Depressione e distacco dal partner

Andare in basso

Depressione e distacco dal partner

Messaggio  MaryCooper il Lun Set 17, 2018 1:21 pm

Buongiorno a tutti, vi scrivo perché ho assoluto bisogno di un consiglio da chi è o è passato nella mia stessa situazione.
Mi scuso per il messaggio lungo, ma prima di arrivare al punto ho bisogno di spiegare un po' la situazione.
Ho 25 anni, e a Maggio mi sono trasferita col mio ragazzo in un'altra città, per lavoro. Sono 5 anni che stiamo insieme, ed erano mesi e mesi che volevo andare a convivere perché non riuscivo più a stare lontana da lui (abitavamo lontani e ci vedevamo solo nel fine settimana), ma non potevamo perché studiavamo ancora e non potevamo mantenerci. Arrivata questa opportunità, sono stata felicissima: avremmo avuto la nostra casa, finalmente il lavoro dei nostri sogni, vivere una vita tranquilla facendo quel che più ci piaceva.
Il problema è che le cose sono iniziate ad andare male dopo che, iniziato il lavoro, mi sono trovata malissimo lì. Già da prima soffrivo di disturbo di ansia generalizzato, ma speravo sarebbe migliorato conoscendo gente a lavoro e facendo cose nuove, divertendosi, ecc. Invece è peggiorato tutto. Un ambiente di lavoro e colleghi che non mi rendono felice, anzi, in questi mesi hanno aumentato la mia ansia (non entro in dettagli perché voglio arrivare al punto). Ho fatto soffrire tanto il mio compagno a causa delle mie crisi e i miei attacchi di panico, ma lui mi è stato sempre vicino, pur soffrendo tanto, a volte crollando anche lui, ma ogni volta riprendendosi e dandomi tutta la forza e la motivazione che io non riuscivo ad avere.
Avrei dovuto lasciare il lavoro, ma non l'ho ancora fatto per vari motivi, soprattutto economici e perché ogni volta mi dicevo "forse sono io il problema, provo ancora un po' a resistere". Ma i continui attacchi hanno peggiorato la situazione, finché non sono caduta in depressione. Ed è orribile. Sono in cura da uno psicologo, ma ho iniziato da poco, e prendo da un mese un antidepressivo. Gli attacchi di panico si sono ridotti, ma ho poca voglia di vedere le persone, gli amici, tendo a isolarmi, e soprattutto la cosa che mi fa più paura è che mi sono allontanata dal mio ragazzo. Ed è questo che vorrei sapere: è capitato anche a voi che siete o siete passati in un periodo depressivo?
Mi spiego: lui mi sta sempre accanto, mi incoraggia sempre, la mattina quando ho poca voglia di alzarmi mi aiuta senza forzarmi, mi coinvolge in un po' di stretching mattutino, mi spinge a fare attività fisica e il corso di canto anche quando vorrei solo tornare a casa a piangere. Una persona perfetta, insomma. Tra di noi non c'è nulla che non va, e ripeto, vivere una vita con lui è quello che ho sempre voluto, ma adesso sento di essermi distaccata e vorrei capire se è normale per la malattia. Distaccata nel senso che improvvisamente è come se tutti i sentimenti si fossero spenti, e mi sento in colpa, perché ho paura di non riuscire più ad amarlo, e non voglio, io volevo vivere la mia vita con lui e voglio che sia così, ma in questo momento di estremo sconforto non riesce ad aiutarmi nemmeno la sua presenza. Questo è il punto: ho paura, paura perché vorrei che soltanto la sua presenza mi rendesse più tranquilla e felice, vorrei che tornare a casa e vederlo e stare assieme la sera riuscissero a cancellare la tristezza e lo stress al lavoro, ma non succede. E quindi mi chiedo, è normale che sia così? Fa parte di ciò che sto attraversando? Anche voi avete sentito o sentite sensazioni del genere?
Questa cosa mi logora, perché da brava paranoica quale sono vorrei convincermi che sì, è la malattia, perché non ho interesse nel vedere neanche gli amici, e invece no, mi instillo sempre da sola il dubbio "e se invece non lo amassi più?".
Ho bisogno che qualcuno mi dica se si è mai sentito come me. Ne ho davvero bisogno. Perché da sola continuo a crearmi dubbi e allontanarmi, ad avere paura di vederlo per paura di non dargli amore nè provarlo, è un circolo vizioso, più penso che mi sto allontanando più mi allontano.
Vorrei guardare nel futuro per sapere se questi dubbi passeranno una volta guarita, se quando tornerò ad essere felice non avrò più dubbi sul mio amore verso di lui.
Leggendo fa fuori la risposta sembra ovvia, ma dentro di me è un subbuglio di ansia e preoccupazione, di dubbio, di paura. Non voglio buttare all'aria quello che abbiamo costruito. Nè i nostri sogni. Ma in questo momento non riesce a tirarmi su nemmeno il suo amore. Dentro di me è un casino perché mi aspetto dei riscontri nella realtà (del tipo, lo vedo e mi sento felicissima, quindi sto tranquilla perché vuol dire che è solo un momento), ma non accade.
Vorrei sapere se è normale, se è successo anche a voi, e come avete affrontato la cosa. Ne ho davvero bisogno.
Grazie.


MaryCooper

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 17.09.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Depressione e distacco dal partner

Messaggio  mazzonrocky il Lun Set 17, 2018 6:50 pm

Credo che sia come pensi tu, e cioè che sia questa situazione (che chiamiamo per semplictà depressione) a renderti meno "empatica". Mi ha colpito il fatto che vai da poco da uno psciologo, ma già prendi antidepressivi. Chi te li ha prescritti? Io mi sono sempre rifiutato di prenderli, durante i tre anni di psicoterapia, anche se la mia psicoterapeuta aveva in più occasioni, nella fase iniziale, ipotizzato un incontro con lo psichiatra per la prescrizione di farmaci. Dopo un pò, di fronte ai miei netti rifiuti (..io risento patologicamente del mito dell'uomo forte che può risovere tutto da solo senza droghe, anche se poi bevo e fumo e cerco adrenalina) ha rinunciato, e dopo tre anni ha cominciato a chiedermi cosa cavolo andassi a fare da lei (..con parole diverse...). Questi farmaci, secondo te sono utili, ti servono? Quando si entra nel difficile mondo del lavoro, soprattutto in questo periodo pessimo, è un pò traumatico. Tutti nervosi, tutti in competizione, nessuno che vuole essere scavalcato, gelosie, invidie, critiche, rischio di essere lasciati per strada, sensazione di fallimento incombente che non ti aiuta a lavorare bene, e tantomento ad essere sereno. Parlane anche con i tuooi genitori, se puoi, come vorrei che facesse mia figlia, e come ha fatto (non sempre...). Una parola chiave, nella vita, dovebbe essere la leggerezza. Soprattutto nel lavoro: è lavoro, e che cavolo. Si fa quello che si può, i problemi di vita o di morte sono altri, lascia che gli altri invidino, si accoltellino, facciano carriera...tu fai del tuo meglio, serena, tranquilla, impermeabile, sorridente anche se altri sono stronzi...e con i datori di lavoro....serena ancora di più, fai valere con pacatezza e fermezza i tuoi diritti e parla dei tupi roblemi lavorativi, con l'intento di trovare insiee a loro una soluzione. In molti casi, si trovano degli emeriti cretini, ma non sempre è così. A volte basta parlare, senza piangere, senza lamentarsi troppo, ma tirando fuori il problema solo con la finalità di risolverlo, anche nell'interessa dell'azienda. Mettiti in testa questo approccio, vale per sempre, secondo me.

mazzonrocky

Numero di messaggi : 199
Data d'iscrizione : 18.09.13

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Depressione e distacco dal partner

Messaggio  MaryCooper il Mar Set 18, 2018 12:00 pm

Avevo iniziato ad andare dallo psicologo prima delle ferie, per un "semplice" disturbo d'ansia, poi le cose sono peggiorate. Nel frattempo, visto che non potevo incontrarlo, ho chiesto aiuto a mio zio per gli attacchi di panico, che è medico, e mi ha indirizzata da uno psichiatra, al quale ho raccontato la mia situazione e che mi ha prescritto questi farmaci. In quel periodo stavo già cadendo in depressione, per questo mi ha prescritto i farmaci... Ma l'antidepressivo ad esempio è in dosazione bassa. Non so se si effetto dei farmaci o della malattia a rendermi così poco empatica, sono confusa e non ci sto capendo nulla, l'unica cosa di cui sono certa è che il distacco dal mio ragazzo è la cosa che mi uccide di più e non riesco a fare nulla per far sì che torni tutto come prima.

MaryCooper

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 17.09.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Depressione e distacco dal partner

Messaggio  mazzonrocky il Mar Set 18, 2018 3:45 pm

Siete insieme quindi da pochissimi mesi....e i tuoi problemi da quanto capisco sono peggiorati durante le vacanze? Non hai nominato i tuoi genitori, con cui ti avevo proposto di confidarti almeno per l'aspetto lavorativo....
Se il problema si è aggravato durante le vacanze, è possibile che il lavoro c'entri poco? Hai amiche/amici con cui ti confidi?
Senti che ti allontani tuo malrado dal tuo compagno, che sta facendo di tutto. Ma sei attratta da altre cose, o da altre persone, oppure è apatia totale?

mazzonrocky

Numero di messaggi : 199
Data d'iscrizione : 18.09.13

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Depressione e distacco dal partner

Messaggio  MaryCooper il Mar Set 18, 2018 4:24 pm

No dunque, i problemi sono peggiorati durante le vacanze dello psicologo, io sono andata in ferie solo due settimane e prendo l'antidepressivo da ferragosto. I problemi sono peggiorati man mano che la situazione a lavoro mi rendeva difficile la vita, ho avuto sempre meno voglia di andarci e le cose sono peggiorate man mano che le cose si facevano serie su cui lavorare. Per via di comportamenti poco corretti.
L'apatia totale è iniziata tipo dopo due settimane che ho iniziato a prendere il farmaco, ho iniziato a far fatica ad alzarmi la mattina, ma ancora lì non ero distaccata dal mio ragazzo. Ma già da prima ero distaccata dalle altre attività. Anche ora, qualcosa che mi interessa c'è, ma sono cose momentanee e appena finisco sto male di nuovo, e prima di farle non ho l'entusiasmo che vorrei.
Mi confido con gli amici, sì, ma spesso mi isolo e hanno notato che sono distaccata.
Ho parlato coi miei e mi hanno semplicemente detto che qualsiasi scelta farò mi appoggeranno e non devo avere paura... Ma non basta a farmi stare tranquilla, ormai mi sembra di aver perso fiducia nella vita e nella felicità

MaryCooper

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 17.09.18

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Depressione e distacco dal partner

Messaggio  mazzonrocky il Mer Set 19, 2018 5:56 pm

Non vorrei fare l'esperto perchè non lo sono...ma manifesto i miei dubbi e i miei pensieri, e sono curioso. Ti definisci "malata"... Te l'ha diganosticata lo psichiatra, le depressione vera e propria, la malattia? L'hai visto una sola volta? Il "peggioramenteo" che descrivi potrebbe essere dovuto a molte cause: aumento dello stress per il lavoro, effetto indesiderato del farmaco, o all'opposto dosaggio insufficiente. Io prenderei farmaci solo se stessi per morire (...esagero...), e quindi sono poco propenso a quest'ultima. Non ci sono dubbi che tutti i farmaci possano avere effetti indesiderati. Credo che una cosa già di per sè negativa sia quella di definirsi malati. La mia psicoterapeuta mi ha sempre messo in guardia di fronte a questo rischio....cosa ti dice lo psicologo al riguardo? Lui è certo più preparato di me...

mazzonrocky

Numero di messaggi : 199
Data d'iscrizione : 18.09.13

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Depressione e distacco dal partner

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum