possibilità

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

possibilità

Messaggio  newnew il Lun Apr 11, 2016 11:02 pm

mi è arrivata una proposta di lavoro dall'estero. e questa volta ho risposto. magari non passerò il primo colloquio telefonico. ma iniziano le mie paranoie.

tempo fa contemplai la possibilità, ma decisi che il mio tempo sarebbe stato speso meglio qui. qui, vivendo con i miei, avrei potuto dedicare maggior tempo alla formazione personale, allo studio. oppure avrei potuto sviluppare una rete di conoscenze e trovare finalmente una compagna.

invece non ho fatto niente di tutto questo. il lavoro mi porta via tante energie, quasi tutte. il resto se ne vanno in eventi del ca**o come questo. cose che succedono, portano via quel che rimane, e poi mi rilasciano punto e a capo.

le prospettive di continuare a lavorare nella mia città diventano ogni giorno meno probabili.
di recente poi la mia azienda mi ha candidato per una posizione inferiore a quella che ricopro attualmente, lo ha fatto senza consultarmi, io l'ho saputo mesi e mesi dopo, quando sono dovuto andare a farmi valutare.
non si capisce bene se dovrò lavorare da qui, dall'altra città vicina si ma non troppo... insomma colui che ha parlato si è tenuto sul vago.

non mi è piaciuta questa cosa che è successa. invece di andare avanti tornerei indietro.
andrei a vivere in una bella periferia del ca*** a coprire un ruolo inferiore a quello che copro attualmente, a buttare nel cesso anni di esperienza e di sacrifici.
e poi... a 'sto giro mi andrà bene. ma tra alcuni anni? finito il contratto? che si fa? faccio un altro passettino indietro? e poi? torno a fare stage? e di quest'azienda mi fido? mi piace il modo in cui mi ha trattato? perché non mi hanno parlato prima? perché non mi hanno detto per questo motivo farai questa cosa in questo posto? voglio rimanere associato a questa gente che non sa prendere un dipendente e fargli un discorso serio e chiaro? seppur fermo? oppure lo fanno di proposito? vogliono rompermi il ca**o per farmi andare via di mia sponte salvando la faccia verso le nuove leve?

ed ecco che arriva un segno. oggi. mi arriva una proposta di lavoro all'estero. per la posizione che già ricopro, con riconosciuta l'esperieze già fatta. tra l'altro ho l'impressione che è il mio posto che l'azienda cliente sta cercando di trasferire altrove. non lo so se la recruiter sapeva ed è tutto un complotto nazicapitalcomunista per farmi lavorare di più per meno, magari la tipa era ignara, dal mio cv non si capisce che lavoro già per loro tramite altri e quindi, se l'obbiettivo è rimpiazzare me, non è poi così improbabile che io sia parso un possibile candidato... chi meglio di me per rimpiazzare me? va be'....

alla faccia se sono diventato paranoico. ma chi me se inc*la. mi do' troppa importanza. probabilmente è tutto un caso. e mai attribuire alla malizia quello che si può attribuire all'incompetenza. non mi vogliono male. non complottano alle mie spalle. non gliene fot** a nessuno di me, il che potrebbe essere anche un bene. sono semplicemente scarsi.

l'altra volta all'altro tizio non avevo risposto. questa volta, si.

ci sarà un colloquio telefonico, probabilmente mi scarteranno li, perché l'inglese lo capisco fino a un certo punto, e la mia pronuncia è scarsa, e mi risolveranno il problema e potrò tornare nel mio brodo, alla nuova periferia di m*rda che probabilmente mi aspetta.

se però dovessi passare la selezione...

guadagnerei dal punto di vista delle prospettive di carriera, ma perderei sul livello economico. però sarebbe come schiacciare un bel reset. sarei catapultato in un altro contesto. ne ho bisogno. le giornate si ripetono. dall'ultima volta che sono stato promosso, 3 anni fa, la mia vita personale è andata via via deteriorandosi. sempre peggio, sotto diversi aspetti.

ho poco da perdere.

gli hobby sono andati. arti marziali l'ho abbandonato e sono mesi che non vado a ballare, a parte qualche lezione ma ne sto saltando tante.

gli amici ci sono ancora ma non mi bastano.

fidanzate o flirt o possibili papabili non ce n'è più. mi sono fatto attorno il deserto, e mi è passata pure la voglia.

mi serve il nuovo reset.

ma ho paura.

ho paura di far del male ai miei allontanandomi.

ma io non sto vivendo e altrove forse potrebbe cambiare qualcosa, almeno per un po'.

devo farmi questa esperienza. devo essere forte anche per loro, essere deciso anche per loro.

probabilmente alla lunga staranno meglio a sapermi altrove a vivere che a stare qui a fare sempre le stesse ca**o di cose.

vediamo se questa volta riuscirò a portare a compimento il cambiamento.

non è che io abbia tutta questa voglia. però non voglio tra un anno tornare sempre sullo stesso quesito. voglio superare questo punto e andare avanti.

newnew

Numero di messaggi : 196
Data d'iscrizione : 04.05.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: possibilità

Messaggio  Diamante il Mar Apr 12, 2016 1:15 pm

Ciao, quanti anni hai?
Non credo che te lo facciano a posta, non avrebbe senso secondo me.. lo fanno per motivi economici e si fregano un pò dei motivi degli altri.
Secondo me potresti parlarci con chiarezza, senza alzare i toni ma chiedendo comunque trasparenza.

Diamante

Numero di messaggi : 73
Data d'iscrizione : 30.03.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum