Non ne esco, non so che fare..

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Non ne esco, non so che fare..

Messaggio  piscadur il Mar Dic 22, 2015 6:53 pm

Buonasera a tutti ho 24 anni è voglio raccontare la mia storia anche se me ne vergogno.
Soffro da 2 anni e mezzo di un batterio che mi ha rovinato completamente la vita che si trasmette soltanto attraverso rapporti sessuali.
Tutto ha inizio quando circa tre anni fa conobbi la mia ex-ragazza ed ai primi rapporti notai che c'era qualcosa che non andava.. Iniziai a soffrire di eiaculazione precoce ed avevo il problema di mantenere l'erezione (problemi che ho tutt'ora).

Spaventato decisi di rivolgermi ad un andrologo che mi fece fare l'esame del seme e anche il colturale. Dall'esame colturale non saltò fuori nulla e il motivo è perchè è un batterio intracellulare e cioè si nasconde dentro le cellule; mentre in quello del seme avevo diversi valori sballati che segnalavano un'infezione; probabilmente clamidia.
Così ho chiamato delle mie vecchie partner e saltò fuori che una di loro appunto ha avuto questo batterio. Da quel giorno è stato un susseguirsi di cure ed esami, con alti e bassi e con l'ansia e la depressione che ormai mi assalivano ogni giorno.

Poco tempo fa la mia ex stufa di questa situazione mi ha detto che non era più attratta da me fisicamente e mi ha proposto di avere una relazione aperta; cioè che io frequentassi altre donne e lei altri uomini.. cosa per me assurda!! Che senso ha?? comunque alla fine ci siamo lasciati (più che altro per suo volere) anche se per me dopo tre anni di ricordi bellissimi con lei è stata una bella botta..
Oltre ad aver perso lei, ho perso anche il lavoro dopo 4 anni nello stesso posto.

Ora sono nella depressione più totale, non riesco a far niente, ho paura di non guarire e di non trovare più una ragazza che mi accetti in queste condizioni. Ogni giorno cerco di uscire, per svagarmi un pò ma non ci riesco.. Torno sempre a pensare al suicidio piuttosto che trascorrere la vita senza una donna al mio fianco. Il mio sogno è riuscire a guarire, a tornare una persona normale; voglio staccarmi dal letto dove mi rifugio ogni giorno. Trovo assurdo che mi sono rovinato così per un batterio. Non so più che fare.. non riesco a far niente.

Ho deciso di scrivere qui nel forum come sfogo, tanto ora non più niente da perdere.

piscadur

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 22.12.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ne esco, non so che fare..

Messaggio  alfredo il Mer Dic 23, 2015 4:17 pm

ciao
ne hai parlato con il medico ? , segui le cure che ti prescrive .

Ho trovato questo in rete :
" La Clamidia si cura facilmente con un antibiotico da assumere per via orale, di solito eritromicina, tetraciclina o azitromicina. "

alfredo

Numero di messaggi : 323
Data d'iscrizione : 26.01.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ne esco, non so che fare..

Messaggio  piscadur il Gio Dic 24, 2015 1:51 pm

Sisi come ho scritto sono in cura da un andrologo, ma purtroppo non è così semplice da curare, dipende dai casi. Purtroppo io me ne sono accorto troppo tardi perché è una malattia asintomatica all'inizio, e quindi tu puoi avercela da anni senza mai avere avuto un sintomo.

piscadur

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 22.12.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ne esco, non so che fare..

Messaggio  Bad Trip il Ven Dic 25, 2015 8:05 pm

Da tuo coetaneo immedesimarmi nel tuo scenario è fottutamènte destabilizzante psicologicamente. Quando non puoi incolpare niente per le probabilità infinitesimali che questo batterio abbia colpito proprio te e non uno dei tanti puttanieri random, ancora pèggio. :/

Comunque prendi spunto dalle tue paranoie, quanto sono razionali/irrazionali?

1) Non troverò mai più una ragazza.  -> l'ultima tua storia è andata avanti 3 anni, nonostante il tuo problema si fosse presentato agli inizi (correggimi se sbaglio). evidentemente questo problèma per lei non ha avuto una rilevanza tale da compromettèrne una storia. Potranno essercene altrè come lei? ...Non so, ma è molto probabilè di sì guardando al tuo recente passato. Le possibilità ovviamènte calano drasticamente quando oltre al batterio una dovrà sorbirsi anchè il pacchètto complèto di depressione, ansia, negatività ecc.

Concludèndo, brevemente: Per me è tutta una questione di equilibrio tra cosa sei in grado di offrire di positivo per controbilanciare i difètti. La dèprèssionè non è controbilanciabilè con nièntè, forsè solo chi ha i milioni può pèrmèttèrsèlo, quindi lèvarsèla dèvè èssèrè impèrativo è obièttivo primario.

2) Paura di non guarirè. (da batterio o deprèssione?) Non conosco la malattia è comè agiscè a livèllo sèssualè, ma sè puoi pèrmèttertèlo consulta divèrsi andrologi pèr una maggiorè accuratèzza circa lè tuè futurè prospèttivè sèssuali/di guarigionè. Inoltrè sè non rièsci a scoparè più dècèntèmèntè sarà anchè pèr disfunzioni ormonali datè  anchè da dèprèssionè/inattività comè  tèstostènè annullato, alzamènto èstrogèni..cortisolo èlèvato, colèstèrolo nègativo alto? Boh, sono ipotèsi. O tutta colpa dèl battèrio?
In ogni caso quèstè ultiemè cosè si aggiustano facilmèntè con una maniacalè disciplina alimèntarè è "sportiva".

I dèprèssi "hardcorè" pèr mè non sognano, non sanno èsattamèntè chi sono è dovè vogliono andarè, è magari nèanchè hanno ragioni concrètè pèr èssèrè dèprèssi.
Tè non fai partè di quèsta cèrchia, hai fatto un pèrcorso da pèrsona normalè, è stata solo sfiga, non carènzè di carattèrè o pèrsonalità, quindi puoi rialzarti...

(scusa lè è accèntatè a caso è amènità variè, ho la tastièra mèzza scassata)


Ultima modifica di Bad Trip il Ven Dic 25, 2015 11:28 pm, modificato 1 volta
avatar
Bad Trip

Numero di messaggi : 63
Data d'iscrizione : 30.09.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ne esco, non so che fare..

Messaggio  piscadur il Ven Dic 25, 2015 9:39 pm

Ciao Bad Trip. Grazie per la risposta molto accurata, mi hai dato un po' di coraggio per andare avanti! Spero davvero di trovare un'altra santa donna che sopporti la situazione. . Comunque penso sia esclusivamente colpa del batterio, perché ho fatto anche esami che verificano i livelli di testosterone e di prolattina ed erano a norma. Credo che in questi anni non sia riuscito a sconfiggerlo anche perché come hai detto tu psicologicamente è una cosa che ti destabilizza e ti mette ansia e paura di non riuscire a guarire dalla malattia.Il fattore psicologico mi ha detto l'andrologo che può incidere molto durante le cure. Purtroppo ho sempre avuto un carattere abbastanza debole e non riesco a non pensare ai problemi, è più forte di me. Per quanto riguarda l'attività fisica è andata sempre in diminuzione; in questi anni nei momenti in cui non lavoravo in pratica ero sempre nel letto sotto le coperte e con la tv accesa. Ultimamente ho cercato un po' di reagire. Ho riniziato a correre e ad andare in bici. Poi quando la mia ex mi ha lasciato sono ripiombato nel mio pessimismo. Ora sto cercando di nuovo di farmi coraggio e di rialzarmi; anche parlondone perché tenersi tutto dentro penso sia ancora peggio.

piscadur

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 22.12.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Non ne esco, non so che fare..

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum