LE POESIE SCRITTE DA NOI

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  Pavely il Dom Feb 15, 2009 8:38 am

Fiorellino, nella tua poesia c'è un dolcezza grandissima.

Ha la purezza di un bambino che piange accanto al mare.

Ti stringo forte forte...

Anch'io, romantico, sò quanto sia triste vivere senza un amore.
avatar
Pavely

Numero di messaggi : 952
Data d'iscrizione : 02.04.08
Età : 41
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://storiadipavely.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  Pavely il Dom Feb 15, 2009 8:40 am

canterel II ha scritto:ciao fiorellino
concordo con lunatica circa il significato della festa di san valentino. stabilire una ricorrenza per celebrare l'umanità che scopa ha lo stesso senso che stabilire una ricorrenza per celebrare l'umanità che mangia o che dorme.

come lunatica penso altresì che il tuo sia un bel componimento. davvero, mi spiace solo se ti è stato ispirato da un moto di tristezza.

a tutti i versificatori del forum pongo la proposta (devo averlo già fatto) di aprire un thread per i nostri esercizi poetici, in modo da non disperdere la creatività. vi piacerebbe? soprattutto, lo usereste?



Il 7 febbraio ho aperto anche io un post sulle nostre poesie.

Vogliamo usare quello?
avatar
Pavely

Numero di messaggi : 952
Data d'iscrizione : 02.04.08
Età : 41
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://storiadipavely.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

"Mio padre"

Messaggio  Pavely il Dom Feb 15, 2009 8:43 am

Un letto.

Macchine, tubi, metalli.

Giornate di febbraio
macchiate d'azzurro.

Paura, vergogna,
sensi di colpa, smarrirsi
in questo sole così distante.

Il respiro di mio padre.
I suoi occhi, il suo viso,
le sue labbra e
le sue mani.

E il sentimento
di sentirsi famiglia.
Non in intimità,
persone, una
accanto all'altra.

E mascherine,
camici verdi,
attese lungo il corridoio,
parole dei dottori,
chiamate al telefono,
lacrime, notti spese
a guardare la finestra.

E la parola,
infine,
solitudine.
avatar
Pavely

Numero di messaggi : 952
Data d'iscrizione : 02.04.08
Età : 41
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://storiadipavely.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  suggestione il Dom Feb 15, 2009 11:32 am

Triste!!! intensamente triste.
Avverto quel senso di incompletezza, che in giornate particolari si accentuano, focalizzando i nostri reali bisogni.
avatar
suggestione

Numero di messaggi : 821
Data d'iscrizione : 08.01.08
Età : 49
Località : nessuna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  canterel II il Dom Feb 15, 2009 12:10 pm

Pavely ha scritto:



Il 7 febbraio ho aperto anche io un post sulle nostre poesie.

Vogliamo usare quello?

ottimo
avatar
canterel II
Admin

Numero di messaggi : 2412
Data d'iscrizione : 08.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=RIOiwg2iHio

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  fiorellino il Dom Feb 15, 2009 6:32 pm

Pavely ha scritto:Fiorellino, nella tua poesia c'è un dolcezza grandissima.

Ha la purezza di un bambino che piange accanto al mare.

Ti stringo forte forte...

Anch'io, romantico, sò quanto sia triste vivere senza un amore.

Dicono tutti che sono molto dolce e tu l'hai colto in così poche parole...
avatar
fiorellino

Numero di messaggi : 20
Data d'iscrizione : 23.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  fiorellino il Dom Feb 15, 2009 6:34 pm

Ditemi dov'è il post che la..."posto".
Ne farò altre.
avatar
fiorellino

Numero di messaggi : 20
Data d'iscrizione : 23.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  fiorellino il Dom Feb 15, 2009 7:01 pm

L'ho trovato!!!
avatar
fiorellino

Numero di messaggi : 20
Data d'iscrizione : 23.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

buona idea...

Messaggio  piccola_89 il Dom Feb 15, 2009 9:05 pm

Ciao ragazzi è da un po' che non scrivo...trovo molto bella l'idea di uno spazio in cui ogniuno possa esprimersi al meglio...io non sono molto brava, le uniche volte che ho scritto poesie l'ho fatto per scherzi alle scuole superiori facendo ridere professori e studenti... Very Happy Spero di riuscire ad esprimermi anche in modo da esternare le mie emozioni, come la tua stupenda poesia.
Per quanto riguarda San Valentino, il mio ragazzo mi ha portata a mangiare fuori, ha offerto lui, ed io gli ho fatto un piccolo pensiero, ma poteva essere benissimo anche oggi anche tra un mese. Non serve una data per amare bisogna farlo sempre ogni giorno dell'anno e non parlo solo d'amore tra uomo e donne ma anche verso le persone che più ci sono vicine, i genitori, gli amici....ecc...
ciao ciao ragazzi...Erica

piccola_89

Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 19.12.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ehi luna, come si fa a inserire gli mp3 e le foto?

Messaggio  Stef il Lun Feb 16, 2009 2:18 am

(la domanda è rivolta a chi lo sa)
avatar
Stef

Numero di messaggi : 1007
Data d'iscrizione : 13.01.08
Età : 63
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  canterel II il Lun Feb 16, 2009 2:53 am

Stef ha scritto:(la domanda è rivolta a chi lo sa)

puoi inserire le foto cliccando sopra alla finestra dell'anteprima del messaggio sul comando HOSTING DI UNA IMMAGINE (riquadro di alberello con floppy). ti si apre una finestra che ti chiede di caricare la foto desiderata - se dai tuoi archivi SFOGLIA, se da fuori copia URL e bada di non violare copyright.
una volta scelta l'immagine e il formato, schiaccia HOST IT. dopo di che, puoi copiare il link all'immagine hostata, aprire il comando IMMAGINE (riquadro di alberello senza floppy), incollare lì il link, e la foto dovrebbe comparire nel testo del messaggio.

puoi inserire dei video che siano già caricati su internet - se non basta il link che abbiamo sempre usato - cliccando sopra la finestra dell'anteprima del messaggio sul comando VIDEO (riquadro di pellicola perforata con due fotogrammi). ti si apre una finestra e tu devi inserire la URL del video in questione. poi schiacci OK e il video apparirà nel testo del messaggio.
avatar
canterel II
Admin

Numero di messaggi : 2412
Data d'iscrizione : 08.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=RIOiwg2iHio

Tornare in alto Andare in basso

è un'idea

Messaggio  anthea il Lun Feb 16, 2009 8:38 am

bellissima! Vedrò anch'io di contribuire con le mie schifezze.

Concordo con chi ha scritto che S. Valentino oggi è diventata più che altro una festa commerciale.
Però per noi sposati e genitori da anni, è motivo per ricordarsi che esistiamo ancora come coppia.
Io l'ho festeggiato un giorno prima con una scatola di cioccolatini e tante coccole.

Coraggio anche a chi è solo! Certe volte è dura, ma non bisogna smettere di cercare. C'è sempre in giro qualcuno per ognuno di noi.
avatar
anthea

Numero di messaggi : 841
Data d'iscrizione : 14.11.08
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  Pavely il Lun Feb 16, 2009 10:52 pm

"Fare l'Olio".

L'olio.

Vocali, una consonante leggerissima.

Le vocali sono una o, poi una i,
poi ancora (in fine) una o.

La consonante
(non si sente poi molto bene)
è la elle.

Il luogo è un frantoio.
Il panorama sono le colline lepine.
Il cielo è un tramonto.
Dipinto di nuvole belle.

Il profumo, (lo puoi sentire),
è quello dell'oliva itrana,
macinata, fresca,
con sentori di erba medica
e trifoglio.

E' un profumo di vino.
Qualcosa che osservi correre,
che è lì, fiume di verde,
e sai che è un legame.
Quel legame che, fortissimo,
ti lega a tuo padre.

Ora lui è lontano.
Lontano dal tuo corpo,
lontano da quanto puoi dare,
lontano dai sogni,
lontano da quanto rimane.
E in quella lontananza,
il profumo dell'olio,
è un profumo nuovo.

E sorridi guardando le nuvole
al tramonto. Sorridi al neon
di luci elettriche e guardi
i campi di aranci e di viti,
appoggi una mano
al cemento della parete
e la guardi.

I calli, le ferite dei rovi,
i tagli dei sassi, le spalle
curve, i vestiti sporchi.

Essere contandini
e avere un profumo di terra.

Parole di un affetto.
avatar
Pavely

Numero di messaggi : 952
Data d'iscrizione : 02.04.08
Età : 41
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://storiadipavely.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

La crisi.

Messaggio  Pavely il Mar Feb 17, 2009 8:27 pm

"La crisi economica"

C'è crisi?
Sembra di sì.

Ma proviamo a vedere
il mondo da una diversa
altezza...

Manca l'acqua?
Raccoglieremo la pioggia.

Manca da mangiare?
(Sorriso).
Raccoglieremo grano
nelle pianure d'Africa.

I telefoni non funzionano.
Ho... scriveremo a matita
poesie. E lasceremo messaggi
come fiori
accanto alle finestre.

Il giornale dice che le automobili
sono sempre di meno.
O beh... ruberemo le biciclette
ai nostri figli e il vento
tra i capelli
ci restituirà il sorriso.

Un amico ci dice
che il costo della carne
aumenta.
Guardiamo il cielo di Roma,
ci pensiamo su un momento
e sorridiamo.
Mangeremo pollo.

Eccoci a casa.
Il gas non funziona.
(Costa troppo!).
Andiamo di filato in cucina,
un bicchiere di vino,
un sorriso...
e ci mettiamo due maglioni,
due guanti,
e un berretto di lana.

E quella finestra...
nella notte...
a febbraio...
l'apriremo.

E ci fumeremo una sigaretta.
avatar
Pavely

Numero di messaggi : 952
Data d'iscrizione : 02.04.08
Età : 41
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://storiadipavely.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

"Le attese"

Messaggio  Pavely il Ven Feb 20, 2009 5:24 pm

Le attese sono strane.
Sei fermo,
accanto ad un muro.

Fuori è inverno,
il cielo è indaco
e blù
e meraviglioso...

Non pensi a nulla,
stai aspettando.
Le mani dietro la schiena,
ti appoggi alla parete.

Guardi i colori dell'Ospedale,
colori pastello,
chiari, un verde lieve,
un color crema.

Oltre la porta, oltre quella porta,
c'è tuo padre.
Ha i capelli sporchi,
una maschera d'ossigeno.

Guardi le persone che passano.
Non ti vedono,
non vedono la tristezza dei tuoi occhi
e stà bene... (stà bene, ti dici).

Forse verrà tua zia.
Forse no.
Forse trasferiranno tuo padre in un'altro reparto,
forse no.

Aspettare non dà sicurezza,
le attese
non sono
risposte. (Sono domande).

Domande aperte
date alla sera,
domande che non hanno
una risposta.

Sono richiesta
di corpi,
di parole,
di gesti.

E non impoterà quello che ti dirà
il medico (non importa mai).
Non importa se non sei come Montale
e le poesie, le poesie che scrivi, non sono segreti.

Guarderai il viso del medico.
Guarderai la stanza.
Penserai a tuo padre nudo che è lì,
oltre quella parete.

Penserai ai copriscarpa.
E gli darai un orologio.
E gli stringerai la mano.

(E ti sentirai felice).
avatar
Pavely

Numero di messaggi : 952
Data d'iscrizione : 02.04.08
Età : 41
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://storiadipavely.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  canterel II il Ven Feb 20, 2009 5:45 pm

Pavely ha scritto:

Manca da mangiare?
(Sorriso).
Raccoglieremo grano
nelle pianure d'Africa.


Chapeu. Questa strofa la dedicherei a ueltroni Like a Star @ heaven
avatar
canterel II
Admin

Numero di messaggi : 2412
Data d'iscrizione : 08.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=RIOiwg2iHio

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  Pavely il Ven Feb 20, 2009 11:00 pm

canterel II ha scritto:
Pavely ha scritto:

Manca da mangiare?
(Sorriso).
Raccoglieremo grano
nelle pianure d'Africa.


Chapeu. Questa strofa la dedicherei a ueltroni Like a Star @ heaven



Mio padre è stato in Africa Canterel.

Per tanti anni.

E negli altopiani del Kenya ha visto varie etnie piantare grano, orzo, kamut e miglio.

E' qualcosa che non si può spiegare.

Se guardi in foto i vecchi con le mani rugose che spargono i semi non ci crederesti.

Ed era il 1997.
avatar
Pavely

Numero di messaggi : 952
Data d'iscrizione : 02.04.08
Età : 41
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://storiadipavely.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  canterel II il Ven Feb 20, 2009 11:26 pm

Pavely ha scritto:[quote="canterel II
Se guardi in foto i vecchi con le mani rugose che spargono i semi non ci crederesti.

Ed era il 1997.

mi piacerebbe vedere qualche pezzetto d'africa.

non ho dubbi che esista del grano in africa. ma posso raccoglierlo così come voglio?
avatar
canterel II
Admin

Numero di messaggi : 2412
Data d'iscrizione : 08.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=RIOiwg2iHio

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  Pavely il Ven Feb 20, 2009 11:34 pm

canterel II ha scritto:
Pavely ha scritto:[quote="canterel II
Se guardi in foto i vecchi con le mani rugose che spargono i semi non ci crederesti.

Ed era il 1997.

mi piacerebbe vedere qualche pezzetto d'africa.

non ho dubbi che esista del grano in africa. ma posso raccoglierlo così come voglio?


Very Happy

Paflughino!

Era una poesia.

Mica la realtà.

Mi sembrava un'immagine bella.

Certo, la poesia può sembrarti ingenua... pure, credimi, gli Africani sanno insegnarti tanto.

Hanno una cultura bellissima.
avatar
Pavely

Numero di messaggi : 952
Data d'iscrizione : 02.04.08
Età : 41
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://storiadipavely.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

"Dimenticare le magliette".

Messaggio  Pavely il Dom Feb 22, 2009 9:01 pm

Ho dimenticato le magliette.
Dovevo portarle,
dovevo scriverla questa cosa da fare.
Andare a casa,
aprire i cassetti della tua biancheria,
trovare le magliette bianche.
Tu sei a letto, non ti puoi alzare.
E io dovrei essere affidabile,
non dovrei sbagliare,
non dovrei,
ecco,
non dovrei dimenticare e pure,
oggi,
ho dimenticato di portarle.
Ho dimenticato di portare le magliette.
Non ti sei arrabbiato...
e quando te l'ho detto,
hai sorriso.
E io ho sorriso con te.
Dicendoti,
Papà,
quanto io ti voglia bene.
avatar
Pavely

Numero di messaggi : 952
Data d'iscrizione : 02.04.08
Età : 41
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente http://storiadipavely.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

...

Messaggio  elisa0000 il Mar Ott 13, 2009 5:34 pm

Vorrei essere nata da spiriti liberi che mi avessero insegnato la musica.
Vorrei avere la voce delle sirene.
Vorrei volare.

Vorrei poter rileggere le stesse frasi, risentire le stesse parole e le stesse note con la stessa intensità del momento più intenso,
che invece si consuma e svanisce.

Tu mi emozioni. Dove si trova la fonte della tua immaginazione? Voglio venirci con te.

Vorrei intelligenza, fantasia, colore e musica per non essere mai sola,
per non sentirmi mai vuota.

Sono un fragile vaso di vetro soffiato. Colorato e opaco di tempo.
La mia anima è ancorata da enormi massi arrotondati dai venti. Pesanti e comodi.

A volte vorrei rimanere così,
senza pavimento.
Potrei rinunciare alla vita che conosco per un solo attimo sospesa nell’aria

Il corpo in cui è intriso il mio spirito dovrebbe rispecchiare ciò che porta.

elisa0000

Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 12.10.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

POESIE e pensieri liberi

Messaggio  Lucedamore il Lun Nov 29, 2010 8:41 pm

Oggi mi hai provato come non mai
dolore silenzioso dell'anima,
Oggi mi hai spaventato, paura trasparente
che non riesco a comprendere.

Fuori fa freddo, l'inverno è già qui.
Il buo dell'anima.
Dove sono finito? Come son arrivato qui?
Dove mi son perso?

Sto precipitando nel vuoto, ma sogno di risalire la china
rimboccandomi le mani, ricominciando da capo.


Rinascita.

Quando ti sembra di aver perduto tutto, quando ti sembra che non ne valga più la pena,
quando ti scandalizzi nel pensare che una parte di te non vorrebbe più vivere,
quando vorresti piangere solo lacrime e i tuoi occhi rimangono sterili e tristi,
quando hai perso la speranza,
ecco che allora ti accorgi di quanto possedevi prima, dell'immensa ricchezza che avevi e che pure disprezzavi.
Avevi molto eppure eri infelice. Possedevi tutto, ma eri sempre arrabbiato, insoddisfatto.
Eri ricco e non lo sapevi.

Sei diventato avido. Sei diventato lussurioso. Sei diventato famelico. Che ne hai fatto della tua anima candida?
L'hai ricoperta di lordura. Che he hai fatto della tua semplicità? E' diventata un groviglio di pensieri e calcoli.
Che ne hai fatta della tua speranza? E' stata calpestata dalla disperazione.
Che ne hai fatto del tuo desiderio di amare? E' diventato fame di possesso.

Devo morire al dolore, per poi rinascere luce nuova. Il dolore forgia il mio nuovo io. Sono pronto a soffrire per rinascere spirito nuovo. Perché ho voglia di amare e di essere amato.

avatar
Lucedamore

Numero di messaggi : 198
Data d'iscrizione : 24.10.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  canterel II il Lun Nov 29, 2010 10:06 pm

grazie per il contributo. mi permetto di unificare il thread ad un altro già aperto allo stesso scopo tempo fa.

_________________
it's not that easy being green
avatar
canterel II
Admin

Numero di messaggi : 2412
Data d'iscrizione : 08.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=RIOiwg2iHio

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  mmm il Sab Gen 22, 2011 4:53 am

Per ciò che non ho fatto,
per ciò che non ho detto,
mi sono maledetto.

Non mi riesco ad orientare,
io mi voglio liberare,
non so da dove cominciare,
non trovo niente e nessuno da amare.

Una vita senza amore,
è un mondo senza calore,
anche la libertà non ha più valore.

mmm

Numero di messaggi : 679
Data d'iscrizione : 31.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  mmm il Sab Gen 22, 2011 5:24 am

Questa è più vecchia, non so se è una poesia, è una frase che mi venne e mi rimase impressa: tanto fu l'odio, che mi trasformai: nella tanto odiata bestia.
Edit: forse l'originale era "E l'odio mi trasformò nella tanto odiata bestia".

Ne avevo un'altra ben più elaborata ma, forse per fortuna, l'ho persa e ora come ora ne ricordo solo qualche pezzo, dovrei mettermici li' un po' per ricostruirla.

Edit: è difficile far sparire qualcosa di internet.
L'ho ritrovata. Mi sento come un archeologo che con il pennellino fa riemergere delle ossa dalla polvere.
In quel periodo stavo provando un senso di negatività assoluta, adesso a fare il confronto direi che mi sento meglio, sul neutrale diciamo, anche se mi annoio in maniera esagerata, credo di starmi ancora riprendendo da una sorta di anestesia, o da una specie di reset/riavvio di qualche processo mentale Wink ma per lo meno non provo più quella disperazione di allora.

Chi al momento sta male eviti di leggere, non vale niente come poesia e probabilmente contiene diversi "trigger", ovvero immagini deprimenti, cioè che possono far star male.

"preghiera alla morte":

titolo: Alla dolce signora

Accoglimi nell'ade o dolce signora,
di dolore ne ho provato troppo fin'ora,

di speranza non ne ho proprio più,
da solo non riesco, prendimi tu,

sii dunque veloce e immediata,
come chiunque ti ha raccomandata,

spegnimi la mente, spegnimi il cuore,
non voglio mai più provare dolore,

non un pensiero, non un ricordo,
voglio sprofondare in un sonno profondo.

mmm

Numero di messaggi : 679
Data d'iscrizione : 31.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE POESIE SCRITTE DA NOI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum