Un cero a Chtulhu

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Un cero a Chtulhu

Messaggio  mazzonrocky il Gio Mar 30, 2017 9:54 am

Cantarel ha giustamente cancellato, come amministratore, dei "botta e risposta" acidi di cui sono stato co-protagonista. Tra e tante cose sagge che ha detto:
"...in generale, sarebbe bene non fare neanche il log in nel forum, nei momenti in cui stanno a zero sia la pazienza che la fiducia.
in tale condizione si possono fare tante cose esteticamente e intellettivamente più consone, come bestemmiare in solitudine, uscire a fare una passeggiata per distendersi, consumare pornazzi, darsi alla scrittura creativa o ad altre attività artistiche, ascoltare Burzum, accendere un cero ed evocare Chtulhu, ecc ecc, tutte cose da farsi alla larga da internet (salvo il consumo passivo spettatoriale di pornazzi o di altre forme testuali accessibili), considerando che internet è un ovvio moltiplicatore di astio e nervosismo.
e questo è insomma il suggerimento da utente, per quello che vale e per tutti.
è un suggerimento, non è un regolamento, e quindi è discutibile, adattabile o rinunciabile quanto si vuole."

Questo è sempre stato uno dei miei problemi. Se qualcuno mi provoca, o se io PENSO che qualcuno mi stia provocando, o mi stia trattando in modo ingiusto, o prepotente, o arrogante, DEVO reagire. Per decenni la mia reazione è stata di muso contro muso, ho sempre affrontato in modo diretto e quasi violento il mio antagonista. E nella vita reale (non su internet) ho anche rischiato, per questo. Con gli anni, con fatica, anche con soddisfazione nel vedere che i i risultati sono migliori, ho imparato ad usare il sarcasmo. Ma non riesco a lasciar perdere. Eppure, ci sono moltissime situazioni in cui è meglio lasciar perdere. Ma la voglia di dare una lezione, di ripristinare la giustizia (...quella che SECONDO ME è giustizia), l'equità, la verità, il rapporto di forze, il volersi affermare come "uno che non si fa mettere sotto"....quella voglia non scompare. E quando capisci che è tutto è inutile, ti abbatti. Non puoi cambiare il mondo prendendolo a pugni, e neanche prendendolo in giro. Magari però, fino al momento in cui ti sembra che tutti sia inutile, che il mondo e le persone "cattive ed egoiste" non cambieranno mai, questo ti aiuta a sopravvivere. La carica, l'adrenalina, la polemica, sono un modo per sentirsi vivi. Il passaggio successivo è quello di diventare adulti maturi. E comunque sconsiglio a tutti di ricorrere ai pornazzi, come ha scherzosamente ipotizzato Canterel. Io andrò a documentarmi su Chtulhu.

mazzonrocky

Numero di messaggi : 171
Data d'iscrizione : 18.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum