Consiglio.

Andare in basso

Consiglio.

Messaggio  Boogeyman il Mer Ott 10, 2018 11:53 am

Salve a tutti, mi sono appena iscritto. Sono Siciliano, classe 1987. Sin da ragazzo, nonostante non lo dia a vedere, soffro di ansia, claustrofobia ed attacchi di panico. Ansia ed attacchi arrivano solo in caso di tristezza, la claustrofobia invece è sempre presente al punto di non poter usare un ascensore o salire su un aereo o treno , una giostra o qualsiasi mezzo da cui non possa scendere a mio comando. Ultimamente, causa anche sopravvenuta disoccupazione, ( mi occupo di palestra essendo bodybuilder ed ex atleta marziale), soffro di crisi di pianto, solitudine , insonnia.. In realtà volevo chiedere a voi che di certo ne sapete più di me, se questi sono sintomi di depressione. Penso spesso al suicidio, praticamente lo elaboro giornalmente quasi volessi cercare il suicidio perfetto. Sono cresciuto da solo, i miei genitori mi hanno "abbandonato" e mia zia si è presa cura di me. Con le donne ho un rapporto molto strano, solo storie lunghe e spesso resto fregato da quello che comunemente fanno gli uomini, ossia solo sesso, mentre io tendo ad affezionarmi facilmente. Tutto ciò che scrivo qui lo tengo ben celato sotto una maschera di orgoglio , durezza e menefreghismo. Spesso quando sto male, mi sembra di impazzire, di voler uscire dal mio corpo, come se fossi incatenato in un mondo che non mi appartiene. Sono perennemente insoddisfatto, triste, ho sbalzi di umore spaventosi, e di giorno in giorno sempre meno voglia di fare, di cercare, di provare, di respirare. Mi scuso se ho aperto un tipico che per molti sarà inutile, se scrivo in modo un po' sconnesso, scrivere in realtà è una mia passione, ma farlo a proposito di me stesso tira fuori il disordine mentale con cui convivo. Vorrei solo un parere da chi sa di cosa parlo, un consiglio magari. Grazie anticipatamente.

Boogeyman

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 10.10.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Consiglio.

Messaggio  Stef il Sab Ott 13, 2018 2:04 pm

Ciao, posso solo arguire, ipotizzare, per l'esperienza di me.
Una parte è unicamente psicologica, di vita, di esperienza, ma anche di natura, e una parte è di depressione come male (la dperessione è appannaggio dello psichiatra o del neuropsichiatra). Ma in ogni caso le due terapie vanno benen insieme, psichiatra e psicologo, sempre o quasi.
C'è un altro discorso, più approfondito, che credo nel tuo caso sia attinente. Parlo della psicanalisi, ma è costosa e può essere molto lunga. Perché cito la psicanalisi (che è diversa dalla psicoterapia normale)? Perché la psicanalisi va più sul profondo, sull'infanzia Non tutti gli esperti concordano sul'utilità di scavare nel passato, ma forse a te il discorso riguarda.
Il discorso è molto specialistico, ed anche i più esperti possono avere pareri diversi, per cui è un po' difficile consigliarti. Pensa sempre che noi non siamo esperti e nemmeno medici generici. Ho solo letto molto, ma io sono un tecnico edile, pensa un po'. Però ho problemi che non sono solo di depressione, ma "anche" di depressione. Io mi curo per la depressione da uno psichiatra (anzi, un neuropsichiatra di vecchia scuola) e poi per la parte psicologica da una psicanalista, ma non è una psicanalisi vera e propria (anche se si chiama psicanalisi transazionale).
Penso che qui dovrebbero dare pareri anche gli altri, anche se fossero solo parziali, per tranquillizzarti e darti la loro esperienza.
avatar
Stef

Numero di messaggi : 1014
Data d'iscrizione : 13.01.08
Età : 64
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Consiglio.

Messaggio  Serpeverde il Sab Ott 13, 2018 9:21 pm

L’unico consiglio che ti posso dare è quello di provare la psicoterapia e può essere che ti aiuta. Ma di certo, scrivere qui non è che ti possa essere tanto di aiuto. La psicoterapia può aiutare, ma non sempre. A me non ha funzionato, ma a milioni di persone si. Anche io all’inizio soffrivo di ansia e attacchi di panico. Pure io sono siciliano, sono andato ovunque anche all’estero ma quest’ombra demoniaca mi inseguiva, non era fuori il problema, mi si era rotto tutto dentro e adesso faccio una vita non bella. Non mi ha mai dato tregua, tranne in pochi momenti, dal fidanzamento al matrimonio sono stato davvero bene, poi la situazione finanziaria precaria ha fatto scattare la scintilla, una città caotica e i miei demoni sono tornati. Non è che abbia avuto una vita facile. Mio padre tradiva mia madre molto spesso, mi portava d’appresso. Era come se mi facesse assistere perché io sentivo gli orgasmi. Poi mi minacciava che non dovevo dire nulla e se parlavo mi picchiava. All’asilo venivo umiliato e sottoposto a trattamenti che non capisco e continuo a non capire, mi facevano inginocchiare e se piangevo mi rinchiudevano in armadio. Alle scuole medie e superiori invece venivo seviziato dai bulli che erano i miei compagni di classe, mi legavano, mi spegnevano le sigarette addosso. E nonostante adesso abbia 27 anni, non riesco a dimenticare ciò che ho passato. Un elemento del genere come poteva essere visto dal sesso femminile ? Facile, uno sfigato. Mai una ragazza mi aveva mai sfiorato a scuola, neanche per parlare. Quindi, è facile pensare che la mia autostima non sia mai nata in me, annientata da masturbazioni compulsive. Dopo l’università ho conosciuto una ragazza, lei mi ha amato, io l’ho amata e ci siamo fidanzati e poi sposati. Sto ancora vivo, perché c’è lei. Vivo per diplomazia, solo per lei. Lei mi ha spinto a cercare una soluzione ai miei demoni, sono andato da molti psicoterapeuti ma non potevano aiutarmi, lo psichiatra mi ha dato psicofarmaci a mai finire, ma nonostante ciò ho sempre una voce che mi martella in testa. E non riesco a farla smettere mai. Anche per me non c’è giorno che non pensi al suicidio, anche adesso penso sempre L suicidio, ma non lo faccio per lei. Non si può quantificare l’amore che ha lei per me, non lo puoi immaginare. Sopporta tutto, sopporta la mia malattia, e perfino le scappatelle (perché durante la mia fase maniacale sono ossessionato dalle donne, vado con escort o con ragazze che conosco in discoteca, o quando divento un altro, e alzo le mani. Subito dopo torno in me e lei mi perdona. Dubito di guarire, forse un giorno, ma voglio resistere, soprattutto per lei. Io mio consiglio è: aggrappati a qualcosa che ti fa stare bene anche solo per un secondo. Aggrappati alla persona che ti ama, chiunque esso sia, anche un parente, vivi anche per gli altri. Buona fortuna.

Serpeverde

Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 14.06.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Consiglio.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum