Psicosi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Psicosi

Messaggio  Madama_Butterfly il Sab Mag 28, 2016 12:29 am

Avete mai avuto a che fare con le psicosi? Se sì, come si sono manifestate o come si manifestano?

Io, per quel che mi riguarda, non amo parlare delle mie esperienze in merito. Ciononostante, sarei molto interessata di sapere se qualcun altro ci è passato o ci sta passando, e se ha qualche consiglio non tanto per prevenirle(ho un mio sistema, sebbene fallibile), ma per superarle.
avatar
Madama_Butterfly

Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 12.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  petra944 il Sab Mag 28, 2016 12:33 am

beh mi viene da risponderti la cosa piu banale , non attaccarti a quei pensieri compulsivi che ti fanno entrare in psicosi , pensa ad altro , piuttosto guarda un fil m , o leggi , stacca la mente
avatar
petra944

Numero di messaggi : 72
Data d'iscrizione : 02.09.14
Età : 34
Località : Milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  Madama_Butterfly il Sab Mag 28, 2016 3:47 pm

Grazie dei consigli, petra944. Nello specifico - mi sono spiegata male, forse - intendevo: come si fa a superare la piena e lucida consapevolezza di aver perso - per periodi più o meno lunghi - la ragione? Chiedevo perché non sento mai di poter fare affidamento sulla mia mente - avendomi dimostrato a più riprese la sua incapacità di discriminare cosa è reale e cosa non lo è - e questo mi crea parecchia confusione: il fatto che non posso fare affidamento su niente, neppure su me stessa.
avatar
Madama_Butterfly

Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 12.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  Madama_Butterfly il Sab Mag 28, 2016 4:20 pm

Cioè, per me il problema non è la psicosi in sé. Grazie ai miei deliri ho passato alcuni dei momenti più belli della mia vita. Il problema è convivere con la consapevolezza che non sono mai avvenuti. Per me, il problema è il dopo, cioè elaborare e quindi superare l'inevitabile fatto che quanto mi è successo non è mai successo.
avatar
Madama_Butterfly

Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 12.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  merla il Sab Mag 28, 2016 4:41 pm

Madama, premetto che io episodi psicotici non ne ho mai avuti, quindi prendimi con le pinze.
Però mi è capitato di avere episodi diciamo di dissociazione, in cui la mente andava completamente per fatti suoi, letture opposte della realtà che si alternavano anche in modo repentino. Per me abbastanza spaventoso, perché appunto sembra di non poter fare affidamento su se stessi, ma è una cosa diversa.
Quello mi aiutava (e che forse può servirti se tu fai riferimento ai momenti in cui non sei in senso stretto in un episodio psicotico, ma prima o dopo) era concentrarmi molto sulle sensazioni fisiche, anche tattili, caldo, freddo,morbido, ruvido. Era un consiglio datomi da un'amica (lei sì, a volte aveva allucinazioni uditive e forse le ha ancora) e dalla mia strizza.
Nel mio caso (ma appunto io non ho mai avuto percezioni sensoriali alterate, se non indotte) questo mi serviva anche nel momento in cui stavo male, nel senso che a volte mi ha permesso di bloccare lo sclero o cmq di distogliermi dalla mia mente, e darle modo di calmarsi.
Non so se sia qualcosa di fattibile nell'ambito di un episodio psicotico, ma forse quando ti senti bene, può aiutarti a capire su cosa puoi fare affidamento e su cosa no.
avatar
merla

Numero di messaggi : 2113
Data d'iscrizione : 09.01.08
Età : 41
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  Madama_Butterfly il Sab Mag 28, 2016 6:32 pm

merla ha scritto:Madama, premetto che io episodi psicotici non ne ho mai avuti, quindi prendimi con le pinze.
Però mi è capitato di avere episodi diciamo di dissociazione, in cui la mente andava completamente per fatti suoi, letture opposte della realtà che si alternavano anche in modo repentino. Per me abbastanza spaventoso, perché appunto sembra di non poter fare affidamento su se stessi, ma è una cosa diversa.
Quello mi aiutava (e che forse può servirti se tu fai riferimento ai momenti in cui non sei in senso stretto in un episodio psicotico, ma prima o dopo) era concentrarmi molto sulle sensazioni fisiche, anche tattili, caldo, freddo,morbido, ruvido. Era un consiglio datomi da un'amica (lei sì, a volte aveva allucinazioni uditive e forse le ha ancora) e dalla mia strizza.
Nel mio caso (ma appunto io non ho mai avuto percezioni sensoriali alterate, se non indotte) questo mi serviva anche nel momento in cui stavo male, nel senso che a volte mi ha permesso di bloccare lo sclero o cmq di distogliermi dalla mia mente, e darle modo di calmarsi.
Non so se sia qualcosa di fattibile nell'ambito di un episodio psicotico, ma forse quando ti senti bene, può aiutarti a capire su cosa puoi fare affidamento e su cosa no.

Grazie mille. Sperimenterò questo consiglio la prossima volta in cui dovesse succedermi di non sapere, per esempio, se quello che sto vivendo è un'allucinazione o meno. Di solito devo sempre fare ricostruzioni razionali piuttosto faticose(l'esempio che riporto sempre è quello di aver assistito a un brutto incidente, dove qualcuno veniva investito. Quando ho rivisto quella stessa persona il giorno dopo, ho capito che non era reale perché, se lo fosse stato, sarebbe senz'altro stato in ospedale, o quantomeno in un brutto stato). Per quanto la tua risposta abbia tutto il potenziale di essermi utile in futuro, il quesito che ponevo con questo thread è però di una natura leggermente diversa, e, se non fosse per mia reticenza personale, sarebbe stato più chiaro. Ora perdonami se adotto la tua vita, di cui so poco o niente, per ricreare un mero terreno ipotetico. Provo a fare un esempio. Poniamo il caso che tu abbia un ipotetico compagno da parecchi anni, su cui hai riversato tutta la tua attenzione, tutte le tue premure e tutto il tuo amore. Ti pare che lui abbia fatto altrettanto con te. Senonché, un giorno qualcuno ti viene a dire che non è mai esistito. Inizialmente pensi che sia un'assurdità, ma piano piano - per quanto tu possa amarlo - ti convinci che è così, e in effetti poi un lungo e attento esame della realtà te lo dimostra: il tuo compagno non è mai esistito. Ora, non si tratta di una normale separazione, perché, pur essendo il dolore che provi reale quanto reale era l'amore che sentivi, non altrettanto reale è stato la causa di questo dolore. Da un punto di vista emotivo, come fai a gestire un lutto per una persona che non c'è mai stata? Come fai a separarti da una persona che non è mai esistita? Come fai ad accettare che quanto hai vissuto - di bello e di brutto - non è mai avvenuto? In pratica la mia mente è giunta a questa impasse, e da parecchio tempo non sa come uscirne: di dover gestire delle emozioni che sono successe le cui cause non sono successe.
avatar
Madama_Butterfly

Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 12.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  merla il Sab Mag 28, 2016 6:57 pm

È una domanda da psicologi e io ti posso dare solo una risposta quasi qualunque. Prendila di nuovo con le pinze, potrebbe essere una sciocchezza immensa.

Cercando di ragionare per buon senso, mi viene da pensare che puoi gestirle nello stesso modo a prescindere dalla causa.
Posso immaginare che magari faccia anche incazzare pensare di star male (riprendendo il tuo esempio) per una relazione che non è esistita, che ci si senta un po' condannati. Però se uno si trova a vivere una sensazione, per quanto sconnessa dal contesto, la vive e così la gestisce.

D'altro canto, per esempio, a un certo punto io mi sono resa conto che buona parte del dolore, delle limitazioni e del malessere che mi ero creata negli anni, era dovuto al significato che davo a certi comportamenti/atteggiamenti delle persone con cui mi sono rapportata nel modo più stretto, ma in realtà spesso io non so quale fosse il significato che loro davano agli stessi atteggiamenti/comportamenti; per quanto riguarda i miei familiari, sono certa che non dessero a comportamenti/atteggiamento il significato, pesante, che a livello più o meno conscio, davo io.
Quindi, ed è una cosa che ho compreso con il tempo, se io (e credo un po' tutti) fossi riuscita a dare a certe cose il significato di "fragole", avrei probabilmente odiato le fragole ma mi sarei risparmiata un sacco di problemi, di sofferenze e di errori.

Non sto facendo paragoni con la tua psicosi, non mi permetterei mai, ma è solo per dire che in realtà, anche chi non ha problemi del genere, si può infliggere e spesso si infligge (o magari si gode, vale anche per il positivo) emozioni in funzione del significato che dà a una o all'altra realtà e non necessariamente per la realtà in sé. Ciò nulla toglie al fatto che debba viversele e di conseguenza gestirsele.

La mia risposta vale pochino, mi sa. Ma almeno ho capito cosa intendi?

PS: Ho corretto la h. mi vergogno un sacco cheers


Ultima modifica di merla il Sab Mag 28, 2016 8:00 pm, modificato 1 volta
avatar
merla

Numero di messaggi : 2113
Data d'iscrizione : 09.01.08
Età : 41
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  Madama_Butterfly il Sab Mag 28, 2016 7:48 pm

Sì, credo di sì. A dire il vero non è la prima volta che pongo queste domande, e perlomeno gli psicologi e gli psichiatri non mi hanno mai dato risposte molto soddisfacenti a riguardo. Comunque sei stata gentilissima e non solo, mi hai dato diversi spunti su cui rifletterò stasera. Grazie tante.
avatar
Madama_Butterfly

Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 12.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  richarson il Dom Mag 29, 2016 12:12 am

Madama, scusa la rozzezza, ma a te è stata diagnosticata la psicosi? Ti dico questo perché è una patologia molto grave. Io ho avuto episodi schizzofrenici, ma non sono stato diagnosticato tale.

richarson

Numero di messaggi : 337
Data d'iscrizione : 30.12.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  richarson il Dom Mag 29, 2016 12:28 am

Ti posso dire però che conosco molto bene la malattia perché ho un parente acquisito che soffre appunto di tale patologia. Il tratto principale di tale malattia mentale è che il soggetto, a differenza dei depressi, non ha la consapevolezza di essere "di fuori".

richarson

Numero di messaggi : 337
Data d'iscrizione : 30.12.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  Madama_Butterfly il Dom Mag 29, 2016 1:26 am

richarson ha scritto:Madama, scusa la rozzezza,  ma a te è stata diagnosticata la psicosi? Ti dico questo perché è una patologia molto grave. Io ho avuto episodi schizzofrenici, ma non sono stato diagnosticato tale.

Io sono diagnosticata attualmente con disturbo schizoaffettivo, ovvero - come dicono - presento sia sintomi della schizofrenia sia sintomi del disturbo bipolare. E' la seconda volta che ricevo questa diagnosi. Ma sono stata diagnosticata anche con psicosi nas(non altrimenti specificata).


Ultima modifica di Madama_Butterfly il Dom Mag 29, 2016 1:40 am, modificato 1 volta
avatar
Madama_Butterfly

Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 12.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  Madama_Butterfly il Dom Mag 29, 2016 1:38 am

richarson ha scritto:Ti posso dire però che conosco molto bene la malattia perché ho un parente acquisito che soffre appunto di tale patologia.  Il tratto principale di tale malattia mentale è che il soggetto, a differenza dei depressi, non ha la consapevolezza di essere "di fuori".

Durante la psicosi non ho la minima idea che possa essere tale, è solo quando è finita che mi arriva la consapevolezza - grazie sicuramente ai farmaci e la psicoterapia - che quello che ho vissuto non era reale.
avatar
Madama_Butterfly

Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 12.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  petra944 il Dom Mag 29, 2016 9:05 pm

Madama_Butterfly ha scritto:Grazie dei consigli, petra944. Nello specifico - mi sono spiegata male, forse - intendevo: come si fa a superare la piena e lucida consapevolezza di aver perso - per periodi più o meno lunghi - la ragione? Chiedevo perché non sento mai di poter fare affidamento sulla mia mente - avendomi dimostrato a più riprese la sua incapacità di discriminare cosa è reale e cosa non lo è - e questo mi crea parecchia confusione: il fatto che non posso fare affidamento su niente, neppure su me stessa.
Ora ho capito , e' la classica situazione in cui hai perso la fiducia in te stessa
Quando facciamo cazzate , cioe' facciamo qualcosa che non va bene per la nostra persona abbiamo paura di affidarci di nuovo alle nostre scelte , allora bisognerebbe fare dei percorsi di riacquisto dell autostima , a parte magari con la psicoterapeuta , ma anche a casa da soli puoi iniziare dalle piccole cose , come ad esempio fare delle piccole scelte su un hobby creativo ad esempio o che libro leggere , insomma riportarti a farti capire che quello che scegli ti fa stare bene e puoi per l appunto iniziare con le piccole cose , in tal modo se sbagli non paghi delle conseguenze gravi , al massimo scegli il libro sbagliato oppure se fai un hobby creativo , al massimo , non so che hobby hai ma se ti piace ricamare , al massimo fai una schifezza di lavoro che ti permette di capire che le tue scelte sbagliate portano delle conseguenze sempre , perdita di tempo e malessere per te stessa Smile
avatar
petra944

Numero di messaggi : 72
Data d'iscrizione : 02.09.14
Età : 34
Località : Milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  petra944 il Dom Mag 29, 2016 9:12 pm

Madama_Butterfly ha scritto:Cioè, per me il problema non è la psicosi in sé. Grazie ai miei deliri ho passato alcuni dei momenti più belli della mia vita. Il problema è convivere con la consapevolezza che non sono mai avvenuti. Per me, il problema è il dopo, cioè elaborare e quindi superare l'inevitabile fatto che quanto mi è successo non è mai successo.
ahhhhhh
ma non puoi negare che non ti sia mai successo , la tua mente era fragile ..... non stavi bene , e' la tua storia come fai a cancellarla ??? devi accettare tutto e fare in modo che non ricapiti , non hai potere su quello che e' successo mai hai potere solo sul presente .
avatar
petra944

Numero di messaggi : 72
Data d'iscrizione : 02.09.14
Età : 34
Località : Milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  Madama_Butterfly il Lun Mag 30, 2016 5:01 pm

Grazie mille petra, ancora una volta. Non ho più hobby, ma di tanto in tanto leggo. Rispetto a quello che hai scritto, volevo solo fare una piccola precisazione: non sono io a negare che quanto mi è successo mi è successo, bensì la realtà stessa. Similmente, non sono io a voler cancellare la mia storia, bensì la mia storia - o una parte di essa - che si è cancellata da sé. E' appunto questo che mi crea difficoltà. Per spiegarmi meglio, provo a fare un altro esempio. Poniamo il caso che una notte tu ti metta a dormire, e fai un sogno che dura parecchi anni. Durante quegli anni, tutto ciò che sogni diventa la tua vita, la confondi con essa..ma ciò che sogni è tutto ciò che ti dà conforto, tutto ciò che ti è familiare, tutto ciò che ti dà amore, tanto che il sogno diventa la tua ragione di vita. Ora, un giorno vieni svegliato e ti accorgi che quanto hai vissuto non era altro che un sogno. E' questo che intendo quando dico che quello che mi è successo non è mai successo. E' successo, sì, a un livello profondissimo del mio essere, ma non nella realtà. Quindi non è avvenuto. La mia difficoltà sta appunto nel comprendere come io possa superare un dolore reale che ha la sua radice in un sogno - per proseguire la metafora - cioè in qualcosa che non pertiene alla realtà.
avatar
Madama_Butterfly

Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 12.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

re:psicosi

Messaggio  beccaccino69 il Lun Mag 30, 2016 5:47 pm

gentile Butterfly , l'unica cosa che posso fare è raccontare la mia esperienza. ho avuto nel corso degli anni due crisi psicotiche con deliri persecutori: sono andato dallo psichiatra fortunatamente diversi giorni dopo ( e non settimane o mese) la crisi...che per me è sempre stata angosciosa e inquietante (vedevo le teste mozzate sugli armadi e simili).lo psico mi ha steso con alti dosaggi di risperidone e nel frattempo ha cercato di farmi recuperare il senso della realtà, in pratica a starci dentro con la testa. questo con la pazienza ma in modo direttivo= dandomi una piccola tabella di marcia per la vita : dormire 8 ore, lavarsi con doccia, fare 2 pasti al giorno...cosa che per me è ancora preziosissima. la tua storia mi è di difficile comprensione,specie quando parli di momenti bellissimi avuti durante il delirio ciao un abbraccio

beccaccino69

Numero di messaggi : 26
Data d'iscrizione : 02.04.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  Madama_Butterfly il Lun Mag 30, 2016 6:27 pm

beccaccino69, grazie infinite per aver condiviso la tua esperienza. Mi spiace che le tue crisi abbiano avuto tratti così cupi e spaventosi. Però sono contenta che hai, o hai avuto, un valido psichiatra, e anche che hai avuto la prontezza di rivolgerti a lui.

beccaccino69 ha scritto: la tua storia mi è di difficile comprensione,specie quando parli di momenti bellissimi avuti durante il delirio
Questo perché, per mia reticenza personale - e non è tanto perché me ne vergogno, ma perché mi fa troppo male - non ho approfondito. Mai sentito parlare di delirio erotomanico?
avatar
Madama_Butterfly

Numero di messaggi : 98
Data d'iscrizione : 12.05.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Psicosi

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum