Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Andare in basso

Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  Math il Sab Gen 20, 2018 1:54 am

Sento un muro invisibile tra me e il mondo, questo mi impedisce di trovare la motivazione e un senso per vivere.

Mi sento come se nessuno fosse in grado di capirmi. Quando ero più piccolo, spesso, avvicinavo ragazzi e ragazze che identificavo come "diversi" sperando di integrarmi in mezzo a loro. A poco a poco, capii che probabilmente il problema ero io: anche con quelli lì c'era un'incomunicabilità, un muro invisibile che impediva la conoscenza reciproca. È come se la distanza tra me e gli altri andasse al di là della compatibilità caratteriale, come fosse, appunto, un muro invisibile.
Non voglio stare in intima compagnia di chi non conosco e chi non mi conosce, sento il bisogno di stringere un legame per entrare in intimità con qualcuno. Non riuscirei a essere felice dell'uscire con gente sconosciuta o diversa da me, del fare sesso occasionale o dello stare in una relazione con una persona che mi conosce in superficie e che conosco in superficie.
Trovo difficile sintonizzarmi con gli altri, a fare quello che gli altri fanno naturalmente, parlare del più e del meno, sostenere discorsi che non portano al nulla se non alla perdita di tempo: lo trovo eccessivamente stressante.
Non sento di poter dire a nessuno cosa penso veramente della socialità, della società, delle relazioni interpersonali, le mie opinioni politiche, ma anche di piccolezze come gusti musicali, cinematografici o estetici. Non trovo mai nessuno con cui sarei sicuro che, esponendomi, facendomi conoscere, questi non mi guarderebbe come un matto. Fintantoché l'ho fatto, ho sempre creato distacco tra me e gli altri.

È un po' difficile andare avanti in questo modo, perché si perde la voglia di vivere, di sforzarsi, di motivarsi, si perde la capacità di sopportazione perché ogni istante della propria vita è sopportazione. Non ci si trova motivati a fare tutto quello che fanno gli altri: lavorare, socializzare... tutto diventa forzato, tutto è fatto per obbligo. Non ho un ideale all'interno del quale vi sia un progetto di vita che riguardi la realizzazione personale nella società, perché questa mi disgusta. Ed è tutto collegato alla distanza che c'è tra me e il mondo, vorrei avere i paraocchi e non vedere quello che invece vedo.
Mi sento solo, ma non di quel solo che vorrei compagnia... mi sento di quel solo che ti fa sentire abbandonato e senza speranze. A me, infatti, non frega niente di avere amici, la fidanzata ecc: l'unica compagnia di cui avrei bisogno - ma che mi manca - è quella della speranza, di un ideale che mi dia un motivo per vivere, che non trovo da nessuna parte.

Come vedete non ho ritenuto utile dirvi troppo di quello che mi passa per la testa, solo come mi sento; c'è qualcuno che si sente - più o meno - come me? Tanto per curiosità.

Sono ******,
ho 22 anni.

Math

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 20.01.18

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  Morris29 il Sab Gen 20, 2018 9:34 pm

Ciao Math, concordo il tuo punto di vista sulla società, e ti assicuro che nn siamo i soli.
È un bene rendersi conto di come gira davvero il mondo
Dalle banche, alle industrie, soldi potere, censura
Bisogna diffondere la voce nn starsene zitti, fare aprire gli occhi e la testa alle persone.


Io (e nn solo) nn la accetto questa società
Abito in Piemonte e ci tante risorse per farsi le cose da se e contribuire il meno possibile a mantenere in piedi questo sistema.
Ho imparato ad arrangiarmi su tutto, e continuo ad imparare. A stretto contatto con la natura, e quindi alla parte più vera che rimane nel nostro mondo..

Di dove sei?

E normale che nn trovando nessuno che la pensi come te, arrivi alla conclusione che sei tu quello sbagliato...alla tua età, e nn solo, avevo la stessa paranoia

E ci sarebbe anche da considerare che la vita, le situazioni possono essere interpretate...e qui il discorso filosofico dura da migliaia di anni XD
Ed è strettamente personale, quanto collettivo..

È questione di apertura mentale, di consapevolezza, di fede...

La società è un inganno, bisogna capire cosa c'è sotto davvero..

Secondo me "evoluzione spirituale" potrebbe essere parte della risposta che cerchi...

Spero di nn aver frainteso completamente il tuo messaggio, se vuoi sfogarti io cerco di capirti, butta fuori tutto
Ascolta me, chissene fotte

Un abbraccio,

Morris




Morris29

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 17.01.18

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  Math il Dom Gen 21, 2018 3:10 am

[quote="Morris29"]
Abito in Piemonte e ci tante risorse per farsi le cose da se e contribuire il meno possibile a mantenere in piedi questo sistema.
Ho imparato ad arrangiarmi su tutto, e continuo ad imparare. A stretto contatto con la natura, e quindi alla parte più vera che rimane nel nostro mondo..

Bello... condivido l'idea dell'autosussistenza. Beato te, io sono in piena città. Tanto che mi piacerebbe andare a fare delle escursioni in montagna, mettere arnie e avere un orto, ma non posso fare nulla di tutto ciò.

Non dico di dove sono in pubblico sul forum, non voglio essere troppo rintracciabile.

Math

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 20.01.18

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  Morris29 il Lun Gen 22, 2018 11:38 am

Ciao Math, cmq sei vuoi buttare fuori le tue idee politiche o della società, o su quello ne vuoi, sfogati qui.. è il posto migliore

E nessuno ti tiene li nella città....forse la persona che cerchi è fuori verso la campagna o le montagne...buttati
Cos'hai da perdere

Morris

Morris29

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 17.01.18

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  aerdna il Lun Gen 22, 2018 11:34 pm

ciao,anche io sono un po anormale,lo sono sempre stato o almeno probabilemnte è cosi che mi vedono gli altri

aerdna

Numero di messaggi : 221
Data d'iscrizione : 09.05.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  Morris29 il Mar Gen 23, 2018 9:45 pm

Ciao dna,
Innanzitutto a me nn è bene chiaro quale sia la normalità...XD
per cosa intendo io per normale, nn ne vado tanti di "normali" in giro. Credo sia meno anormale tu di milioni di persone...

Per cui cosa significa normale per te?

Morris


Morris29

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 17.01.18

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  aerdna il Mar Gen 23, 2018 9:49 pm

normale credo sia omologarsi alla massa,avere la macchina potente,uscire la sera tutte le sere,fumare ebere fino ann capire più nulla

aerdna

Numero di messaggi : 221
Data d'iscrizione : 09.05.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  Morris29 il Mer Gen 24, 2018 12:37 am

XD

Ah, per me no, direi quasi l esatto opposto.
Per fortuna non sei normale allora, dovresti esserne felice

Vivi in una grande citta o in un paesino? Fa la differenza, e soprattutto in che stato...in Italia? XD
Il paese Delle non alternative

Morris29

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 17.01.18

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  aerdna il Mer Gen 24, 2018 10:42 am

purtroppo abito in un paesino senza nulla che non offre allternative ed è tutta la vita che sono bloccato qui e sarà cosi per sempre

aerdna

Numero di messaggi : 221
Data d'iscrizione : 09.05.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  Morris29 il Mer Gen 24, 2018 8:48 pm

Cosa ti trattiene in questo paesino? Perché dici di esserci bloccato dentro??

Morris29

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 17.01.18

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  aerdna il Mer Gen 24, 2018 9:30 pm

perchè non ho un mezzo di traspprto equelli pubblici sono pochissimi

aerdna

Numero di messaggi : 221
Data d'iscrizione : 09.05.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  Morris29 il Ven Gen 26, 2018 6:53 am

Scusa ma dove abiti?
Cmq ne basta uno di mezzo di trasporto pubblico..

Morris29

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 17.01.18

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  aerdna il Ven Gen 26, 2018 11:29 am

non importa.grazie lo stesso

aerdna

Numero di messaggi : 221
Data d'iscrizione : 09.05.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  Morris29 il Sab Gen 27, 2018 10:32 am

Quando ti importerà magari un passaggio posso dartelo anch'io e magari ospitarti, dato mia mamma ha un b&b

Morris29

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 17.01.18

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Mi sento anormale tra gli anormali: chi si sente come me?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum