La fede...

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La fede...

Messaggio  canterel II il Gio Lug 07, 2016 6:14 pm

Owl ha scritto:guarda Nepenthe che non sono pochi i filosofi che si sono occupati di Nichilismo e vengono pertanto associati ad esso (primo fra tutti Nietzsche), ma quasi nessuno lo si può considerare in sé un vero nichilista, se non in senso positivo: mettere in discussione tutto per proporre nuove basi di rinascita (il superuomo di Nietzsche è emblematico)

Però segnalo che fra le traduzioni italiane del termine ubermensch si evidenzia la variante oltreuomo, proprio nell'edizione critica Colli Montinari che dovrebbe fissare il termine ad quem della curatela nicciana competente nella nostra lingua.

Non ho particolare interesse nella difesa di alcun versante del pensiero nichilistico moderno, che mi pare poco più di una condensazione del disagio reattivo borghese di fronte alla suppurazione dell'idealismo e all'egemonia delle correnti positiviste, imperialiste e bancarottiere nel crepuscolo del secolo liberale (non l'ultimo, quell'altro).
Però non capisco da cosa si dovrebbe derivare che il nichilismo passivo, pessimistico o meno, è nichilismo più autentico.
Le pretese di cassare le domande sul fondamento proprio da un vertice filosofico mi sembrano velleitarie. Trovo più praticabile l'operazione di liquidazione della Metafisica nella metafisica, piuttosto che la sua negazione. Penso che l'oltreuomo possa essere interpretato neppure come l'entità incaricata di portare nel mondo la coscienza della trasvalutazione, bensì proprio come momento indeterminato di trasvalutazione e come salto preso nella divaricazione tra tempo lineare e kairos invivibile.

I miei problemi con il nichilismo passivo però non dipendono dalle scarse e remotissime esperienze con Nietzsche e con la degenerazione della sua sifilide. Per me è proprio un problema semantico.
Per me la passività è la condizione determinata da una forza esercitata sul paziente, presuppone una causa efficiente.
Non riesco ad attribuire al nulla il tratto di forza vincolante o di causa efficiente.

Su questa base se devo attribuire un effetto filosoficamente coerente all'introduzione del nulla invece delle domande sul fondamento, faccio meno fatica ad immaginare un effetto liberatorio, di svincolo, tale da consentire indirettamente più dinamismo e più gioco, e quindi un nichilismo con una marca eraclitea e una propensione alla fluidità impermanente, eventualment alla fuga di idee, magari all'oscurità di un linguaggio che si sbilancia sulle funzioni espressive e rinuncia a quelle comunicative. Ma non capisco bene invece cosa debba indurre passività nel nichilismo, se il nichilismo davvero intende porre il nulla,
a meno che non si tratti del nulla come travestimento del fondamento,
e allora magari si può ragionare del niente che nientifica insieme a Heidegger. Io però in questi giorni non riesco proprio a meditarci sopra, perché non mi ci metto, col berretto e le bretelle bavaresi, a parlare del niente che nientifica. Il problema del niente in questa forma è che tiranneggia. Piuttosto gli dei aztechi, sono meno esigenti e si fanno capire.

_________________
it's not that easy being green
avatar
canterel II
Admin

Numero di messaggi : 2413
Data d'iscrizione : 08.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=RIOiwg2iHio

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede...

Messaggio  Valeprinci il Ven Set 02, 2016 12:13 am

Non credo che la religione aiuti in nessun caso,penso sia una dolce illusione, una droga innoqua che fa star bene le persone che la seguono. Più volte ho avuto modo di vedere quanto la vita può essere cattiva mai confronti di chi non se lo meritava, per anni ho avuto modo di verificare,anche grazie al mio percorso di studio, che probabilmente oltre all'uomo non c'è null'altro. La mia depressione è il prezzo da pagare per gli anni passati sui libri, passati a vedere come le cose sono realmente e non come la gente ipotizza che esse siano. Non seguire più una religione per me è stato abbandonare un illusione ed immergermi nella mera realtà, e ciò comunque non mi ha mai impedito di continuare a seguire i miei valori e la cose buone che le varie religioni "impongono".
avatar
Valeprinci

Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 01.09.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede...

Messaggio  Sammaiel il Sab Lug 08, 2017 8:58 pm

Per rispondere alla OP ( opening question ), si, ho fede in Satana e questo mi aiuta ad arginare un poco il senso di disperazione che mi ha assalito nell'ultimo periodo ma a volte mi sento come se mi stessi riparando da un'ondata oceanica con un ombrello.
avatar
Sammaiel

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 08.07.17
Località : Veneto

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum