Incubo,solitudine, protezione, richiesta di aiuto

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Incubo,solitudine, protezione, richiesta di aiuto

Messaggio  mazzonrocky il Mer Lug 13, 2016 11:40 am

Stanotte ho fatto un incubo. Stavo male, non so perchè, e nessuno mi aiutava. Vedevo mia mamma un pò in alto (è morta, ed io sono tutt'altro che un ragazzino) e le urlavo di aiutarmi, senza riuscire ad esprimere le parole. Lei però non si muoveva, non mi sentiva, non poteva, non so. E io urlavo, davvero, in continuazione, nel sonno, e mi sono svegliato.
Fin troppo semplice. Voglio qualcuno che mi aiuti, sono solo, sto male, nessuno si muove, probabilmente nessuno può fare niente, l'unica figura è quella della mamma, che però è lontana ed ideale. Ed è solo una figura appunto. Nella realtà non c'è nessuno. E nella realtà, come ho già in passato scritto qui, sono io a dover essere quello forte che aiuta gli altri, e se dico che sono stanco ed abbattuto, non mi si crede. Non voglio sentire il bisogno di dimostrarlo, l'ho già fatto una voglia rompendomi una mano contro un muro, ma questo sogno è un bel segnale di allarme. E io che speravo di essere ormai "guarito"....sono solo più pacato, il che non è male, ma la sofferenza interiore c'è, eccome.

mazzonrocky

Numero di messaggi : 171
Data d'iscrizione : 18.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Incubo,solitudine, protezione, richiesta di aiuto

Messaggio  hoenir il Gio Lug 14, 2016 4:08 pm

Credo che la sofferenza interiore vada aiutata a uscire, altrimenti poi crea un tappo a livello inconscio e il rischio di stare male aumenta. Non so interpretare i sogni, ma forse la prima persona che ti dovrebbe dare aiuto sei tu. Sei tu che dovresti ascoltarti. So che suona come una frase retorica, ma non lo è. Ascoltati: quale è il motivo di questa sofferenza. Riesci a capirlo?

hoenir

Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 05.07.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Incubo,solitudine, protezione, richiesta di aiuto

Messaggio  mazzonrocky il Gio Lug 14, 2016 8:04 pm

Si, riesco a capirlo molto bene, ci sto lavorando sopra con quasi tre anni di psicoterapia (di mia iniziativa) dopo essermi rotto una mano per un pugno al muro. Invecchio, non ho prospettive di gioie ed emozioni future tranne quella di diventare nonno tra qualche anno, non faccio l'amore, non cerco avventure anche perchè probabilmente non le troverei, non ho nessuno che si interessi a me, sono stanco di un lavoro diventato troppo difficile e soprattutto ingrato, mi preoccupo degli altri (figli, mogli, sorelle, parenti, amici ed ex amici) ma nessuno pare preoccuparsi di me. Ecco, devo contare sulle mie forze, sul mio equilibrio, devo sforzarmi di stare in equilibrio perchè senza di me le cose non potrebbero andare avanti. Così mi pare e per molti aspetti così è. Mi cerco sempre nuove responsabilità per dare un senso alla vita, e poi non ce la faccio a portarle avanti. Mi trovo bene solo quando c'è qualche emergenza (incidente, malattia, morte, fulmine, allagamento, violenza...qualunque cosa) perchè così tutto il resto passa in secondo piano. Li ci sguazzo. Mi sono sempre sentito vivo con emozioni piuttosto forti. L'adattamento, l'età, le responsabilità rarificano la frequenza delle emozioni, troppo. Nessuno mi può aiutare, devo appunto trovare le soluzioni dentro di me. Nessuno mi può proteggere. Forse nessuno mi ha mai protetto, ma finora non me ne ero accorto. Ora sono quasi un patriarca. Colui che sa cosa fare e come farlo. Da me tutti si aspettano qualcosa, se non altro disponibilità. Sono stanco ho bisogno di dormire molto, senza incubi. Ma dormo male, ed ho incubi.

mazzonrocky

Numero di messaggi : 171
Data d'iscrizione : 18.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Incubo,solitudine, protezione, richiesta di aiuto

Messaggio  bukoski il Gio Lug 14, 2016 9:51 pm

Perché non cerchi di mollare un pò? Perché devi sempre pensare a tutto tu?

bukoski

Numero di messaggi : 59
Data d'iscrizione : 04.07.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Incubo,solitudine, protezione, richiesta di aiuto

Messaggio  Lost_in_a_moment il Ven Lug 15, 2016 12:31 am

" Se hai bisogno di una mano, cercala in fondo al tuo braccio".
Ecco, per riassumerti il mio consiglio... è una triste realtà ma che dobbiamo prima o poi accettare.
Mi dispiace Crying or Very sad

Lost_in_a_moment

Numero di messaggi : 221
Data d'iscrizione : 30.03.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Incubo,solitudine, protezione, richiesta di aiuto

Messaggio  hoenir il Ven Lug 15, 2016 10:16 am

mazzonrocky ha scritto: Mi cerco sempre nuove responsabilità per dare un senso alla vita, e poi non ce la faccio a portarle avanti. [...] Nessuno mi può proteggere. Forse nessuno mi ha mai protetto, ma finora non me ne ero accorto. Ora sono quasi un patriarca. Colui che sa cosa fare e come farlo. Da me tutti si aspettano qualcosa, se non altro disponibilità. Sono stanco ho bisogno di dormire molto, senza incubi. Ma dormo male, ed ho incubi.
Ti capisco, davvero. Anch'io sono così. Quando "sono in ballo" allora sento una carica di energia che mi tiene viva. Patisco lo stress, ma non appena tutto è quiete sento una smania addosso. Se mi viene richiesto un extra di forze, allora interviene la rabbia. Rabbia e adrenalina mi tengono viva, in piedi. E' il mio Redbull personale. Ho cercato di capire perchè, credo in parte di averlo capito e so che anche questo sa molto di retorica, ma per me ha un senso. Educazione infantile: un padre rigido, severo, convinto che bisognasse allevare i figli come piccoli soldati. Nessuno nell'infanzia mi ha mai insegnato che si può essere deboli. Dovevo sempre dimostrare qualcosa. Continuo a farlo. Incessantemente. Quando sono troppo stanca allora, fino a poco tempo fa, anch'io come te elaboravo il pensiero che fosse colpa degli altri, che non mi proteggevano, che non mi aiutavano. Ma gli altri non c'entrano: gli altri - più di me - hanno solo imparato a dire "no", a "non sentirsi in colpa quando dicono no". Se possono aiutarmi, mi aiutano. Se sono stanchi, se hanno altro per la testa, si riposano. Non ci sono. Non si accorgo che io avrei bisogno. E' più che legittimo, davvero. Anche perchè io da brava soldata, non chiedo mai aiuto. Nella mia testa, sono gli altri a dover capire che io ho bisogno, ma chiedere non se ne parla, un soldato non lo fa. Solo che queste sono le mie regole mentali, il mio personale Risiko quotidiano. Capirlo mi ha aiutato prima di tutto a smetterla di incolpare gli altri e quindi a migliorare le relazioni e il modo modo di vedere le cose. Cambiare? Non so se ci riuscirò: ho una molla che scatta, in automatico. Cerco di venirci a patti, ogni giorno, come con un convivente scomodo.

hoenir

Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 05.07.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Incubo,solitudine, protezione, richiesta di aiuto

Messaggio  mazzonrocky il Ven Lug 15, 2016 10:30 am

Probabilmente non penso a tutto io, ma mi sento il peso di tutto. Mia moglie (che ha problemi di salute e lavora moltissimo) è vicina alla depressione, ne è esposta al rischio, perde il controllo molto facilmente e non c'è modo di farla ragionare nè di contraddirla su nessun argomento. Tutti la abbandonano, io non posso e non voglio.
Questa notte ho fatto un altro sogno.
Ero in una sorta di voliera. Ho sentito un frullio, ed ho pensato che fosse un colibri. Era un colibri. Ce n'erano diversi, di varie misure. Ho avvicinato la mano per vedere se erano domestici, per farli salire. Non avevano paura, erano abbastanza abituati. Poi, ho visto un uccello più grosso, una sorta di merlo indiano, ma più grande, con due grosse zampe ed artigli. Ho pensato che mi potesse fare molto male, salendo sull'avambraccio. Gli artigli non erano così grossi e li usava con delicatezza. E' salito, ma dopo un attimo è volato via. Non era un esperto volatore e si è infilato subito dietro una sorta di fan coil, sparendo alla vista. Ho pensato che potesse morire. E' arrivata mia moglie che me ne ha dette di tutti i colori. Io ho cercato di restare calmo, come spessissimo faccio, e le ho detto che non avevo fatto proprio niente e che comunque era il momento di preoccuparsi di liberare l'uccello. Ho cominciato a smontare il fan coil. Credo di essere riuscito a recuperarlo, ma non ne sono sicuro.

mazzonrocky

Numero di messaggi : 171
Data d'iscrizione : 18.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

anche io

Messaggio  Nevrotika il Dom Lug 24, 2016 9:50 am

mazzonrocky ha scritto:Stanotte ho fatto un incubo. Stavo male, non so perchè, e nessuno mi aiutava. Vedevo mia mamma un pò in alto (è morta, ed io sono tutt'altro che un ragazzino) e le urlavo di aiutarmi, senza riuscire ad esprimere le parole. Lei però non si muoveva, non mi sentiva, non poteva, non so. E io urlavo, davvero, in continuazione, nel sonno, e mi sono svegliato.
Fin troppo semplice. Voglio qualcuno che mi aiuti, sono solo, sto male, nessuno si muove, probabilmente nessuno può fare niente, l'unica figura è quella della mamma, che però è lontana ed ideale. Ed è solo una figura appunto. Nella realtà non c'è nessuno. E nella realtà, come ho già in passato scritto qui, sono io a dover essere quello forte che aiuta gli altri, e se dico che sono stanco ed abbattuto, non mi si crede. Non voglio sentire il bisogno di dimostrarlo, l'ho già fatto una voglia rompendomi una mano contro un muro, ma questo sogno è un bel segnale di allarme. E io che speravo di essere ormai "guarito"....sono solo più pacato, il che non è male, ma la sofferenza interiore c'è, eccome.

Io ogni volta che sto per avere un coccolone della mia depressioe sogno mia madre. Lei c'è ma non può fare nulla. Io sono spaventata a morte, alla follia, e urlo urlo, urlo.....Poi regolarmente mi viene la botta di depressione tosta con annesse ossesioni di rovina. chiedo al mondo intero, vado su google per trovare un rimedio, o almeno così credo, e in realtà è raro che sortisca un buon effetto. Nel caso trovasi rimedio, "sposto" la questione verso qualc0s'altro, pensando a tutte le possibili complicazioni del mondo, naturalmente a mio svantaggio

Nevrotika

Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 24.07.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Incubo,solitudine, protezione, richiesta di aiuto

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum