Fallire

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Fallire

Messaggio  Leo6 il Ven Giu 10, 2016 11:12 pm

Siamo giunti alla fine dell'anno accademico. Io, al mio primo anno di università, non ho dato nemmeno un esame – ad essere precisi, soltanto un parziale in cui ho preso 29/30. Non ho passato il tempo a divertirmi, come fanno tanti studenti cazzari, ma l'ho passato a soffrire. È stato un anno molto difficile, in cui sono anche stato ricoverato nel reparto di salute mentale per una bruttissima crisi maniacale, dovuta al mio disturbo. I miei genitori hanno investito su di me sempre e comunque – anche forzatamente – dimostrandomi il loro amore; hanno pagato tasse universitarie salatissime, e una stanza, e le bollette, e i viaggi in treno, e gli psicologi (nei quali non ho fiducia e dai quali ho smesso di andare) … e io ? niente. Mi fa stare male pensare che ho delle responsabilità grandi, e per questo mi aggrappo alla mia malattia per non addossarmele. Mi sento un fallito, sento che non combinerò mai niente nella mia vita e sarò sempre frustato, perché comunque sono “malato” e diverso da tutti gli altri. Mi sento, senza fiducia, e cerco risposte – anzi indicazioni su cosa fare - per il futuro, quando fino a pochi giorni fa la mia aspirazione era soltanto morire.

Leo6

Numero di messaggi : 10
Data d'iscrizione : 05.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fallire

Messaggio  Sfigata il Ven Giu 10, 2016 11:28 pm

Non sai quanto ti capisco! Io più volte ho preso e lasciato la terapia con la psicologa, non avevo fiducia. Adesso ci vado per parlare, lei mi aiuta a capire ... I miglioramenti si vedono nel tempo. Anche io sto male, penso sempre al suicidio e ci ho anche provato una volta ma non ne ho avuto il coraggio. Anche io come te mi sono rassegnata ad essere diversa dagli altri anzi sbagliata. Guarda dentro te stesso. Non pensare ad un futuro troppo lontano, datti piccoli obbiettivi. Si può cambiare, magari guarire no, basta volerlo. Ti consiglio di mettere in stand-by l'università e di fare qualcosa per gli altri, tipo volontariato servizio civile... Così vedrai con i tuoi occhi le persone che soffrono e davvero non hanno l'affetto e l'amore di nessuno. Pensa che sei fortunato ad avere genitori che ti sono vicino. Non DOBBIAMO MOLLARE! In bocca al lupo

Sfigata

Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 06.06.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fallire

Messaggio  richarson il Ven Giu 10, 2016 11:48 pm

Forse potrei essere tuo padre. Parla con loro della tua situazione. Alla fine una laurea non vale niente al cospetto di una vita.

richarson

Numero di messaggi : 337
Data d'iscrizione : 30.12.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fallire

Messaggio  Leo6 il Lun Giu 13, 2016 5:16 pm

Grazie delle risposte. Anche se le persone intorno per tranquillizzarmi o fare del falso perbenismo dicono che non è così, in realtà quello che si pensa comunemente è che “noi siamo in quanto facciamo”. Se smettiamo di fare, se abbiamo delle difficoltà per cui non “non riusciamo a produrre” allora smettiamo di esistere. Ed è così che mi sento un po' anche io – uno scarto, un rifiuto, un qualcosa che non ha motivo di… esistere. Forse me la sono voluta, forse avrei dovuto “rigare dritto” e fare come mi dicevano. Ma non ci riuscivo. Quando studiavo non riuscivo a concentrarmi. La città dove studiavo era troppo grande e dispersiva. Avevo paura di andare a lezione per vedere gli altri compagni. Gli altri motivi per cui ho fallito li ho elencati sopra – il ricovero in ospedale, la diagnosi di malattia mentale, la lontananza da casa, la scarsa capacità di organizzarmi. Mi sento terribilmente colpevole di aver ferito i miei genitori – in particolare mia madre, e non so con quali occhi riuscirò a guardarla e dirle che ancora una volta non so cosa fare del mio futuro e della mia vita.
Davvero, a cuore aperto, che cosa mi consigliate? Cosa posso fare al termine dell'estate per dare senso alla mia vita? Cerco risposte, e continuo ad essere tempestato sempre dalle stesse domande – prima fra tutte, “che cosa devo fare della mia vita?”.

Leo6

Numero di messaggi : 10
Data d'iscrizione : 05.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fallire

Messaggio  Roby89 il Lun Giu 13, 2016 5:24 pm

Ma ti piace l'università? Hai scelto tu di farla?

Roby89

Numero di messaggi : 114
Data d'iscrizione : 30.07.14
Età : 27
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fallire

Messaggio  Lila86 il Lun Giu 13, 2016 5:47 pm

Le risposte puoi averle solo tu. È la tua vita, non la nostra, senza contare che chi scrive qui ha o ha avuto un sacco di problemi e probabilmente ha difficoltà a trovare qualcosa di sensato anche per sé. Comunque se hai scelto di fare l'università e ti piace anche se vai a rilento continua. Non credo che dovresti farti pesare tanto la questione di eventuale delusione dei tuoi genitori. Di solito i genitori vogliono prima di tutto la felicità di un figlio e non che il figlio si distrugga di sensi di colpa o di qualcosa che non lo soddisfi. Cerca prima di imparare a perdonarti, di accettare le tue condizioni e i tuoi tempi, poi riordina le idee qualcosa verrà fuori!

Lila86

Numero di messaggi : 29
Data d'iscrizione : 29.08.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fallire

Messaggio  Leo6 il Lun Giu 13, 2016 8:39 pm

Roby89 ha scritto:Ma ti piace l'università? Hai scelto tu di farla?

L'università ho scelto io di farla, ma non mi è mai piaciuta così tanto. Quando sono uscito dalle superiori ho scelto quello che di più mi interessava, cioè le lingue, ma nel corso del tempo ho scoperto di non saperle studiare, e che te le insegnano male e in teoria anche se sei laureato le lingue che hai fatto non sono certificate a livello europeo, quindi uno dovrebbe fare altri test e altri corsi. E poi le lingue hanno un aspetto comunicativo e sociale non indifferente: occorre saper parlare in modo fluente, metterci la faccia, stare con gli altri, non vergognarsi, sfidarsi sempre per fare meglio, memorizzare molte parole, mettersi in gioco. Ma il mio problema non è soltanto questo, è soprattutto il sapermi rapportare con l'istituzione, con i professori, con i compagni, con i miei doveri, sapermi organizzare, saper andare incontro alle mie responsabilità. È tutto così difficile per uno che ha problemi psichici, da qualsiasi parte viene messo, qualsiasi cosa decida di intraprendere.

Leo6

Numero di messaggi : 10
Data d'iscrizione : 05.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fallire

Messaggio  Leo6 il Lun Giu 13, 2016 8:51 pm

Grazie del messaggio Lila, lo apprezzo molto. Ma non penso che continuerò con questa università, né rimarrò in questo posto. I genitori vogliono vedere un figlio felice, quantomeno sereno. Ma se un figlio non è in grado di trovare la sua strada e il suo proprio equilibrio allora si dispiace anche per la sorte dei genitori, perché sono persone importanti che hanno investito su di lui e continuano a farlo, e soprattutto non trovano la realizzazione del fine per cui hanno deciso di mettere al mondo una vita. Io penso di non apprezzarla abbastanza la mia vita, per questo sono affetto da un grande senso di colpa, soprattutto nei confronti di mia madre. Perché io e lei siamo molto legati, forse anche troppo, e non è una cosa buona perché non sono riuscito a staccarmi da casa e ho sempre il dovere morale di renderla soddisfatta e fiera di me. Invece ultimamente, negli ultimi quattro anni più o meno, le ho dato solo dispiaceri e preoccupazioni (tranne l'anno scorso, quando mi sono diplomato alle superiori).

Leo6

Numero di messaggi : 10
Data d'iscrizione : 05.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fallire

Messaggio  Roby89 il Lun Giu 13, 2016 11:09 pm

Ti capisco, pure io da dur tre anni a questa parte sono diventato sociofobico. Paura di parlare, di frequentare altra gente... dalla tua hai il Fatto che sei comunque ancora molto giovane e tutto potrebbe cambiare da un momento all'altro. Io personalmente il primo anno di università ho fatto tre esami poi fermo per un abno poi il terzo anno 10 esami, poi praticamente il nulla.

Roby89

Numero di messaggi : 114
Data d'iscrizione : 30.07.14
Età : 27
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fallire

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum