Disperato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Disperato

Messaggio  Xardas il Mar Apr 04, 2017 8:27 pm

Salve a tutti
Sto scrivendo qui non so neanche il perche'. Forse perche' ho voglia di parlare di cosa mi porto dentro visto che non ho il coraggio di parlarne con nessun'altro. Sto pensando veramente di farla finita, ormai il dolore che sento nella testa e nel petto e' diventato insopportabile, vedo solo problemi insormontabili .
Ho 37 anni e gia' 3 anni fa ho avuto una forte crisi depressiva: era iniziata in maniera strisciante 2 anni prima: forte stress sul lavoro (faccio un lavoro di tipo amministrativo con molte responsabilita') una situazione famigliare piuttosto critica (vivevo con i 2 nonni materni anziani che mi hanno allevato come un figlio al posto dei miei genitori, e per i quali mi sono sempre sentito in dovere di prendermene cura), una situazione sentimentale inesistente (sono omosessuale e faccio ancora fatica ad accettare questa mia condizione, senza contare il fatto di non poterne nemmeno parlare in famiglia perche' non sarebbe capita ed infliggerei ulteriori sofferenze alla mia nonna superstite - il nonno e' mancato giusto 3 anni fa-). Il mio piu' caro amico, nonche' unico, e' anche il mio datore di lavoro, ma con lui non riesco ad esprimermi, mi ha aiutato a rimediare agli errori di lavoro (il risarcimento dei danni mi ha inoltre causato la perdita di praticamente tutti i risparmi). Alcuni mesi fa sono ancora emersi dei problemi lavorativi derivanti dal passato e tutto cio' mi ha buttato completamente giu', pensavo di essere riuscito a superare molti dei problemi (da circa un anno avevo anche smesso di prendere gli antidepressivi) ma evidentemente mi sbagliavo, mi sento 10 volte peggio della volta precedente. Oltre a tutto cio' si aggiunge anche una forte depressione di mia nonna che essendo ormai molto anziana non riesce piu' ad accettare la propria perdita di autonomia, si agita se tardo ad arrivare a casa di 10 minuti, mi ripete ogni momento che non ne puo' piu' e vuole morire...
Continuo a dire a tutti che e' tutto ok, ho una maschera sorridente ma dentro sono morto.
Vorrei farla finita, avevo persino pensato di chiedere un ricovero presso un reparto psichiatrico, poi penso che a casa mia nonna ne morirebbe di dispiacere, penso a come potrei fare a pagare l'affitto e le spese se perdo il lavoro la cui tensione non posso piu' sopportare, causerei ancora altri problemi a lavoro, avrei voglia di scappare da tutto e da tutti, vorrei solo dormire e non risvegliarmi mai piu', sto solo cercando il coraggio di finire.
Non so perche' ho scritto questo pippone assurdo, non so cosa mi aspetto che qualcuno possa rispondere, non so cosa fare

Xardas

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 04.04.17

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Disperato

Messaggio  MortoCheCammina il Mer Apr 05, 2017 1:57 pm

Ciao Xardas, per quanto possano andar male le cose non farti ingannare nel credere che farla finita sia la soluzione migliore. La nostra società vuole farci credere che se non riesci a 'stare al passo' allora sei finito quando invece a volte è proprio prendersi una pausa ed ammettere di non farcela la vera soluzione sulla quale costruire qualcosa sopra.
avatar
MortoCheCammina

Numero di messaggi : 82
Data d'iscrizione : 17.12.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Disperato

Messaggio  canterel II il Mer Apr 05, 2017 7:46 pm

Ciao Xardas, mi unisco a MortoCheCammina per dirti di non trarre conclusioni scoraggianti sulle tue capacità di gestire la situazione a partire dalla sofferenza e dalla frustrazione che non sono buone consigliere.
Anche perché tu sembri identificare bene diversi fattori del tuo disagio, che sono quindi altrettanti versanti su cui puoi lavorare per piccoli passi: lo stress lavorativo, la situazione famigliare, la dimensione affettiva, la presente difficoltà a trovare interlocutori con cui parlare serenamente dei problemi. Cercherei quindi di non vedere la situazione come un blocco unico ma come un agglomerato di problemi che presi uno a uno sono affrontabili e possono portare a cambiamenti, e a distribuire in modo un po' strategico i pesi (es. "ora mi sto occupando del problema x, il problema y può aspettare e pazienza).
Non devi risolvere tutto, non devi risolvere subito e non devi risolvere da solo.
E considera che davvero tante persone si trovano in situazioni simili.
La tua preoccupazione affettuosa per la nonna in sé è un sentimento ammirevole, e mi sembra un bel segno di empatia, però forse dovresti bilanciare questa preoccupazione con la cura di te, con un po' di indulgenza verso le tue debolezze o la tua stanchezza.
Io non so se stai seguendo una terapia adesso - nel tuo messaggio hai fatto riferimento anche agli antidepressivi - ma se come scrivi fatichi a trovare un interlocutore di cui ti fidi, forse adesso sarebbe una buona idea pensare a una psicoterapia.
in gamba

_________________
it's not that easy being green
avatar
canterel II
Admin

Numero di messaggi : 2390
Data d'iscrizione : 08.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=RIOiwg2iHio

Tornare in alto Andare in basso

Re: Disperato

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum