Qualcuno che ne è uscito

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Qualcuno che ne è uscito

Messaggio  Sfinito80 il Mar Ago 16, 2016 8:01 pm

Volevo semplicemente sapere se qualcuno conosce persone che sono riuscite ad uscire da una depressione cronica o se magari qualcuno di voi ce l'ha fatta.

Sfinito80

Numero di messaggi : 79
Data d'iscrizione : 17.12.13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcuno che ne è uscito

Messaggio  Sfinito80 il Mar Ago 16, 2016 8:34 pm

Per favore qualcuno che mi dia un pò di conforto e che mi dica che se ne può uscire... Sono disperato, sono 4 anni che sto così nonostante cure sopra cure.. In più adesso anche la perdita di mio padre.. Sono disperato! Aiuto!

Sfinito80

Numero di messaggi : 79
Data d'iscrizione : 17.12.13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcuno che ne è uscito

Messaggio  lorenzobg75 il Mar Ago 16, 2016 8:54 pm

ciao...
io soffro di distimia ormai da molti anni ,che in sostanza è una depressione cronica di media entità con anche pause di normalità...mi dispiace davvero per la tua perdita e ti faccio le mie più sentite condoglianze...
per quanto mi riguarda posso solo dirti che contano parecchio le motivazioni,sia di lavoro,che sport,che interessi vari,qualsiasi cosa che ti motiva allevia non poco i sintomi...io per esempio ho il tennis e il comporre ed incidere canzoni rock dal mio pc(con gli strumenti necessari )...ma anche il parlare con gli amici o lo stare al contatto con la natura non è male...i farmaci per quanto mi riguarda attenuano i sintomi più forti,ma poi ci siamo noi con la nostra mente che dobbiamo fare il resto...
altra cosa importante è il tenersi concentrati sul presente e su quello che si fa...evitare che la mente vaghi troppo nel vuoto...se fai la doccia x esempio ascolta l'acqua che ti attraversa il corpo,goditi il momento...se mangi poni attenzione ai sapori ed al gusto del cibo ecc...

lorenzobg75

Numero di messaggi : 281
Data d'iscrizione : 12.06.14
Località : bergamo

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcuno che ne è uscito

Messaggio  bukoski il Mar Ago 16, 2016 11:33 pm

Dipende da qual'è la causa che ha scatenato la depressione. Io mi sono fatto l'idea che sia un intolleranza al sistema di vita che facciamo, che ci.ha imposto questa società. La continua ricerca di certezze porta allo sfinimento interiore, alla depressione. La psichiatra ed i farmaci peggiorano solo la cosa. La depressione è il frutto di segnali di disagio che abbiamo rifiutato. Se ne esce solo cambiando ed ascoltando noi stessi.

bukoski

Numero di messaggi : 59
Data d'iscrizione : 04.07.16

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcuno che ne è uscito

Messaggio  alfredo il Mer Ago 17, 2016 8:58 pm

ciao , ti faccio le mie condolianze .

Ho provato a leggere alcuni tuoi post precedenti per vedere se riuscivo a capire quale poteva essere la causa della tua depressione . Nei primi post parli della tua situazione familiare .Quando eravate ancora in quattro e dovevi provvedere col tuo stipendio che credo ridotto per via della cassa integrazione , e forse una pensione di tuo babbo  . Ora venendo a mancare il babbo , sei nella stessa condizione e forse con disponibilità economica minore , è cosi?
Se la situazione  lavorativa non può cambiare , per lo meno imminentemente ,il compito che hai davanti è  più grande di quello che potresti fare . Non puoi sentirti responsabile della conduzione di una famiglia composta da tre persone con quello che ricevi dalla cassa integrazione .
Finchè ti riterrai responsabile , e non potendo risolvere la condizione ,  ti sentirai sempre deluso e depresso .
Gli psicoterapeuti , cosa ti dicono in merito alla tua responsabilità di tirare avanti  una famiglia di 3 persone con i mezzi che hai ?
Tuo fratello , quanti anni ha e cosa fa?
Ciao
Alfredo


Ultima modifica di alfredo il Mer Ago 17, 2016 10:34 pm, modificato 1 volta

alfredo

Numero di messaggi : 318
Data d'iscrizione : 26.01.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcuno che ne è uscito

Messaggio  lorenzobg75 il Mer Ago 17, 2016 9:11 pm

BUKOSKi
Concordo quello che dici ma con riserva...bisogna tenere in considerazione anche la predisposizione alle malattie o ai disturbi...
Ci sono persone che messe nella stessa identica situazione reagiscono in modo differente...alcuni si arrabbiano,altri si deprimono,altri se la ridono o restano indifferenti...il tono dell'umore medio delle persone non è uguale...c'è chi tendenzialmente é grintoso ed euforico e chi triste o spento...ed è una cosa Che incide molto nel corso della vita...i farmaci in alcuni casi funzionano...in altri no...sarebbe meglio evitarli ma ci sono persone che se non li assumono stanno molto peggio...bisogna valutare caso per caso...troppe possono essere le cause e le variabili del caso

lorenzobg75

Numero di messaggi : 281
Data d'iscrizione : 12.06.14
Località : bergamo

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcuno che ne è uscito

Messaggio  Diamante il Gio Ago 25, 2016 10:46 am

Ciao,
secondo me dipende dal tipo di depressione, se è scaturita da un evento o se è una cosa " biochimica ".
Io penso di esserne uscito, dopo quasi 3 anni; La depre era originata da un evento traumatico.

Diamante

Numero di messaggi : 72
Data d'iscrizione : 30.03.16

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcuno che ne è uscito

Messaggio  kisene il Ven Set 02, 2016 9:12 am

lorenzobg75 ha scritto:ciao...
io soffro di distimia ormai da molti anni ,che in sostanza è una depressione cronica di media entità con anche pause di normalità...mi dispiace davvero per la tua perdita e ti faccio le mie più sentite condoglianze...
per quanto mi riguarda posso solo dirti che contano parecchio le motivazioni,sia di lavoro,che sport,che interessi vari,qualsiasi cosa che ti motiva allevia non poco i sintomi...io per esempio ho il tennis e il comporre ed incidere canzoni rock dal mio pc(con gli strumenti necessari )...ma anche il parlare con gli amici o lo stare al contatto con la natura non è male...i farmaci per quanto mi riguarda attenuano i sintomi più forti,ma poi ci siamo noi con la nostra mente che dobbiamo fare il resto...
altra cosa importante è il tenersi concentrati sul presente e su quello che si fa...evitare che la mente vaghi troppo nel vuoto...se fai la doccia x esempio ascolta l'acqua che ti attraversa il corpo,goditi il momento...se mangi poni attenzione ai sapori ed al gusto del cibo ecc...

Quoto in pieno lorenzobg75, dalla depressione si esce ma poi ognuno di noi deve fare i conti con sè stesso per non ricadere. Nella vita capita sempre qualcosa che ti butta giù, devi combattere contro tutto ciò che di te ti ha portato in passato a vivere in un certo modo. Coltivare i propri interessi, godersi la quotidianità, stare con gli altri, sono tutte cose che aiutano molto ad assumere l'atteggiamento giusto secondo me.

kisene

Numero di messaggi : 12
Data d'iscrizione : 28.06.16

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcuno che ne è uscito

Messaggio  Robin93 il Ven Set 02, 2016 12:30 pm

Ciao.
Ho sofferto di depressione molte volte nella vita.
Posso dire, con una punta di orgoglio, che gli ultimi due anni sono stati tra i più belli e soddisfacenti della mia esistenza.
Eppure, i prime 6 mesi del 2014 sono stati disastrosi. Pensa un po' tu, sono arrivato a rimanere in ospedale per ben 3 mesi.
Da luglio 2014 ho cominciato a sottopormi a cure, ho ricominciato a vivere tra sport e studio, poi lentamente ho ripreso in mano la vita sociale. Adesso, a settembre 2016, sto per laurearmi, vedo lo psichiatra una volta ogni sei mesi. La depressione è rimasta in me come un punto nero al centro di questa soddisfazione e contentezza, una potenzialità che rimane in ognuno di noi, ma che in me è ormai costantemente riscacciata ad occupare solo quel punto.
Se proprio lo vuoi sapere, continuo dopo anni a prendere lamotrigina in dosi da 200 mg al giorno. Il medico me l'ha consigliata per almeno 5 anni, dato che ero arrivato ormai ad uno stato pietoso, due anni e mezzo fa. Ad appena 19 anni.

Se ne può uscire, lo si può trasformare in un fondamentale passo della vita, tragico ma, at the end of the day, forse cruciale.

https://www.youtube.com/watch?v=XiCrniLQGYc

Robin93

Numero di messaggi : 41
Data d'iscrizione : 10.07.14

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Yes, we can

Messaggio  annamura.it il Lun Set 12, 2016 11:14 am

Ciao,
io credo di essere a buon punto nel mio percorso di crescita dopo anni all'inferno. Mi sono ammalata a 25 anni e ho tentato il suicidio. Anni di depressione, dipendenza affettiva e dipendenza da cibo. Sono ingrassata di 30 chili in pochi mesi. Non ho la formula magica per uscirne ma posso dirti che il primo passo, almeno per me, è stato quello di capire che il 90% dei miei pensieri negativi erano falsi e che un pensiero negativo attira solo negatività concreta alla tua vita. Lo stesso succede con un pensiero sinceramente positivo: attira cose positive perché tu ricominci a credere in te stesso e a combattere per ciò che desideri. Se vuoi parlare sono disponibile

annamura.it

Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 12.09.16

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcuno che ne è uscito

Messaggio  Lila86 il Mar Set 13, 2016 6:58 pm

Non posso dire di esserne uscita ma credo e spero di stare sulla strada giusta.
Si può uscire, bisogna aver fede (non intendo religiosa) e non demordere anche nei periodi più bui.
Come se ne esce? Con tanto impegno. In fin dei conti la depressione, come anche altre malattie, emergono per insorgenza di problemi. Sono campanelli di allarme rosso che ti invitano brutalmente a mettere in discussione tutta la tua vita. Con l'aiuto dovuto e tanto impegno personale ce la si può fare.

Piccola postilla sui farmaci: non condivido ciò che dice Bucoski, non servono solo a peggiorare le cose. Se uniti ad una psicoterapia attenuano molto le cadute nel profondo, non risolvono ma almeno sostengono un po'. Nella mia esperienza, senza, me ne andavo completamente per la tangente, uscivo dalla realtà e il suicidio era sempre di più una pissibilità concreta.

Lila86

Numero di messaggi : 29
Data d'iscrizione : 29.08.15

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcuno che ne è uscito

Messaggio  Owl il Lun Set 26, 2016 2:09 am

Se si soffre di depressione per ragioni endogene non credo sia possibile uscirne definitivamente. Il discorso cambia quando una depressione è dovuta a un preciso fattore esterno

Owl

Numero di messaggi : 105
Data d'iscrizione : 23.06.16
Età : 34
Località : Rieti

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcuno che ne è uscito

Messaggio  Lila86 il Lun Set 26, 2016 10:06 am

Owl non sono d'accordo. Bisogna lavorare giorno per giorno sulle piccole cose, sugli atteggiamenti nocivi per la propria persona. Piccoli passi alla volta e piano piano se ne può uscire.

Lila86

Numero di messaggi : 29
Data d'iscrizione : 29.08.15

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Qualcuno che ne è uscito

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum