La vita senza me

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La vita senza me

Messaggio  tristania il Gio Giu 05, 2014 1:09 pm

Si puo essere vivi apparentemente , respirare , mangiare , parlare , ma essere morti dentro, vuoti, infastiditi dagli altri , dalle loro risa dal solo fatto che loro esistano e tu no. La mia è solo invidia, certo, per coloro che hanno una vita " normale". Mi sento come uno zombie che si trascina stancamente per le strade in cerca di qualcosa , forse attenzione , forse comprensione, ma nessuno si accorge di me a volte mi tocco per sentire se veramente esisto.
Eppure mi dicono , non ti manca niente , sei bella ,intelligente ecc.. e io gli vorrei dire ma chi se ne frega di essere cosi se poi sei sola anche in mezzo ad una folla intera , preferirei essere brutta e stupida forse avrei qualche amico/a in piu chissa...
Non mi frega niente di niente non ho interessi, non ho un lavoro perche non ho voglia neanche di alzarmi dal letto per cercarlo , vorrei solo addormentarmi e non svegliarmi piu. Sono arrivata a questo punto dopo diverse psicoterapie fallite , diversi neurologi ,psichiatri, è stato tutto inutile, per quanto mi riguarda. Nonostante tutto questo, in fondo al mio cuore, c' è ancora una parte di me che vorrebbe disperatamente vivere, e per questo che mi sono iscritta a questo forum.
avatar
tristania

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 01.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La vita senza me

Messaggio  mmm il Gio Giu 05, 2014 11:29 pm

Hai idea di cosa ti abbia portato in questo stato, e di cosa potrebbe aiutarti a uscirne?

mmm

Numero di messaggi : 679
Data d'iscrizione : 31.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La vita senza me

Messaggio  roberto66 il Ven Giu 06, 2014 5:43 pm

Conosco benissimo lo stato che descrivi, e qui, non credo di essere l'unico a capirti
tristania ha scritto: preferirei essere brutta e stupida forse avrei qualche amico/a in piu chissa...
Purtroppo non è questo che allontana le persone da te, o tu da loro
Ma è lo stato in cui ti trovi, in cui vivi e agisci
E molto importante secondo me, come dice mmm a trovare le cause

Ti ricopio un articolo letto in rete

E’ importante anche la distinzione tra depressione endogena ed esogena cioè reattiva.
La prima, quella endogena, nasce dentro di noi (esiste come una sorta di predisposizione genetica) e l’ambiente esterno presente, ha scarsa rilevanza, dipende da esperienze passate, da episodi traumatici vissuti tragicamente e non elaborati che hanno influenzato il nostro modo di vivere e di sentire gli altri. Cambiare vita, cambiare ambiente, viaggiare.. sarebbe inutile; il male è dentro di noi e ci insegue ovunque e comunque.

La seconda cioè quella reattiva è condizionata dall’ambiente ed insorge come conseguenza di situazioni ed eventi stressanti come: lutto, separazione, trasloco crollo finanziario, trasferimento all’estero ecc…
http://www.psicoeli.it/depressione-endogena-ed-esogena

Come vedi in entrambi i casi una causa c'è sempre
avatar
roberto66

Numero di messaggi : 502
Data d'iscrizione : 24.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La vita senza me

Messaggio  tristania il Ven Giu 06, 2014 7:36 pm

mmm ha scritto:Hai idea di cosa ti abbia portato in questo stato, e di cosa potrebbe aiutarti a uscirne?
Guarda io non so cosa mi abbia portato a ridurmi cosi , credo che avrebbero dovuto essere gli psicologi a capirlo dato che è il loro mestiere,
Loro mi hanno sempre detto che non possono sapere le cause di questo mio malessere ( quindi figurati se ci riesco io) perchè è impossibile identificare un unica causa e comunque dicono che non è di nessuna importanza trovarla. Io invece credevo, da ignorante in materia, che scoprire la causa del problema fosse il punto di partenza sul quale lavorare, da tutti quelli da cui sono andata la risposta alle mie domande sul perchè io stia cosi male e come fare ad uscirne è stata sempre la medesima " ma io non ho mica la bacchetta magica". E allora io mi domando a cosa serve andare da uno psicologo o psichiatra se poi manco loro ci capiscono ? In che modo vorrei capire dovrebbero aiutare le persone? La mia non è un accusa è veramente una domanda che mi pongo ogni volta che esco dalle varie sedute di psicoterapia che tutt ora insisto nel frequentare ( pensa quanto sono disperata) .
Di certo so bene che il problema è come io vedo il mondo e non di certo del mondo in se ma allora perchè manco gli esperti riescono ad aiutarmi???
avatar
tristania

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 01.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La vita senza me

Messaggio  merla il Ven Giu 06, 2014 8:40 pm

Forse l'aiuto che può venire da una terapia è diverso dall'aiuto che ti aspetti.

Io credo di essere guarita dalla depressione (faccio ancora colloqui di psicoterapia ma sempre più rarefatti e non prendo più farmaci) e so si avere risolto molto grazie alla terapia e che i farmaci mi sono soltanto serviti a gestire il malessere.

Guardandomi indietro io ho vissuto la terapia sostanzialmente come una palestra relazionale con un interlocutore sostanzialmente neutro che però si relazionava con me in modo terapeutico e a questo è servito, con i tempi e i modi che mi erano più adeguati.
Nel mio caso, né psicologi né medici hanno più tanto insistito nell'individuare le cause (che poi insomma non è così fondamentale, perché anche una trovata la causa, il problema è l'atteggiamento mentale o il modo di relazionarsi ecc-) né, francamente, mi hanno detto 'cosa' fare, tranne la mia psicologa in momento molto particolari e di forte confusione. Ma, insomma, mi ha dato gli stessi consigli che potrebbe dare qualsiasi persona di buon senso e con un minimo di esperienza di vita.

Poi capisco che la mia spiegazione di "palestra relazionale" sia un po' vaga e che forse per te non sia soddisfacente. D'altro canto l'efficacia della terapia si testa e si prova soltanto facendola e, soprattutto, credendoci e fidandosi che porti da qualche parte. Un problema che credo molti hanno in una terapia è proprio quello della fiducia, nel senso che, in ogni caso, si tratta di innescare un cambiamento senza sapere in quale direzione sia, né sapendo a quali risultati porterà. Questo semplicemente perché tutto viene valutato con un modo di pensare che è quello che si conosce, molto spesso l'unico e. ovviamente, rischiare un nuovo modo di pensare, significa rischiare valutazioni nuove di tutte le cose.

Però, tanto per non chiedere troppo a te stessa, potresti provare con una terapia tipo la strategica breve o con un comportamentista: per quanto ne sono quelle sono terapia in cui ti viene dato praticamente proprio qualche cosa da fare. Questo non è la soluzione, però sono indicazioni pratiche e non tanto sul lungo termine, indicazioni di cui magari tu non capisci il senso, però che magari in breve tempo possono sbloccare qualche tuo piccolo risultato e farti fare un po' pace con la terapia e trarne qualche vantaggio.
Non so se ho reso l'idea.
avatar
merla

Numero di messaggi : 2122
Data d'iscrizione : 09.01.08
Età : 42
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La vita senza me

Messaggio  roberto66 il Sab Giu 07, 2014 8:07 am

Esprimendo solo il mio stretto punto di vista, strettamente personale
Posso dire che se noi andiamo da un medico con un'esame che diagnostica una gastrite per es... ci dice una cosa, se andiamo da altri 10 medici, ci dicono + o - la stessa cosa
E questo succede perche ci sono esami medici, protocolli medici, linee guida a cui si devono attenere

I psicologi, psichiatri non hanno esami medici che diagnostichino malattie e devono affidarsi solo a test diagnostici, alla loro abilità, esperienza, e modi di agire che secondo loro sono indicati, caso per caso

Ovvio allora che possiamo trovare psicologi che possono agire in diversi e svariati modi ( non dico che uno sia giusto e l'altro sbagliato )
Riporto un articolo un po divertente letto in rete ( come uomo vorrei precisare: divertente...per le cause, non per il problema  Very Happy  )

Riporto a titolo di ulteriore esempio il caso di un signore a cui era stata diagnosticata un’impotenza erettile di natura non organica. Questa era una diagnosi corretta da un punto di vista descrittivo, ma che definiva l’individuo solo attraverso un disturbo non specificato nel tempo e nello spazio. Attraverso un colloquio diagnostico si scoprì che in realtà mostrava tale disturbo solo durante i rapporti con la moglie con la quale era in aperto conflitto, quindi la diagnosi descrittiva di impotenza non aveva preso in considerazione le modalità di funzionamento psicologico specifica, ne tanto meno aveva rilevato il problema di coppia

http://www.alessandromonno.it/articoli/la-diagnosi-in-psicologia/

Un esempio un po piu banale che posso fare io, solo il mio stretto punto di vista ( non avendo titolo in merito in psicologia )
Se una persona perde il lavoro e non sa come dare da mangiare ai propri figli o pagare i debiti, puo scendere nella depressione
Un’aiuto psicologico puo essere utile solo, per non aggravare o far precipitare le cose, ma non risolutivo del problema
Ma parallelamente questa persona deve anche, o essere aiutata ad uscire da questa situazione di ristretta economica, perche questa persona possa vivere normalmente, sia fisicamente che psicologicamente

Tante volte è importante stabilire cause ed effetti, e in tanti altri casi puo anche non essere fondamentale
Ed è da queste tante cose che si puo capire la bravura e professionalita medica
tristania ha scritto:
Guarda io non so cosa mi abbia portato a ridurmi cosi , credo che avrebbero dovuto essere gli psicologi a capirlo dato che è il loro mestiere,
Loro mi hanno sempre detto che non possono sapere le cause di questo mio malessere ( quindi figurati se ci riesco io)
Io Tania non ti conosco e darti consigli puo essere anche sbagliato
Però piu che sappiamo esprimerci, esternare, piu informazioni possiamo dare, piu facilitiamo il lavoro di quesi specialisti
avatar
roberto66

Numero di messaggi : 502
Data d'iscrizione : 24.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La vita senza me

Messaggio  nausiche84 il Mar Giu 24, 2014 9:40 pm

[quote="tristania"]
mmm ha scritto:
Loro mi hanno sempre detto che non possono sapere le cause di questo mio malessere ( quindi figurati se ci riesco io) perchè è impossibile identificare un unica causa e comunque dicono che non è di nessuna importanza trovarla. Io invece credevo, da ignorante in materia, che scoprire la causa del problema fosse il punto di partenza sul quale lavorare, da tutti quelli da cui sono andata la risposta alle mie domande sul perchè io stia cosi male e come fare ad uscirne è stata sempre la medesima " ma io non ho mica la bacchetta magica". E allora io mi domando a cosa serve andare da uno psicologo o psichiatra se poi manco loro ci capiscono ? In che modo vorrei capire dovrebbero aiutare le persone? La mia non è un accusa è veramente una domanda che mi pongo ogni volta che esco dalle varie sedute di psicoterapia che tutt ora insisto nel frequentare ( pensa quanto sono disperata) .
Di certo so bene che il problema è come io vedo il mondo e non di certo del mondo in se ma allora perchè manco gli esperti riescono ad aiutarmi???

mah.. io non sono daccordo su quello che ti hanno detto.. una spiegazione c'è sempre.. Non ho mai sentito dire che le cause non contano, anzi l'eziologia di un distrubo è il punto di partenza (a prescindere se abbia una base biologica, psicologia o sociale, o meglio ancora tutte e tre).
Se a una domanda uno specialista mi risponde: " ma io non ho mica la bacchetta magica", giro i tacchi e me ne vado, perchè è una risposta stupida e mi sà tanto di difesa quando uno non sa che pesci prendere..
Non si può dare una risposta simile a una persona che sta male, piuttosto bisogna spiegargli che bisogna approfondire meglio con pazienza e capire bene la situazione.
Se questi sono gli specialisti che hai incontrato comprendo a pieno la tua sfiducia nei loro confronti.
avatar
nausiche84

Numero di messaggi : 143
Data d'iscrizione : 18.10.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

.................

Messaggio  nastia il Lun Giu 30, 2014 12:58 pm

.........................

nastia

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 30.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La vita senza me

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum