Odio me stesso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Odio me stesso

Messaggio  France9905 il Mar Set 26, 2017 4:59 pm

Parto col presupposto che ho già provato a cercare aiuto online e che le cose sono andate solo peggio, non voglio sentire gente che mi consola dicendomi cose del tipo: hai ancora tutta la vita davanti pensa a quante cose belle ti possono accadere
Cerco semplicemente di vedere se c'è qualcuno nella mia stessa condizione.
Ho 18 anni e odio quello che sono. I motivi sono vari,insuccessi,scarsa intelligenza , non sono bravo in niente, non riesco a relazionarmi normalmente con le altre persone della mia età ma soprattutto odio me stesso per i miei pensieri per i miei atteggiamenti e tutto ciò che mi riguarda come persona, e qualsiasi cosa io faccia resto sempre una persona di cacchina che vale meno di uno scarafaggio. Nonostante io sia contro la pena di morte perché ritengo che per quanto una persona sia cattiva, non la potremmo mai conoscere a fondo, non ho trovato niente di buono in me e pertanto sono l'unica persona al mondo che meriterebbe di morire. Sin da piccolo nella mia testa cominciava a materializzarsi il pensiero che non fossi una persona che meritava di vivere, nonostante tutto l'amore datomi dalla mia famiglia. Ricordo che all' età di 5 anni chiesi a mia madre se sarebbe stato meglio se io non nascessi e anche se lei in tutti i modi di farmi capire che quello che dicevo fosse un'assurdità, forse pensava fosse una frase senza senso detta da un bambino che non ne capiva nemmeno il significato. Più crescevo più sentivo di non appartenere a niente,e il pensiero del suicidio si fece concreto durante la seconda media, gradualmente, senza che fosse scandito da un evento particolare. Già a quell' età andavo male a scuola, non avevo buoni rapporti con i miei compagni, e nonostante cercassi di essere il più gentile possibile con tutti, avevo (e ho tutt' ora) sempre l'impressione(spesso ingiustificata) che chi mi dimostrava affetto lo facesse sempre per un secondo fine, e che comunque non fosse mai sincero,ed in realtà magari provassero rancore nei miei confronti, e questo mi allontanava dalle persone. Ovviaamente tenni nascosto questo mio malessere a tutti semplicemente per non dare un dispiacere a chi stava intorno a me e perché allora come adesso, io non voglio essere aiutato, specie da chi non vive la mia situazione, perché per quanto abbiate sofferto,magari anche più di me non potrete mai capire le mie motivazioni. E qui arriviamo al motivo per cui non mi sono ancora tolto dalle palle, non voglio dare un dispiacere a mio padre e a mio fratello piccolo, solo questo è ciò che mi tiene incatenato qui, dopo la morte di mia madre 9 anni fa se mi suicidassi mio padre non ne uscirebbe e sarebbe un trauma per mio fratello che ha appena 11 anni. Ma non so per quanto riuscirò a trattenermi, il solo pensiero di dover vivere altri 10 anni o di più mi fa impazzire. Continuare a vivere è la tortura più grande per me. Spero che nessuno viva mai la mia situazione, chiunque esso sia. Scusate la lunghezza del messaggio solo per dire sono una cacchina

France9905

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 26.09.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio me stesso

Messaggio  canterel II il Mar Set 26, 2017 7:04 pm

ciao France9905,
in realtà ci sono tante persone che attraversano la tua condizione, e certamente tante che hanno la tua età.
è purtroppo abbastanza comune sviluppare dei sentimenti negativi verso se stessi e percepirsi nel modo in cui ti percepisci tu. non è una bella esperienza.
credo che sarebbe bene cercare di capire quella parte di se stessi che è arrabbiata, per capire in cosa si è sentita tradita e cosa vorrebbe, e trovare con essa dei compromessi progressivi e temporanei legati a qualche obiettivo, a qualche curiosità, a direzioni da esplorare per aumentare la nostra conoscenza delle cose.
insomma cercare di voler bene e di rivolgere compassione umana proprio alla parte più fastidiosa di me stesso, e cercare di indirizzare meglio le energie che questa parte non sa come e per cosa spendere, e che quindi rivolge contro di me.

vorrei poi dirti che nessuno "merita" di esistere. non si merita di vivere o di morire, e le istituzioni (orrende) che assumono potere di vita o di morte sulle persone non lo fanno perché sarebbero in grado di vedere e valutare cosa c'è nel profondo di una persona, ma per altre convenienze di potere, di prestigio e di ordine pubblico.

di base, dentro chiunque c'è un fondo limaccioso di pulsioni e animalità che non sono buone né cattive. sono energie naturali che hanno di per sé poco significato.
scrutare dentro una persona e pretendere di giudicarla in base alla sua interiorità è come cercare di farsi un'idea di un itinerario assaggiando il propellente (benzina, metano, quel che ti pare) che si consuma per percorrerlo.

hai scritto che hai già cercato aiuto online. io credo che online si possano trovare informazioni e spunti per ragionare, ma non l'aiuto per gestire bene la sofferenza e darle un senso. quel genere di aiuto credo abbia bisogno di mediazioni più materiali, di persone che possono anche incontrarti e assumersi la responsabilità di ascoltare e rispondere in modo non casuale.

hai poi scritto, alla fine, che non vuoi essere aiutato, e specialmente da persone che non vivono la tua situazione. non ho capito il perché.
perché dici che le tue motivazioni non possono essere comprese da qualcun altro? e perché per comprenderle sarebbe necessario vivere la tua stessa situazione?
comprendere non significa per forza e soltanto aderire strettamente a una realtà, ma può signficare anche il tentativo di rappresentarla in un modo che sia comunicabile, anche se un po' analogico, anche se un po' impreciso, facendo uno sforzo per incontrarsi e rispettarsi e cercare delle direzioni nuove da esplorare.
se ne hai bisogno potresti parlare a tuo padre del fatto che sei giù di corda, che ti senti un po' sfiduciato. inoltre potresti cercare aiuto psicologico.
fatti forza e non pensare di vivere una condizione assurda e diversa da quella di tutti gli altri.






_________________
it's not that easy being green
avatar
canterel II
Admin

Numero di messaggi : 2410
Data d'iscrizione : 08.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=RIOiwg2iHio

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio me stesso

Messaggio  mazzonrocky il Mer Set 27, 2017 5:40 pm

Caro Francesco, santo cielo, hai tutte le ragioni per stare male, ma non per sentirti una cacchina. Tua mamma ti ha lasciato quando avevi 9 anni!!! Non è giusto. Hai subito un dolore enorme ed una ingiustizia. E' tremendo mi dispiace molto, non sono solo parole, credimi. Voglio anche dirti che tutte quelle frasi consolatorie che tutti di dicono, che hai tutta la vita davanti ecc, quelle frasi banali che ti irritano o ti abbattono....beh....sono la verità, e lo scopri solo dopo un sacco di tempo. Questo tempo devi concedertelo. Mi dirai poi se avevo ragione o avevo torto, e se io per qualche strana ragione sarò morto lo dirai a qualcun altro. Credo sia stata durissima anche per tuo padre. Non so niente della tua famiglia, ma crescere due figli, così, è difficilissimo. E tu ti senti, e lo sei, precocemente responsabilizzato, e inadatto. Chi mai può essere adatto a restare senza mamma? Mi sembra comprensibilissimo. A 18 anni in genere si fanno fesserie, si sperimenta....io ho rischiato più volte di morire da stupido non perchè cercassi la morte, ma perchè ero stupido. Tu ti senti addosso un peso e una tristezza diversi, per le esperienze dolorose che hai fatto. Io ero solo un normale disadaddato. Posso immaginare i tuoi sentimenti, li immagino...ma non posso averli provati, hai ragione. Come sono i rapporti con tuo papà, com'è tuo papà? E tuo fratello, ha superato il trauma della mamma? Te lo chiedo per capire se da tuo papà ritieni di poter avere aiuto, oppure se senti solo la responsabilità di dover essere tu a darlo... a lui, a tuo fratello, e a te stesso....
Ciao Fra!


mazzonrocky

Numero di messaggi : 171
Data d'iscrizione : 18.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio me stesso

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum