Politica del cuore è un'arte rara: perché se togli alle emozioni ogni libertà, se le imprigioni, beh, crei una dittatura del cuore (la Recitazione).

§

Il che ti pone davanti ad un dilemma.

Una felicità recitata su di un palcoscenico e una felicità reale in mezzo ad una strada sono uguali?

Bella domanda.

Ti dico cosa rispondo: no.

LIbertà dei sentimenti e dignità degli stessi sono fuori, per strada.

I sentimenti chiedono di essere ascoltati e di crescere dentro di noi.

Li devi accudire, amare, e rispettare.

§

E' tutto li.


Pavely II

Numero di messaggi : 171
Data d'iscrizione : 15.12.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: evoluzioni

Messaggio  Ganimede50 il Gio Feb 04, 2016 7:59 pm

Dopo attente analisi e dopo aver ascoltato tutte le mie esperienze sono arrivato alla conclusione che il senso della vita è vivere.
Bella scoperta!!
Ma non è poi così banale. Vivere vuol dire fare, lanciarsi, amare, soffrire, disperarsi, cambiare, emozionarsi, imparare... alla fine morire.
Non sento il "vecchio new new" in questo post! Secondo me non ci credi neanche tu.
Anche perchè per vivere di più bisogna rischiare di più. meno rischi=meno vita
Io suggerisco a tutti i prigionieri della noia, della depressione, tristezza... di cambiare; fare qualcosa di inaspettato, tirarsi fuori dal brodo nel quale si è maturata la depressione.

Ganimede50

Numero di messaggi : 47
Data d'iscrizione : 14.02.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: evoluzioni

Messaggio  tic tac il Gio Feb 04, 2016 8:44 pm

Pavely II ha scritto:
Ma nei fatti la Politica del cuore è un'arte rara: perché se togli alle emozioni ogni libertà, se le imprigioni, beh, crei una dittatura del cuore (la Recitazione).
Che bella frase Pavely 😊.

tic tac

Numero di messaggi : 175
Data d'iscrizione : 15.08.10
Località : Milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: evoluzioni

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum