paranoia sessualita

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

paranoia sessualita

Messaggio  idontknow il Sab Mag 24, 2014 7:26 pm

Sono sempre stata etero ma da circa un annetto a questa parte il tarlo del lesbismo mi assilla. Vedere una donna nuda mi piace,trovo il seno una zona eccitante. Alla vista anche in un film mi eccita la muscolatura maschile ma una donna nuda è come se la ricollegassi all idea di sesso e mi eccita.anche vedere due donne baciarsi non lo trovo male.(come m è capitato di masturbarmi Su uomini gay.) In quest ultimo anno ho add8rittura pensato ad andare con una donna per aiutarmi a capire,ma quando è successo che una ragazza ha tentato di baciarmi ne sono stata infastidita e a disagio,ho evitato la sua manovra. Il punto è che anche in un porno la vagina mi fa schifo,provo una sorta di repulsione (persino quando mi masturbo non mi penetro mai,mi tocco da sopra la mutandina o di lato) e mi crea fastidio anche vederla,mi disgusta nel vero senso della parola.sentire un pene eccitato premermi addosso invece mi eccita parecchio.quando ero piu piccola avevo perennemente voglia di fare sesso,col mio ex ragazzo lo facevo anche tre volte al giorno.dopo di lui ho avuto un periodo nel quale ho sofferto di vaginismo (è atato durante questo periodo che ho iniziato a dubitare della mia sessualità.mi facevo toccare dal mio attuale ragazzo la non riuscivo A venire,una volta ci riuscii pensando di leccare il seno pieno di sperma di una donna.,da lì patirono le paranoie) sono riuscita con tanta pazienza del mio attuale ragazzo a farmi penetrare e le cose stavano andando meglio,soltanto che in ogni film che vedo in cui e presente un omosessuale mi riscatta la paranoiea sull omosessualit latente. quando sento qualcuno schifato dal lesbismo mi sento tirata in causa e mi sento male,mi innervosisco con questo qualcuno (sono sempre stata aperta di mente e ho sempre difeso i miei amici omosessuali ,ma mai sentendomi tirata in causa) resta l incognita della repulsione per la vagina e non credo di riuscire ad andare a livello concreto con una donna,ma non ho piu molta voglia di fare del sesso.quindi non riesco a capire,esistono donne omosessuali a cui fa schifo la vagina?non è paradossale? E vero anche che quando mi fissò Su qualcosa è difficile farla andare via,non riesco a capire se è solo una fissa o effettivamente è cosi.  Scrivo qui perche questa cosa è causa di paranoia e conseguente sbalzo d umore. Così volevo la vostra opinione.

idontknow

Numero di messaggi : 173
Data d'iscrizione : 09.03.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  canterel II il Dom Mag 25, 2014 12:09 pm

io penso che la classificazione dei comportamenti sessuali in categorie sia tanto inevitabile quanto grossolana, e che pertanto il confine tra omosessualità ed eterosessualità sia in buona misura un'astrazione, rinforzata dalle principali fonti dell'educazione. nel comportamento sessuale si esprimono sia l'intimità che la socialità dell'individuo. tuttavia, sul linguaggio e sugli schemi mentali di cui ci serviamo per rappresentare i comportamenti sessuali agiscono soprattutto motivazioni ed esigenze sociali, che potrebbero anche non comprendere adeguatamente l'energia pulsionale della persona: da qui (forse, almeno per come io riesco a darmene conto) la quantità di fobie e ansie legate al sesso, e il rischio di vivere esperienze stigmatizzanti e di sperimentare la disforia di genere.
credo esistano ricerche che pongono l'omosessualità e l'eterosessualità come polarità ideali di un continuum di comportamenti piuttosto che come alternative secche (ma non so, io mi baso effettivamente solo sulla mia esperienza di vita e sulla nota scala kinsey, e non posso proporre qui dei modelli aggiornati e precisi per descrivere il concetto che mi sta a cuore).
fatto sta che insomma, se fossi al posto tuo cercherei di capire anzitutto a chi voglio bene, a quale persona o quali persone si rivolge il mio desiderio e cosa mi piacerebbe fare con queste persone, prima di pormi il problema di dare una definizione generale del mio orientamento (e al limite anche rinunciando a darne una definizione).

_________________
it's not that easy being green
avatar
canterel II
Admin

Numero di messaggi : 2408
Data d'iscrizione : 08.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=RIOiwg2iHio

Tornare in alto Andare in basso

re

Messaggio  idontknow il Dom Mag 25, 2014 2:30 pm

Il problema è che non riesco a capirlo.amo il mio ragazzo e ho trovato in un lui una persona splendida capace di starmi accanto come ne ho bisogno,dotato di una pazienza straordinaria e per cui davvero farei di tutto.è la mia felicita,solo con lui mi sento amata e protetta come desidero,non mi fa mancare nulla sentimentalmente parlando. L unica cosa è che non ho spesso voglia di fare sesso e molto spesso non riesco a venire.e non capisco il perche! Oggi ho provato a masturbarmi Su immagini porno lesbiche e vedere due ragazze che si baciano mi da eccitazione,vedere invece che si penetrano con le dita o se la leccano mi causa un forte senso di nausea,mi disturba proprio. Un corpo nudo femminile mi eccita forse anche piu di un corpo nudo maschile. Non mi sento capace di provare ad andare con una donna.Davvero non so cosa pensare. Perdonami ma non ho capito a pieno cio di cui parlavi ,potresti semplificare?

idontknow

Numero di messaggi : 173
Data d'iscrizione : 09.03.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  canterel II il Dom Mag 25, 2014 7:49 pm

quello che intendo proporti è una prospettiva centrata sui tuoi problemi e sui tuoi desideri, e non su come classificarti: potresti partire dai tuoi desideri e dai tuoi sentimenti appunto, e cercare di capire chi ti piace e cosa ti piace fare con quella o quelle persone. cioè: avere problemi con la penetrazione non è di per sé motivo per dover supporre di essere forse omosessuale (tanto più che come scrivi la penetrazione ti risulta difficile anche immaginandola in un rapporto lesbico). di base sai che ti piacciono aspetti del corpo e dell'identità maschile e che ti piacciono altri aspetti del corpo e dell'identità femminile. posso solo consigliarti di accettare, in questo tuo modo di vivere l'intimità, tutto ciò che non produce per te un problema o una sofferenza rispetto ai tuoi desideri e alla tua affettività, e di approfondire magari con una consulenza specifica aspetti che tu stessa, nella tua vita quotidiana, vivi come limitanti e dolorosi, lasciando stare le paranoie classificatorie (etero o omo). questo perché in linea di principio definirsi omo o eterosessuali secondo me è sempre in qualche misura un'approssimazione, cioè una traduzione linguistica semplificatoria di esperienze e desideri che non devono per forza essere coerenti e corrispondenti ad una definizione.
hai scarso desiderio di attività sessuale con un partner in questo periodo: allora, l'importante  (forse, se io fossi in te) è che ti chiedi se per te è una sofferenza, se produce conseguenze pratiche che ti fanno soffrire, se corrisponde a emozioni e sentimenti che riconosci come tuoi oppure no.
se per esempio questo scarso desiderio ti sembra in armonia con ciò che vuoi e non ti fa sentire delle mancanze inaccettabili, non è detto che tu debba intervenire e far qualcosa o porti dei dubbi assillanti a riguardo.

_________________
it's not that easy being green
avatar
canterel II
Admin

Numero di messaggi : 2408
Data d'iscrizione : 08.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=RIOiwg2iHio

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  idontknow il Dom Mag 25, 2014 10:25 pm

Grazie mille sei stato piu chiaro.certo la scarsa pulsione sessuale mi provoca frustrazione e dolore,sto male perche vorrei poter dare di piu al mio partner,perche il sesso mi piaceva e stavo meglio quando lo facevo,perche mi fa sentire donna a metà e credo che in una relazione sia molto importante,ne costituisca il buon 50% (e sono circondata da persone gli affibiano una percentuale ancor piu alta.) Per me non sarebbe un problema accettare le mie fantasie,ma se queste dovessero impedirmi di stare con la persona che amo sarebbe un problema enorme.ho anche paura a parlarne con la psicologa perche credo mi direbbe "devi accettarti per quello che sei e devi allontanarti dalla persona con cui stai e stare con una ragazza". e come se un uomo gay si innamorasse di una donna ma non riuscisse ad avere logicamente un erezione.io non voglio questo,sto cercando di capire meglio cosa voglio ma è una ricerca senza fine.ho anche considerato che questi miei gusti siano piu "perversi" che omosessuali (ho anche altri gusti strani) non so se mi spiego. Resta che il corpo nudo di una donna mi eccita maggiormente di quello.nudo di un uomo. i ppiace vedere due belle donne baciarsi nude ma non fare altro mi piace vedere anche due upmini gay (qui la donna non c e proprio,ad esempio.) Mi eccita molto lo sperma,e la donna ne è di per se sprovvista.continuo a non capire,vorrei solo riuscire a sbloccare questa situazione e capire perche non riesco a fare l amore,non ne ho voglia,o comu.que non riesco a venire.se avessi un consiglio per questo te ne sarei estremamente grata

idontknow

Numero di messaggi : 173
Data d'iscrizione : 09.03.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  canterel II il Dom Mag 25, 2014 11:18 pm

idontknow ha scritto:Grazie mille sei stato piu chiaro.certo la scarsa pulsione sessuale mi provoca frustrazione e dolore,sto male perche vorrei poter dare di piu al mio partner,perche il sesso mi piaceva e stavo meglio quando lo facevo,perche mi fa sentire donna a metà e credo che in una relazione sia molto importante,ne costituisca il buon 50% (e sono circondata da persone gli affibiano una percentuale ancor piu alta.) Per me non sarebbe un problema accettare le mie fantasie,ma se queste dovessero impedirmi di stare con la persona che amo sarebbe un problema enorme.ho anche paura a parlarne con la psicologa perche credo mi direbbe "devi accettarti per quello che sei e devi allontanarti dalla persona con cui stai e stare con una ragazza". e come se un uomo gay si innamorasse di una donna ma non riuscisse ad avere logicamente un erezione.io non voglio questo,sto cercando di capire meglio cosa voglio ma è una ricerca senza fine.ho anche considerato che questi miei gusti siano piu "perversi" che omosessuali (ho anche altri gusti strani) non so se mi spiego. Resta che il corpo nudo di una donna mi eccita maggiormente di quello.nudo di un uomo. i ppiace vedere due belle donne baciarsi nude ma non fare altro  mi piace vedere anche due upmini gay (qui la donna non c e proprio,ad esempio.) Mi eccita molto lo sperma,e la donna ne è di per se sprovvista.continuo a non capire,vorrei solo riuscire a sbloccare questa situazione e capire perche non riesco a fare l amore,non ne ho voglia,o comu.que non riesco a venire.se avessi un consiglio per questo te ne sarei estremamente grata

questo in particolare mi sembra un campo dove affrontare la paura può essere risolutivo o comunque può accelerare molto i processi, per cui ti consiglierei di non rinunciare a parlarne con la psicologa se il motivo è che hai paura delle sue osservazioni. tra l'altro non credo proprio che un professionista intelligente e con un minimo di deontologia comincerebbe a dirti quali relazioni d'amore troncare e quali instaurare.
circa il sospetto di avere "gusti" perversi: se vuoi e se ti sembra convincente puoi provare a fare come me e a considerare che tutti i gusti sono perversi in certo grado, in quanto tutti implicano l'esperienza di condensare una certa quantità di attenzione e di energie su un certo oggetto, perturbando comunque gli equilibri omeostatici del tuo corpo e della tua mente e disponendoti verso qualche azione che non trova una giustifcazione utilitaristica.
piuttosto io fossi in te proverei a ragionare sempre di più in funzione dell'incontro con l'altra persona nella sua globalità, senza preoccuparmi troppo del fatto che parti separate della genitalità e/o del comportamento sessuale femminile e maschile ti piacciono: lascerei per un po' da parte le elucubrazioni su seni, culi, sperma, vagina, pene, e mi concentrerei sugli esseri umani. non significa che tu debba mortificare le tue fantasie e gli spazi masturbatori che esplori, in cui si intensifica come è giusto che sia un certo feticismo per tali parti separate. però non c'è bisogno di sovraporre in toto lo spazio del tuo erotismo immaginario e lo spazio dell'erotismo che pratichi con persone in carne ed ossa: credo che anzi queste due dimensioni non siano mai coincidenti, e quindi non devono per forza portarti a fare paragoni come quello che presenti:
- come se un uomo gay si innamorasse di una donna ma non riuscisse ad avere logicamente un erezione -

ecco, nell'esempio che porti forse è irrilevante che l'uomo sia gay o no, e anzi credo sia molto comune che un uomo eterosessuale innamorato non riesca ad avere erezioni con la sua partner. credo che il primo passo in un caso del genere, come anche nel tuo, sia quello di creare le condizioni di una comunicazione molto franca, accogliente e serena con il partner e vedere con un po' di pazienza se si trovano i modi per incontrarsi.
con riferimento ai tuoi problemi con la penetrazione: non capisco se la penetrazione in questo momento della tua vita ti risulta dolorosa o disgustosa o piuttosto noiosa e poco gratificante. se per esempio fosse solo poco gratificante ma non comportasse per te un particolare sacrificio, e se vedi che il partner non è disposto a rinunciarvi, potresti cercare di accontentarlo e lasciarlo fare in un momento dell'incontro sessuale, chiedendo a lui di assecondarti con altrettanta disponibilità per aiutarti a ottenere la tua gratificazione nei modi che tu preferisci, in un'altra fase dell'incontro.

dopo di che, questi sono esempi: io non sono un esperto, non sono un consulente in questa materia, e perdona se scendendo nei dettagli dimostro di aver capito male o ti sembro un po' incomprensibile.
se la cosa non ti dispiace sposterò presto questa discussione negli off topic, perché tocca certamente temi importanti per il benessere, ma non è direttamente una discussione sulla depressione.

_________________
it's not that easy being green
avatar
canterel II
Admin

Numero di messaggi : 2408
Data d'iscrizione : 08.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=RIOiwg2iHio

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  idontknow il Lun Mag 26, 2014 10:06 am

Va bene. Come ti ho già detto c e grande comunicazione e grande intesa con il mio partner che sta avendo molta pazienza. la penetrazione mi risulta dolorosa e non esageratamente gratificante.con lui comunque realizzo molte delle mie fantasie . Come hai detto tu ci sono fantasie riservate esclusivamente allo spazio della masturbazione e con alcune di esse non ho fatica a far si che sia così. Con il lesbismo è diverso perche quando penso che non voglio provare epenso che magari è tutto un meccanismo di autodifesa perche non riesco ad accettarmi.

idontknow

Numero di messaggi : 173
Data d'iscrizione : 09.03.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  canterel II il Lun Mag 26, 2014 12:04 pm

idontknow ha scritto:Con il lesbismo è diverso perche quando penso che non voglio provare epenso che magari è tutto un meccanismo di autodifesa perche non riesco ad accettarmi.

in tal caso, al posto tuo proverei a vedere se al di là delle foto pornografiche mi piacciono delle donne reali e se voglio esprimere con loro qualche forma di erotismo.
cercherei anche di capire la causa del dolore che provo nella penetrazione e se possibile rimuoverei quell'inconveniente.

_________________
it's not that easy being green
avatar
canterel II
Admin

Numero di messaggi : 2408
Data d'iscrizione : 08.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=RIOiwg2iHio

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  kate91 il Lun Mag 26, 2014 11:44 pm

Mi ritrovo in parte in quello che dici. Anche a me il corpo di una bella donna eccita, però non riesco proprio a pensare di farci sesso. Al massimo un pochino di preliminari, ma molto limitati. Mi sono sempre definita bisessuale ma più per una questione "politica" (perché non voglio essere inquadrata in questa o quell'altra scatola) che per dato di fatto...in realtà mi piace molto stare fra le braccia di un uomo, preferisco il sesso uomo-donna anche nelle fantasie erotiche.
Vado un po' in senso contrario a quanto ti ha detto canterel, spero di non fare confusione: avete provato col tuo ragazzo a lasciare la penetrazione al di fuori dei contatti sessuali? Dico proprio decidere: oggi si fa TUTTO, tranne la penetrazione. In particolare, hai provato a farti fare quello che ti eccita, quando pensi ad una donna? Cioè quello che tu ti immagini che viene fatto alla donna delle tue fantasie...A me come dicevo il sesso con un uomo piace, ma a volte trovo che quest'ansia di dover per forza arrivare lì, e da lì all'orgasmo, mi fa perdere tutta la voglia. Anche perché un uomo spesso e volentieri (non è sempre così, lo so) con due colpi ci arriva subito, mentre per una maggioranza di donne la penetrazione di per sé non porta assolutamente al piacere. Invece ultimamente sono stata con uno che si prende tutto il tempo del mondo, a volte evita appunto di penetrare, ed è tutto molto più piacevole.
avatar
kate91

Numero di messaggi : 240
Data d'iscrizione : 05.11.12
Età : 26

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  idontknow il Mar Mag 27, 2014 3:46 pm

Una volta sono venuta pensando di leccare un seno ,fa li mi è scattata tutta la paranoia . Se lui mi stuzzica mi eccito ma molte volte o perdo l eccitazione /non riesco a venire o addirittura se non mi stuzzica non mi viene la voglia.

idontknow

Numero di messaggi : 173
Data d'iscrizione : 09.03.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  canterel II il Mar Mag 27, 2014 7:20 pm

idontknow ha scritto: Se lui mi stuzzica mi eccito ma molte volte o perdo l eccitazione /non riesco a venire o addirittura se non mi stuzzica non mi viene la voglia.

non mi sembra mica strano: direi che in generale pressoché tutti (uomini, donne, omosessuali, eterosessuali, etc) perdono l'eccitazione o non raggiungono l'orgasmo o addirittura non hanno voglia se non sono stuzzicati. abbi quindi ben cura di far capire al tuo compagno che per un rapporto reciprocamente appagante anche tu devi essere stimolata nelle tue parti stimolabili.

_________________
it's not that easy being green
avatar
canterel II
Admin

Numero di messaggi : 2408
Data d'iscrizione : 08.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.youtube.com/watch?v=RIOiwg2iHio

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  idontknow il Mar Mag 27, 2014 11:03 pm

Ma lui lo fa solo che nel mentre io perdo l eccitazione..

idontknow

Numero di messaggi : 173
Data d'iscrizione : 09.03.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  merla il Mer Mag 28, 2014 9:23 am

Sì però l'eccitazione è qualcosa di fragile: se ti vivi il sesso con tutto questo sottofondo di paura, è normalissimo perdere l'eccitazione all'improvviso o senza un motivo apparente.
Se poi quando succede, ti si pone davanti un dubbio enorme come l'identità sessuale, la frittata è fatta e nella frittata è stata macinata tutta l'eccitazione. Mi sembra inevitabile.

Potresti metterti via la questione come una grande paura e affrontarla con metodo su due fronti:
- da una parte sperimentando con il tuo ragazzo e cercando di capire bene cosa ti piace e cosa non ti piace (e magari poi cosa piace o non piace a lui). Non preoccuparti tanto di cosa pensi o cosa non pensi stando con lui, ma cerca di vivertelo bene, sganciandoti da altri pensieri che in quel frangente sono solo disturbanti. Se la penetrazione o altre cose ti disturbano o in questo momento sono dolorose, evita
- dall'altra potresti frequentare qualche ambiente lesbo e capire 'sul campo' se puoi essere attratta o meno da una donna; se ti è possibile lasciando stare film, foto ecc. ma scendendo sul piano del mondo reale. Erotismo e attrazione sessuale, per me, se la giocano su un campo eminemente fisico e molto poco mentale, la pornografia è solo una sublimazione.

Insomma, pensare di meno e sentire di più.
Magari tenendo presente che i tuoi dubbi, in sé, non sono indice di niente, tranne forse il fatto di farsi delle domande (e conta che moltissime donne a certe domande non danno la possibilità neanche di raggiungere il livello della consapevolezza) e sono molto più comuni di quanto tu creda.
avatar
merla

Numero di messaggi : 2122
Data d'iscrizione : 09.01.08
Età : 42
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  idontknow il Gio Mag 29, 2014 1:46 am

Io sono molto aperta di mente,ho frequentato diverse lesbiche (come amiche) come diversi omosessuali,anzi sono sempre stata quella che li difendeva dalle critiche altrui e li aiutava ad accettarsi,perciò a livello concreto ho potuto sperimentare se sentivo attrazione o no. I miei dubbi sono il risultato di molte vicende.ero come già detto etero al 100% (anche se qualche masturbazione pensando a lesbiche c era stata,ma io mi masturbo praticamente su qualsiasi cosa quindi nulla di che Ahah) poi all.universita ho conosciuto questa ragazza che è diventata subito mia amica (che ora mi ha abbandonata,come tutti,ma questa è un altra storia) lei e una lesbica repressa che ha avuto anche esperienze lesbo ma ha continuato a reprimersi (piu che lesbica lei proprio si sente un uomo nel corpo di una donna) e se io spaventata da qualcosa la afferravo mi diceva di continuo "ma che sei lesbica?! Ma.che sei lesbica?!" sta cosa cominciò a mettermi a disagio ma lasciai correre proprio in onore della mia "apertura di mente" (non era la prima lesbica con cui avevo a che fare!) Poi un altra mia amica inizio a dirmi che forse era lesbica che le avevano fatto venire i dubbi (lei omofoba tra l altro) e diceva ch s così fosse stato non avremmo piu potuto essere amiche. Alla fine di tutto la paranoia (causa vaginismo e blocco di cui sopra) venne anche a me e quando glielo confidai a lei era "passata" e mi faceva sentire terribilmente sbagliata per questo. Era una cosa che odiavo. (lei però nonostante nn fosse bella era molto porca -scusate il termine- e devo ammettere che era eccitante il suo modo di raccontare le sue esperienze e il resto.) La prima ragazza citata ad una festa ha tentato di baciarmi (eravamo entrambe ubriache e fumate,io non sono neanche sicura che stesse effettivamente tentando un bacio o magari colta dallo stato di non lucidità io possa aver travisato) fatto sta che la cosa mi mise molto a disagio e non mi piacque. Da li la paranoia andò via. Ogni tanto però torna ed è come una fissa costante che ho,ormai anche quando -come oggi- riesco a venire. (facendomi chiamare in un certo modo i comunque realizzando altre fantasie) una volta quesy estate sono stata molto attratta da una ragazza che però aveva un gemello maschio quindi poi ho focalizzato la mia attenzione su di lui ma per lei era molto forte. Oggi col mio ragazzo ho provato a vedere un porno lesbico e poi uno etero. Quello lesbico non ce l ho fatta a vederlo,mi ha dato nausea così come la parte del primo piano della vagina che veniva penetrata in quello etero.mi è piaciuta solo la pa del pompin* * (chiedo scusa per i toni) così come mi piace vedere due ragazze solo se si baciano spogliandosi ma stop. (per quesyp credo che anche provando con una ragazza non riuscirei ad andare oltre il bacio) comunque oggi ho anche chiesto al mio ragazzo se sarebbe d accordo a farmi provare con una femmina per capire un po e lui mi ha risposto ironicamente "se posso guardaaare" trovo straordinaria la maniera in cui mi sta stando vicino (nom e carino che il tuo partner dica ogni giorno mah sarà che sono gay) ma non credo riuscirò facilmente a reclutare qualcuno dato anche il periodo di asocialita.credo anche che facendogli prendere una certa piega potrei risolvere la cosa riuscendo a venire avendo rapporti simili a quelli che avevo col mio ex (l unico poi con cui abbia fatto sesso prima di lui) forse puo essere utile il fatto che dopo la rottura col mio ex io abbia provato a farlo con un altro ragazzo fidanzato (volevo assolutamente riuscire a buttarmialle spalle la cosa è ci sarei riuscita solo facendo sesso con qualcun altro) per il quale provavo un attrazione fisica mai provata prima che sprizzava testosterone da ogni suo poro.non riuscì a farlo,avendo il blocco (facevo del sesso molto spinto col mio ex ma era perche di fondo c era sentimento.con un estraneo mi sembrava così innaturale,infatti da lì mi è partito il darwinismo) e lui piu che abbracciarmi (eravamo amici alla fine,da un anno,mi confidavo con lui) e tranquillizzarmi un po mi trattò malissimofdd perche l avevo lasciato ,cito testualmente" a palle piene " e da quel giorno in poi non si fece mai piu sentire.e stata una bella batosta ma non c ho sofferto come pensavo,però a livello inconscio magari non so,puo aver influito.ditemi voi che ne pensate

idontknow

Numero di messaggi : 173
Data d'iscrizione : 09.03.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  nausiche84 il Gio Mag 29, 2014 12:48 pm

io penso che il problema (non solo tuo, ma di tutta la società - e non mio!! perchè non mi pongo questa domanda  Smile )sia quello di volersi etichettare necessariamente come etero o omosessuale. Non è detto che sia così: bianco o nero. Questa etichetta è solo una stupida invenzione dell'uomo che ha la costante necessità di inserire tutto in categorie. Mi pare, invece, che una volta lessi che in ognuno (anche etero) esiste una piccola percentuale di omosessualità. Forse in base alle esperienze, in alcuni rimane latende e in altri si fa sentire. Quindi tra l'essere etero o omo ci sono delle sfumature. Magari sei etero ma ti attira il seno di una donna (ma non le parti intime), magari sei lesbica (ma ti eccita comunque il pene); direi che è tutto normale, perchè surriscaldarsi i neuroni per un problema che non esiste ma che la società vuole farti credere che esiste?
Quindi, non porti questa domanda su cosa sei, etero o omo, sei entrambe o nessuna, sei una sfumatura o cosa..
La cosa importante è che devi superare questo blocco sessuale. Non credo che il blocco sia dovuto al fatto di avere scoperto che sei lesbica (che è solo una convizione che hai, o un dubbio che ti poni) e che il membro maschile non sia in grado di darti l'orgasmo. I motivi sono altrove e vanno scoperti per superare questo blocco.
avatar
nausiche84

Numero di messaggi : 143
Data d'iscrizione : 18.10.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  idontknow il Gio Mag 29, 2014 4:09 pm

Quindi tu dici che non sono stimolata dal rapporto sessuale etero non per omosessualità ma per altro? A me no. Importa etichettarmi,forse sono stata poco chiara in questo. Se mi eccitano i seni di una donna ma.riesco ad avere rapporti.con lui va bene.uguale. e solo.un altra.cosa da aggiungere alle fantasie.però se fossi totalmente.lesbica so spiegherebbe l aver perso stimoli nei confronti degli uomini ,del mio ragazzo. Il problema si pone nel momento in cui dovrei lasciare questa persona se fossi omosessuale.

idontknow

Numero di messaggi : 173
Data d'iscrizione : 09.03.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  Stef il Mer Giu 04, 2014 12:38 am

Una volta ho visto una trasmissione in cui si fece un esperimento scientifico. Si mostravano a dei soggetti (isolatamente) video di nudi, e si registravao i movimenti oculari. L'esperimento fatto agli uomini mostrò che ad immagini di femmine nude, gli occhi degli uomini si soffermavano parecchio tempo sulle zone erogene di queste, mentre ad immagini di uomini nudi gli occhi non si soffermavano se non per pochi secondi. Alle donne capitava che ad immagini di uomini nudi gli ochi si soffermavano parecchio tempo sulle parti intime, ma alle immagini di donne nude.... si soffermavano lo stesso per parecchio tempo!
L'esperimento è stato fatto su diverse persone, e sempre le donne normali si soffermavano a concentrare lo sguardo per molto tempo agli uomini nudi come alle donne nude su quelle parti. Però se interrogate esse dicevano che era diversa l'attenzione verso gli uomini che non verso le donne.
Inconsciamente la donna ha un'attrazione verso la donna, ma a livello cosciente ciò non gli arriva. Da qui a volte il conflitto (se diventi cosciente). Se tu ti accetti non avrai problemi perché tutte le contraddizioni sono normali. Ah... non facevano vedere la vagina in primo piano così sfacciatamente.
Io credo che anche lo schifo per la vagina associata all'igiene intima, o alla pipì, o ai muchi, o alla forma della carne scoperta, delle mucose, sia un fatto psicologico comune. C'è il preconcetto di considerare le parti intime "sporche". In realtà sono parti nostre come le braccia, e se le laviamo sono pulite. Però se ti fa schifo va bene lo stesso, non è peccato. Il dolore vaginale potrebbe essere dovuto a contrazioni involontarie, istintive, per aver avuto problemi col sesso (anche solo mentalmente) che ti bloccano. Ovviamente ciò blocca il piacere. Se ciò è, vuol dire che si può curare. Chissà se una brava ginecologa donna, o una psicologa accorta, può smontare questo blocco.
avatar
Stef

Numero di messaggi : 1007
Data d'iscrizione : 13.01.08
Età : 63
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: paranoia sessualita

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum