26 anni, depresso, ansioso cronico e autostima sotto terra

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

26 anni, depresso, ansioso cronico e autostima sotto terra

Messaggio  ruty89 il Lun Nov 30, 2015 7:58 pm

Salve a tutti,

parto con una domanda, voi credete che un singolo tassello della propria vita può far cadere o meglio, crollare un intera esistenza?

soffro d'ansia da quasi 9 anni, e solo 3 anni fa decisi di rivolgermi ad uno psicologo e poi sono stato anche da uno psichiatra, con il quale ho iniziato una cura con antipressivi e anti-somatizzanti, mentre l'ansiolitico me lo prescrisse il medico di base già qualche anno prima. Risultato? L'ansia la gestisco bene, so come affrontarla e diciamo che sono diventato un esperto di me stesso in questo, ma da un anno a questa parte è iniziata anche la depressione, lavorare è straziante, sono un tecnico informatico (autodidatta) che a 22 anni si è voluto mettere in gioco e fare l'imprenditore aprendo un piccolo centro assistenza di computer e smartphone. (gli affari non vanno bene e pure lavoro in media 12 ore al giorno).

L'anno scorso io e la mia ragazza ci siamo lasciati, la quale dopo circa 2 mesi si è messa con un amico, niente di piu' classico. Fin qui tutto ok, forse la causa del mio malessere sempre maggiore nel tempo era proprio lei, dati i continui e giornalieri litigi e la mancanza di fiducia e quindi serenità per entrambi.

Questo mio "amico" ha solo 18 anni in piu di lei ed è praticamente un cesso oltre che vecchio, va beh come si dice: l'amore è cieco.

Insomma l'estate dell'anno scorso ho ritrovato la libertà, dopo 5 anni, dei quali gli ultimi 2 praticamente un inferno, mi sono dato alla pazza gioia, feste, alcool ragazze ecc...Mi sentivo piu libero anche nel lavoro, non avevo altri impegni se non quello di fare il dovere per poi poter andare a divertirmi. Ma a quanto pare ho esagerato, in quanto ora è tutto l'opposto.

Praticamente la situazione finanziaria della mia attività è appesa a un filo, per la ragazza di cui mi sono invaghito/innamorato sono solo il suo migliore amico, ho amici solo fidanzati e con i quali non ho piu nulla in comune, situazione familiare non delle migliori a causa dei nostri lavori (mio padre ha un negozio di calzature) che ci fanno stare sempre nervosi e poco inclini ad un ambiente casalingo sereno.

Mi sento SOLO, privo di energie e con nessuna ragione per sentirmi un minimo felice. Mi sveglio la mattina con un macino sullo stomaco per dover affrontare un'altra giornata priva di senso e sopratutto priva di amore.

Si, c'è chi sta peggio di me, chi non ha la fortuna di avere i genitori, chi non un lavoro e deve mantenere lo stesso un famiglia ecc...1000 motivi per sentirmi piu fortunato di qualche altra persona e sopratutto esserne grato.

Ma la depressione ha spento il mio IO.

Ero solare, avevo una personalità, ovvero, piacevo e non piacevo, ora sono un neutro. Avevo uno spiccato senso dell'umorismo, sapevo essere un vero amico, il telefono squillava perchè qualcuno volevo la mia compagnia e io c'ero sempre. Non era mania di protagonismo ero grato per quel pensiero e ricambiavo con ciò che mi veniva richiesto. Le ragazze mi guardavano e pure non sono questo gran figo.

Conclusione? ripeto....mi sento solo...


ruty89

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 30.11.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 26 anni, depresso, ansioso cronico e autostima sotto terra

Messaggio  hinata19 il Mar Dic 01, 2015 9:20 pm

Piccolo (in senso di abbraccio e tenerezza) mi permetto di essere più libera perché il mio cuore è portato per amare e dare affetto incondizionatamente. Questo mi ha causato cosi tante delusioni anche dal mio ex ragazzo (anche l attuale non scherza perché io mi sposerei anche domani e lui non ne vuole proprio sapere) che mi sono chiusa sempre di più restando sola. Ho attualmente un amico solo e anche io economicamente sto una ....... avendo 23 anni e tanti piccoli lavoretti alle spalle ma nulla di concreto. Ho provato ad aprirmi e fare amicizia ma risultato? Uno su tutte le classi che ho frequentato nelle quali venivo sempre e solo emarginata a causa di non so cosa. Se vuoi un amica io sono qui, anche se non mi conosci imparerai a farlo e darai modo a me di poterci essere per te, cosa che a me non ha mai riservato nessuno. Sono contenta che tu abbia avuto coraggio nell aprire un attività e che tu sia autodidatta perché sono la prima ad incoraggiare lo studio pratico. Sono siciliana.... Qui non c e lavoro che io possa svolgere in modo serio perché sono piccolezze e ti ammiro per questo. Spero che tu possa rispondermi anche in privato. Per l ansia ho avuto più attacchi di panico che altro nella relazione col mio ex ragazzo.. Stavo male.. Eppure mi fidavo... Non avevo mai felicita. E a dirla tutta neanche adesso sono felice di quel che sono io.. Per l autostima sotto i piedi causata dal mio corpo. Ho un bel viso ma rovinato dall acne. No. Me ne va bene una. Ma ho un cuore e spero che il futuro mi porti gioia proprio grazie a chi ci crede nel mio cuore... Cosa rara e quasi impossibile per me.. Qui dentro ho conosciuto due persone speciali con cui ho legato un bel po ... Smile e mi sento meno sola grazie a loro..

hinata19

Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 16.10.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 26 anni, depresso, ansioso cronico e autostima sotto terra

Messaggio  fdscore il Mer Dic 02, 2015 5:57 pm

Io ti rispondo secondo ciò che penso
Un singolo tassello della propria vita può far cadere o meglio, crollare un intera esistenza? Certo, se lo vogliamo succede ma solo se lo vogliamo.
Ma a questo punto se lo vogliamo, potrebbe crollare per molti motivi anche per i più banali
Ripeto , basta volerlo
Ma se diamo la giusta dimensione a ciò che accade intorno al noi allora, probabilmente le cose cambiano
Cambiano perchè possiamo capire che per fare crollare una intera esistenza ci vuole ben altro
Esiste un "istinto di conservazione" che funziona quasi sempre. Nella vita riceviamo dei colpi, delle delusioni,delle avversità ma la nostra esistenza resta in piedi e continua ad andare avanti e a "vivere la vita"
Ciò che oggi ci sembra irreparabile, tra una settimana, un mese, un anno ci sembrerà ben poca cosa rispetto ad altre situazioni
E poi siamo soli solo se lo vogliamo. Anche se inconsciamente , il più delle volte, la solitudine siamo noi che la creiamo intorno a noi
Basta quindi aprirsi agli altri e la solitudine sparisce
Certo dobbiamo superare, a volte, le nostre resistenze la nostra volontà di isolarci per molteplici motivi, ma dobbiamo farlo
Dobbiamo fare come "le cozze" quando vengono messe sul fuoco (perdonami la battuta). Dobbiamo aprirci e mostrare agli altri come realmente siamo fatti dentro
Allora saranno gli altri ad apprezzare le nostre capacità e ciò che in realtà siamo

Ciao

fdscore

fdscore

Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 02.12.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 26 anni, depresso, ansioso cronico e autostima sotto terra

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum